Tag Archive | "web"

iPhone 5 le novità!


iPhone 5 le novità! su: iPhone 5

iPhone 5 le novità!iPhone 5 arriverà a settembre, il 12 settembre prossimo, almeno è questo quello che si dice, i punti di novità che saranno presentati saranno tantissimi, la società californiana non si pronuncia, non dice nulla, resta in silenzio a guardare e ad ascoltare ciò che dicono i vari analisti. 

Saranno sostanzialmente sette le novità dell’iPhone 5 della Apple, andiamo a vedere quali saranno : 

  1. Le dimensioni : 58,47 mm x 123,83 mm x 7,6 millimetri di spessore, un solo millimetro in meno rispetto al Samsung Galaxy S III. Se lo smartphone Apple sarà così, allora sarà il più sottile e leggero dei telefoni sul mercato;
  2. Schermo : 4 pollici con tecnologia Retina e Aspect ratio 16:9, tecnologia in cell e Gorilla Glass 2 per maggiore resistenza.
  3. Tecnologia per i pagamenti NFC : il nuovo iDevice potrebbe essere un portafogli elettronico e con quest’ultimo si potranno effettuare pagamenti pratici, sicuri e veloci. Una scolta per Apple che ha già provato ad implementare questa tecnologia su iPhone 4S.
  4. Tecnologia connettività 4G LTE: traffico dati più veloce, Steve Jobs era preoccupato sull’incisione di questa tecnologia sulla batteria, ma ora pare che Tim Cook abbia migliorato la potenza e dunque non ci saranno problemi di durata.
  5. Batteria più resistente : la durata della batteria sarà maggiore, il dispositivo sarà dotato di una batteria più potente per reggere il nuovo schermo da 4 pollici;
  6. iOS 6 : E’ il sistema operativo che sarà installato all’interno dell’iPhone 5, funzionale e pratico, introduce 200 novità e Siri in Italiano.
  7. Siri 2.0, sarà questa una delle grandi novità di iPhone 5 in quanto l’azienda californiana a quanto pare ha migliorato l’assistente vocale che abbiamo visto su iPhone 4S. Il successo ottenuto da questo dispositivo dipende proprio da questo.

Queste le sette novità del nuovo iPhone 5, il dispositivo  arriverà sul mercato il prossimo 5 ottobre, ad un anno esatto dalla morte di Steve Jobs. Intanto dal web continuano i rumors, la Apple cosa fa?

 

Continua la lettura dell’articolo su Iphone-5.it

Posted in Iphone-5.itComments (0)

UberStrike HD (per Mac, Windows e Facebook) si aggiorna con due nuove mappe e offre il 50% di sconto sull’arma cannone


CellularMagazine.it

Titolo Free To Play disponibile nel Mac App Store per Apple, da Facebook e Windows (link diretto alla pagina web) sempre e solo online, questo fantastico titolo di guerra con partite a squadre si mantiene con acquisti in-app nel primo caso e con pagamenti con c.c. nel secondo e terzo; circa una-due volte a settimana vengono proposte offerte per acquisto di pacchetti/armi/atrezzatura e in questo caso si parla di un 50% di sconto sull’arma cannone da dare al proprio personaggio insieme a due nuove mappe in modalità allenamento e battaglie a squadre.

L’acquisto di armi non è obbligatorio per potenziare il proprio personaggio, basta iscriversi con una mail e password e si può partecipare lo stesso, è solo che così si punta solo a trovare armi in mappa e non sono minimamente potenti come quelle del negozio, dato l’elevato numero di giocatori a quel punto bisogna solo essere molto bravi nel sopravvivere; per chi non avesse mai sentito parlare del titolo ecco una serie di video presi dal canale ufficiale, colgo l’occasione per invitare a guardare bene i requisiti hardware minimi del proprio PC/Mac* anche se la maggior parte di carico di lavoro/elaborazione avviene sui server dello sviluppatore.

 

* Leggere bene i requisiti hardware minimi quì

 

 

Clicca qui per vedere il video incorporato.

 

Clicca qui per vedere il video incorporato.

 

Clicca qui per vedere il video incorporato.

 

Clicca qui per vedere il video incorporato.

 

Clicca qui per vedere il video incorporato.

 

 

Il peso del gioco istallato per la parte di “interfaccia” alla piattaforma da PC7Mac è intorno ai 100 MB, per Mac è necessario 1GB di RAM mentre per le versioni di Windows compatibili ne servono 2. Se siete dei giocatori che non si fissano troppo su un titolo non vi consiglio si spenderci molti soldi, perchè alla fine con l’evoluzione e proposta continua di titoli ogni settimana quella dopo vi dimentichereste di averlo scaricato e l’esperienza è più che sufficiente anche con le armi che trovate in mappa, mentre se vi appassiona e prende mi sento tranquillamente di dirvi che è il miglior gioco a livello di esperienza e possibilità di accesso.

Per Mac ne ho provati anche altri altrettanto validi ma oltre a essere a pagamento anche per un esperienza di gioco base (mentre questo è gratuito) non offrono l’accesso da ben tre piattaforme di gioco diverse (Facebook possiamo considerarlo così da quando ha aperto e lanciato anche questo servizio), sconsigliato solo per motivi pratici anche a chi gioca in movimento perchè serve una connessione al web continua per interagire con gli altri della squadra.

 

 

Se questo gioco è di vostro gradimento, vi invito anche a seguire:

il blog che mostra tutte le offerte inoltrate ai giocatori per email

il forum, dove iscriversi e chiedere aiuto e consigli (lingua inglese, ovviamente se incontrate degli italiani e fate fatica a parlarlo o scriverlo meglio per voi)

Post Originale: UberStrike HD (per Mac, Windows e Facebook) si aggiorna con due nuove mappe e offre il 50% di sconto sull’arma cannone su http://www.CellularMagazine.it


Continua la lettura dell’articolo su Blog Cellulari

Posted in Blog CellulariComments (0)

Prime cover iPhone 5:nuova foto online


Prime cover iPhone 5:nuova foto online su: iPhone 5

Prime cover iPhone 5:nuova foto online

Nelle ultime ore su internet è stata trovata un’immagine relativa al nuovo iPhone 5 con tanto di cover, la foto non è stata pubblicata da un utente ma da un rivenditore di custodie. In realtà non si tratta di una notizia così improvvisa, infatti, sono molti i rivenditori online che permettono agli utenti ansiosi di immaginare le dimensioni e le forme geometriche dei melafonino.

L’immagine ovviamente ha fatto il giro del web visto che ha permesso a numerose persone interessante all’acquisto, di dare uno sguardo dettagliato alle dimensioni ed alle geometrie del nuovo dispositivo. Analizzando nel dettaglio l’immagine, possiamo notare la presenza di uno schermo esteso da 4 pollici 15:9 oltre al nuovo connettore dock dalle dimensioni più contenute rispetto ai modelli precedenti. Ovviamente non abbiamo la certezza matematica del fatto che si tratti di un modello funzionante del prossimo iPhone 5, ma comunque ci permette di avere un’idea generale di quelle che potrebbero essere le forme del dispositivo targato Apple.

Nel frattempo continuano le conferme relative alla presentazione ufficiale per il 12 settembre. Dobbiamo confermare che sono numerose le fonti in cui si parla di nuove cover dedicate ad iPhone 5 e ovviamente qualcosa di reale esiste e per questo motivo le notizie sono da prendere con una certa serietà.

Visto che molti blog dedicati al mondo Apple continuano a confermare la commercializzazione anticipata di iPhone 5 ( prevista per il 12 settembre) non è da escludere che i produttori di accessori, abbiano accelerato i  progetti per portarsi avanti a causa della modifica del periodo di lancio.

Ancora non è stato possibile capire se gli accessori pubblicati in foto online sono davvero ufficiali, oppure se si tratta di rumors e di finte speranze. Il popolo Apple attende con ansia informazioni ufficiali sulle cover di ultima generazione per iPhone 5, che ne dite? Saranno più ergonomiche e innovative rispetto al passato

Continua la lettura dell’articolo su Iphone-5.it

Posted in Iphone-5.itComments (0)

iPhone 5: già disponibili le custodie?


iPhone 5: già disponibili le custodie? su: iPhone 5

iPhone 5: già disponibili le custodie?

iPhone 5 non è ancora uscito in commercio e non si conosce nemmeno la data ufficiale, eppure alcune aziende attive nella produzione di custodie, stanno già realizzando i primi accessori per il futuro melafonino.

Non ci sono informazioni ufficiali che confermano che iPhone 5 possa avere un design simile ai precedenti modelli, sarà solo un po’ grande. Ebbene sul web arrivano ufficialmente le prime foto relative alle custodie, ipoteticamente dedicate al melafoniono di 6 generazione.

La pubblicazione di queste immagini non lascia spazio ad alcun dubbio e ancora una volta le informazioni arrivano da un sito inglese: Mobile Fun. Vi state chiedendo come si fa ad essere sicuri che le custodie saranno quelle per iPhone5? A prima vista si vede che manca il foro per il jack da 3,5 millimetri e tutti sano che lo spostamento di questo foro è una delle caratteristiche che più volte è stata confermata nelle indiscrezioni di iPhone 5.

Visto che la produzione di iPhone 5 è già stata confermata e avviata, la produzione delle nuove custodie è sicuramente partita e  queste immagini sono l’ennesima conferma. Molti non sanno che non è nella politica di Apple mandare progetti ed esempi di prototipi dei prodotti ai curatori degli accessori.

In questo modo si può offrire alla concorrenza la possibilità di accedere a un gran numero di accessori per il proprio melafonino, senza preoccupazioni e problemi di compatibilità. Solitamente questo vale per i partner ufficiali che sono vincolati da un patto di segretezza, quindi non ci resta che attendere le conferme ufficiali.

Continua la lettura dell’articolo su Iphone-5.it

Posted in Iphone-5.itComments (0)

Samsung presenta lo smartphone Android Qwerty Galaxy Chat


CellularMagazine.it

 

Questa volta Samsung non propone un Qwerty smartphone in stile Pro con tastiera più larga che alta ma ha preferito valorizzare lo schermo da 3″ lasciando un minore spazio per la tastiera, per farmi capire meglio è come la serie Pro di Motorola ma con tutto lo stile Samsung dal colore bianco perla all’interfaccia Android ICS modificata in funzione della presenza di una tastiera fisica (può sembrare ovvio ma non per tutti, i tre pollici sono tutti per l’interazione e mai una tastiera virtuale ruberà visuale).

Da notare su indicazione di Google per Android 4 ICS che Samsung ha previsto solo tre tasti virtuali per il menù, casa e indietro anche questi fuori dallo schermo; il nome chat tra l’altro ricorda la piattaforma di messaggistica proprietaria multi-piattaforma di cui vi ho parlato qualche volta su CellularMagazine.

 

Iniziamo con le caratteristiche tecniche, importanti per gli standard della clientela e devo dire ben bilanciate con il prezzo a cui viene proposto:

 

 

a riguardo spiace costatare l’odiosa soluzione A-Gps e la risoluzione della fotocamera posteriore, un prodotto pensato per messaggiare deve poter allegare anche foto ben fatte, mi ha invece colpito in positivo la presenza di applicazioni particolari per lavoro e produttività create da Samsung, design e il tipo di prodotto: le previsioni di vendita sui Qwerty sono in salita e chi scrive tanti messaggi avere più soluzioni tra cui scegliere è una ottima cosa.

 

Il comunicato, evidenziati per saltare agli occhi i punti più importanti oltre le specifiche di cui sopra:

 

 

Samsung Electronics, leader mondiale nei media digitali e nelle tecnologie di convergenza digitale, annuncia il nuovo Samsung GALAXY Chat. Pensato per i consumatori più social, questo smartphone giovane e potente consente agli utenti di raggiungere i propri contatti in modo semplice e intuitivo.
Samsung GALAXY Chat ha un design elegante e compatto, ideale per chi è vuole distinguersi con stile. Basato sul sistema operativo Android 4.0 (Ice Cream Sandwich), combina un display touch da 3 pollici con una comoda tastiera QWERTY, per rendere la vita sociale sempre più facile e divertente.
Inoltre, sullo smartphone è precaricato ChatON, l’applicazione gratuita di Samsung ideata per qualsiasi dispositivo (smartphone, tablet e pc), sistema operativo e stile di vita che ti consente di comunicare e condividere contenuti (foto, immagini, video, documenti, animazioni e tanto altro) con tutti i tuoi contatti. Con ChatON puoi creare inoltre messaggi animati e avviare chat di gruppo. Anche gestire la posta elettronica diventa più semplice grazie a funzioni di ricerca facilitata, una barra dei menu interattiva per navigare sul web senza interruzioni e la possibilità di archiviare le mail in cartelle, per un accesso ancora più rapido e immediato. Che si tratti di scrivere e-mail, effettuare ricerche su Internet o connettersi ai social network preferiti, Samsung GALAXY Chat integra valide configurazioni per monitorare l’utilizzo dei propri dati mese per mese.
Muoversi nei menu delle applicazioni è un gioco da ragazzi grazie a icone che incorporano effetti in 3D, una barra delle applicazioni preferite completamente personalizzabile e la possibilità di ridimensionare e spostare i widget in base ai propri gusti ed esigenze. Inoltre, è possibile accedere alla fotocamera o visualizzare le notifiche in sospeso direttamente dalla schermata di blocco, e il multitasking risulta ancora più agevole grazie a funzioni come la chiusura istantanea delle applicazioni semplicemente toccando l’icona.
Samsung GALAXY Chat dispone dello speciale Game Hub, precaricato con i giochi più famosi per soddisfare la voglia di intrattenimento di tutti gli utenti; con AllShare Play si possono invece condividere i contenuti multimediali preferiti da/a altri dispositivi connessi. Per gestire al meglio il lavoro fuori casa e fuori ufficio, l’applicazione Quick Office offre una più facile visualizzazione e gestione dei propri documenti, consentendo di lavorare con Microsoft Word, Excel o Power Point, mentre l’applicazione Samsung S Planner aiuta a ricordarsi degli appuntamenti e a organizzare la propria agenda in maniera pratica e intuitiva.

Samsung GALAXY Chat sarà disponibile a partire dal mese di agosto presso le principali insegne di elettronica di consumo e operatori di telefonia mobile. Prezzo consigliato al pubblico: 139 euro (IVA inclusa).

Post Originale: Samsung presenta lo smartphone Android Qwerty Galaxy Chat su http://www.CellularMagazine.it


Continua la lettura dell’articolo su Blog Cellulari

Posted in Blog CellulariComments (0)

iPhone 5 e iOS 6: la presentazione è vicina?


iPhone 5 e iOS 6: la presentazione è vicina? su: iPhone 5

Sul web arrivano delle notizie interessanti ciPhone 5 e iOS 6: la presentazione è vicina?he riguardano l’uscita di iPhone 5 e iOS 6, infatti, secondo le ultime indiscrezioni pubblicate in rete, la data di presentazione ufficiale potrebbe essere il 7 agosto.

Secondo il nostro punto di vista si tratta di una data piuttosto azzardata, quindi in anticipo rispetto all’uscita di ottobre. La presentazione avverrà in maniera contemporanea al nuovo sistema operativo iOS 6? Pare che l’idea di Apple sia quella di contrastare gli ottimi risultati delle vendite di Samsung Galaxy S3 e il calo di ordinazioni dell’ iPhone 4S. Non pensate che il 7 agosto sia una data troppo vicina per lanciare il nuovo iPhone 5 proprio durante il periodo delle vacanze?

Un altro indizio arriva dal lancio della nuova versione Beta di iOS 6 che scadrà il 30 Settembre prossimo. E’ probabile quindi che Apple abbia deciso di presentare la versione definitiva del nuovo sistema operativo e il nuovo iPhone 5 dopo questa data. Ovviamente si tratta semplicemente di innumerevoli indiscrezioni che porteranno a scoprire quali sono i piani reali di Apple. Voi che ne pensate? Non è troppo presto per lanciare un nuovo melafonino in commercio?

Apple potrebbe sbagliare ad avere tutta questa fretta,infatti, la soluzione di combattere la concorrenza, effettuando un aggiornamento e un lancio improvviso, potrebbe ricontorcersi contro la vendita dei dispositivi e soprattutto della loro qualità.

iPhone 5 arriverà ad ottobre oppure ad agosto? Si accettano scommesse per capire che cosa succederà all’interno dell’universo Apple.

Continua la lettura dell’articolo su Iphone-5.it

Posted in Iphone-5.itComments (0)

Mancano solo pochi giorni all’APPS DAY 2012: ecco tutto ciò che dovete sapere!


Manca davvero poco all’evento più atteso dell’estate tecnologica italiana, l’Apps Day 2012 organizzato da iPhoneItalia, iStuff e Aquafan. Dopo aver svelato il nome del fortunato lettore che ha vinto un soggiorno gratuito a Riccione, con tanto di ingresso gratuito all’Aquafan e all’Oltremare proprio in vista dell’APPS DAY, è arrivato il momento di fornirvi un quadro completo sulle sorprese che vi attendono il 29 luglio all’Aquafan di Riccione.

iPhoneItalia, iStuff e Aquafan  si uniscono per organizzare insieme il più grande evento italiano dedicato al mondo iOS, l’Apps Day 2012.

L’Apps Day prevede la presentazione di applicazioni e prodotti esclusivi e in anteprima, ma anche colloqui e consulenze veloci con tecnici specializzati. Sarà anche disponibile un corner che offrirà il servizio gratuito di caricamento Apps per tutti coloro che, poco pratici, hanno comunque deciso di possedere un iPhone o un iPad. Lo staff di iPhoneItalia, inoltre, sarà a disposizione per soddisfare qualsiasi curiosità e chiarimento.

Logicamente non mancheranno giochi, attività dedicate al mondo Apple, premi in palio per chi verrà a trovarci e tante altre sorprese che vi sveleremo nelle prossime settimane. Insieme a noi troverete anche i ragazzi di iStuff, che offriranno la possibilità di provare gratuitamente tanti accessori per iPhone e iPad mai visti in Italia. E per tutti coloro che verranno a trovarci offriremo tantissimi regali: gadget di iPhoneItalia, codici per scaricare gratuitamente applicazioni e tanti accessori! Infine,  il clou della giornata sarà la presentazione delle migliori tre applicazioni italiane per iPhone e iPad, scelte dagli utenti del web. 

All’Apps Day è presente anche Swarmbit, la nuova applicazione gratuita che permette di scoprire che cosa sta accadendo nei dintorni. Per tutta la durata dell’evento, grazie a Swarmbit,  condivideremo in tempo reale con voi foto, video, immagini, musica, documenti e altri tipi di fileper non perdere nemmeno un minuto del nostro ricco programma della giornata. Tra uno scivolo e l’altro, potrai votare e commentare i contenuti già pubblicati e naturalmente contribuire anche tu condividendo foto e video e interagendo con le altre persone che si trovano all’Aquafan, anche se non le conosci… ancora!

Cosa vi attenderà il 29 luglio? Ecco qualche sorpesa in programma:

  • La danza AR.DRONE 2.0: proveremo e faremo provare il nuovo AR.DRONE di Parrot, un quadricottero capace anche di registrare video! E lo faremo sorvolando l’Aquafan!
  • Il Set fotografico: sarà presente un set virtuale per scattare simpatiche foto e condividerle al volo sul nostro canale Facebook. Un modo per dire “c’ero anch’io!”
  • Musica e Dj che suonano con iPhone e iPad
  • Sfida Hockey Arcade: un tavolino, un iPad e un gioco da fare a due! Chi vince la partita si porta a casa un fantastico gadget!
  • BarCamp: assistenza hardware gratuita da parte dei tecnici di iStuff! Come si smonta un iPhone? Come cambio cover all’iPad?
  • Assistenza software dallo staff di iPhoneItalia
  • iOS 6: mostreremo in anteprima il nuovo sistema operativo Apple
  • Etilometro: un accessorio originale e utile, da provare all’Aquafan. Usa l’iPhone per misurare quanto hai bevuto…
  • Tanti GADGET e applicazioni in regalo
  • Giochi a tema iPhone e iPad
  • Premiazione migliori app votate dagli utenti di iPhoneItalia
  • … e poi tante altre sorprese!

Noi saremo li!

Ad attendervi il 29 luglio ci sarà quasi tutta la redazione di iPhoneItalia. A prendere parte all’evento saranno, in ordine alfabetico, i seguenti blogger:

  • Andrea Cervone
  • Andrea Scrimieri
  • Emiliano Contarino
  • Giacomo Canal
  • Giuseppe Migliorino
  • Marco Desantis
  • Nicolas Cerbino
  • Nicolò Canal
  • Noemi Scala
  • Sara Canducci

L’Apps Day 2011 tra sorrisi e fotografie

A seguire proponiamo invece alcune immagini dell’Apps Day 2011, in modo tale che tutti voi possiate farvi un’idea più completa sull’imminente evento dedicato agli appassionati della tecnologia ed in particolare dei prodotti Apple.

Potete trovare l’album completo con tutte le foto dell’Apps Day 2011 sulla nostra pagina Facebook.

La partecipazione all’Apps Day 2012 è gratuita!

La partecipazione all’Apps Day 2012 è completamente gratuita! Non ci sono biglietti, non ci sono prenotazioni. Chiunque può aggregarsi al nostro staff e a quello di iStuff per ricevere assistenza o semplicemente per toccare con mano (possibilmente asciutta) uno dei prodotti Apple.

I prezzi per l’ingresso all’Aquafan sono invece riportati all’interno di questa pagina.

L’appuntamento è fissato per il 29 luglio all’Aquafan di Riccione. Non potete mancare!


Continua la lettura dell’articolo su Iphone Italia

Posted in IphoneComments (0)

Apple sta ‘investigando’ per cercare di risolvere l’exploit delle in-app purchase


Nella giornata di oggi vi abbiamo raccontato di un metodo scoperto da uno sviluppatore russo per cercare di scaricare le in-app purchase in maniera completamente gratuita. Immediatamente la notizia ha fatto il giro del mondo e, giustamente, Apple ha deciso di comunicare alla rete di essere “al lavoro per cercare di risolvere il problema”.

Questa mattina il sito web 9to5Mac ha riportato la notizia secondo la quale uno sviluppatore russo avrebbe scoperto un metodo per ottenere gratuitamente le in-app purchase della maggior parte delle applicazioni presenti sull’App Store. Inizialmente si pensava potesse essere un bug del sistema operativo, tuttavia con il passare delle ore è emerso che il problema probabilmente nasce da una errata implementazione delle in-app purchase da parte degli sviluppatori, quindi l’errore non starebbe prettamente in iOS, ma nel metodo con cui le in-app sono state implementate al suo interno.

Indipendentemente dalla causa scatenante, questa è una situazione che non sarebbe mai dovuta succedere, ecco che i ragazzi di CNET hanno immediatamente cercato di contattare Apple per ricevere una risposta in merito. Fortunatamente sono riusciti a ricevere una risposta, in particolare hanno parlato con il portavoce Natalie Harrison, la quale ha affermato che la sicurezza dell’App Store è estremamente importante per noi e per la comunità degli sviluppatori. Abbiamo preso atto dell’attività fraudolenta diffusa nella giornata di oggi, stiamo investigando”.

Al momento non è stato comunicato quando effettivamente prenderanno seri provvedimenti, tuttavia il blog tecnologico russo i-ekb.ru, che ha riportato per primo la notizia dell’exploit, ha notato che il provider del sito che permette questo tipo di attività è già stato contattato dall’azienda di Cupertino con l’intimazione di chiudere al più presto l’indirizzo web dedicato.

Vi terremo informati sui nuovi sviluppi.

[via]


Continua la lettura dell’articolo su Iphone Italia

Posted in IphoneComments (0)

Apple chiude i siti web che offrivano l’accesso alle beta di iOS in cambio di denaro


Nel mese scorso Andy Baio scriveva un’interessante storia per Wired raccontando il mondo in cui migliaia di persone vendevano l’accesso alle beta di iOS ad una lunga schiera di utenti non sviluppatori. In questi giorni è stato notato che Apple ha iniziato a chiudere tutti quei siti web in cui si trattavano tali argomenti.

Nel corso di giugno Andy Baio scriveva una storia sulla rivista Wired in cui descriveva dettagliatamente il mondo che si celava alle spalle dell’accesso alle versioni beta del sistema operativo iOS. In genere l’accesso a tali release è concesso solamente agli utenti che hanno registrato il proprio UDID (Unique Device Identifier) come sviluppatori, ovvero hanno pagato una somma di 99$ all’anno. Oltre naturalmente al device registrato, l’azienda di Cupertino offre l’opportunità di collegare anche altri 100 dispositivi provvisori, pagando la cifra una sola volta.

Come indicato, il costo per un normale sviluppatore è di 99$, tuttavia i siti in cui si vendeva l’accesso alle versioni beta offrivano il servizio ad un prezzo compreso nel range dei 10$. Leggendo l’articolo di Baio troviamo:

Per un piccolo sviluppatore le attivazioni non autorizzate potrebbero essere un business veramente redditizio, tanto che varrebbe la pena correre i rischi del caso. Leggendo i vari siti elencati è possibile visualizzare la lunga coda di persone in attesa dell’attivazione, ma sopratutto trovate un elenco di tutti i device attivati, ben 2’300 nell’ultima settimana.

Al costo di 8,99$ per ogni attivazione, i 23 sviluppatori, pagando solamente 2’277 dollari, sono riusciti a raggiungere un fatturato da 20’600 dollari. Leggendo la loro homepage è possibile notare che oltre 19’000 dispositivi sono stati attivati sino ad ora e che le attivazioni possono essere rinnovate ogni anno a costo zero, ricordando infatti che l’account sviluppatore ha durata annuale.

In seguito alla pubblicazione dell’articolo di Baio, la maggior parte dei siti web citati dallo stesso (che qui omettiamo per vari motivi) hanno misteriosamente iniziato a chiudere, tanto che molte persone si sono domandate se effettivamente alle spalle di tutto questo non vi fosse altro che Apple.

Incuriositi da tale situazione, i ragazzi di MacStories hanno iniziato ad investigare e sono riusciti a contattare un proprietario di uno dei suddetti portali web citati nell’articolo di Baio. L’utente (che per ovvie ragioni ha preferito restare anonimo) ha confermato che il sito è stato chiuso in seguito ad una denuncia da parte di Apple per violazione del copyright.

Nella mail inviata alla redazione di MacStories, il proprietario del sito afferma di aver guadagnato all’incirca 75’000 dollari dal momento in cui Apple ha rilasciato la prima beta di iOS 6 per gli sviluppatori. Leggendo la mail inviata, lo stesso crede che “ i nostri servizi non hanno in nessun modo infranto le linee guida per iOS 6″, allo stesso modo afferma che la chiusura del sito non li fermerà, infatti sono già pronti ad avviare una nuova realtà attraverso un differente dominio web.

Contattando altri siti, i ragazzi di MacStories non sono stati molto fortunati, nello specifico hanno ricevuto una sola risposta con un “no comment” e “l’articolo di Wired ha causato la fine del nostro sito”.

A quanto pare, nel momento in cui Wired ha pubblicato il proprio articolo, Apple si è finalmente decisa di avviare azioni legali per chiudere al più presto tutti i portali coinvolti nel traffico illegale della vendita di UDID. Già lo scorso anno l’azienda di Cupertino aveva chiuso diversi account per sviluppatori in quanto avevano venduto i propri slot UDID ad altri utenti, la stessa Apple ci ricorda che “distribuzioni non autorizzate sono proibite e potrebbero essere perseguite a norma di legge”.

In conclusione al lunghissimo discorso, un fatto è particolarmente sorprendente, a quanto pare infatti uno dei più popolari siti web da cui è possibile acquistare l’accesso alle beta di iOS risulta essere ancora online. Tuttavia la pagina dalla quale è possibile accedere all’elenco di richieste in sospeso è offline e lo stesso si può dire dell’altro portale a cui gli stessi proprietari si appoggiano.

Ricordate comunque che vendere l’accesso alle beta di iOS è una pratica assolutamente illegale.

[via]


Continua la lettura dell’articolo su Iphone Italia

Posted in IphoneComments (0)

Prime custodie per iPhone 5


Prime custodie per iPhone 5 su: iPhone 5

Il mondo Apple è in costante evoluzione e recentemente abbiamo scoperto che la maggior parte degli accessori per iPhone 4 non saranno compatibili con il nuovo smartphone.

Da parecchio tempo in rete si legge di indiscrezioni relative su iPhone 5  e i vari produttori mondiali di custodie si basavano sulle voci di un tempo per produrre cover dedicate alla nuova generazione. Insomma, i rumors dicevano una cosa e poi la realtà è stata un’altra. Particolarmente amara per i produttori di custodie che si erano fidati di ciò che veniva scritto senza sosta sul web.

Attualmente sul web circolano pochissime immagini relative alle custodie e alle scocche delle nuova generazione di iPhone, ma  le aziende che stanno attivando i loro progetti sono già attive.

La stessa compagnia sottolinea come il telefono avrà le dimensioni di 123.83 x 58.47 x 7.6 millimetri, un display touch da 4 pollici e un connettore Dock più piccolo.

Pura speculazione, o come ogni leggenda che si rispetti c’è un fondo di verità?

Continua la lettura dell’articolo su Iphone-5.it

Posted in Iphone-5.itComments (0)

Google Maps 3D e offline? Bello ma guardiamo anche i problemi e il rovescio della medaglia


CellularMagazine.it

 

Di recente si è parlato di Google Maps su tre diversi versanti: in iOS perchè Apple a questo punto non può più permettersi di dipendere da un servizio concorrente e dalla sesta versione del suo sistema operativo mobile potremo vedere dei cambiamenti frutto del lavoro di anni precedenti a oggi, il secondo: in settimana il sito web di Maps è andato offline per permettere a Google di caricare nuove mappe in tre dimensioni per posti dove prima non erano disponibili e il terzo che vorrei trattare in questo articolo sono le mappe 3D complete e offline.

Non fraintendete lo spirito positivo con cui guardo questo tipo di notizia, fa piacere e la trovo molto buona anche io non sono di certo dalla parte degli operatori che sui piani dati sopratutto all’inizio hanno lucrato all’inverosimile fino a poi tranquillizzarsi ma ci sono una serie di problemi per cui Maps Offline potrebbe creare disequilibri incolmabili nel mercato e potrebbe costringere Google a fare dietro front oltre a altri punti che vi spiegherò nel mio articolo.

 

Già una azienda francese di nome Bottin Cartographes a febraio di quest’anno ha fatto causa contro Google quando sul mobile venne introdotta per la prima volta il download di porzioni di mappe da consultare offline, il problema non è il fatto che intraprese una azione legale per posizione dominante del mercato ma il successo di tale azione legale.

Il problema per chi non riuscisse a arrivarci a logica sta nel fatto che per offrire un software tutti sostengono dei costi, ma se tu lo offri gratis e hai comunque introiti pubblicitari io che chiedo qualcosa per farti fruire del mio sistema di navigazione non riesco più a vendere e tu diventi monopolista almeno per quanto riguarda il mercato privato, per l’ambito business è tutta un’altra cosa.

 

L’ostacolo più grande secondo me saranno le alleanze e depositi di denuncie in tutti i tribunali dei paesi in cui Google farà questo passo non solo da una società singola ma da grandi nomi insieme in modo da essere compatti e poter pagare gli avvocati migliori.

 

E’ già successo con Google News circa tre anni fa una centralizzazione di un settore della comunicazione, allora gli editori italiani definirono Google “il pidocchio della Silicon Valley” ma bene o male dato che potrava visite ai loro giornali online hanno iniziato a tollerare e lo fanno tutt’ora, infatti loro non ricevono certo soldi o entrate a eccezione di qualche click su banner; figuriamoci appunto con colossi come Navigon, Garmin o altre insieme cosa potrebbe succedere.

 

 

Ci sono poi un’altra serie di piccoli/medi problemi di carattere tecnico, se tutte le mappe del mondo da Google Maps fossero disponibili offline ci vorrebbero nella migliore delle ipotesi 10 GB di spazio libero nella memoria interna o su SD per permettere al GPS* di posizionare offline il terminale su contenuti già scaricati e elaborare percorsi andando a caricare ancora di più il processore e la batteria riducendo la qualità e durata della vita del dispositivo.

Ho messo un asterisco accanto a GPS perchè ci sono smartphone e tablet che hanno l’A-GPS e non quel tipo di antenna di posizionamento e per loro una versione di Google Maps offline non servirebbe a niente perchè per il tracciato della posizione hanno bisogno di pacchetti dati da rete wirless. A questo proposito invito i lettori a consultare la scheda tecnica del loro smartphone per sapere quale dei due hanno.

 

Poi che Google Maps arrivi e faccia tutti contenti per molti sarà qualcosa di positivo per risparmiare qualcosina sul piano del proprio operatore e ci mancherebbe che questo non sia così, ma credo che vedere il rovescio della medaglia sia sempre un bene; vi ricordo che i commenti sono tutti per voi e servono a ampliare anche il mio punto di vista oltre al vostro.

 

Post Originale: Google Maps 3D e offline? Bello ma guardiamo anche i problemi e il rovescio della medaglia su http://www.CellularMagazine.it


Continua la lettura dell’articolo su Blog Cellulari

Posted in Blog CellulariComments (0)

Il genio del web


Akinator, il genio del web che indovinerà qualunque personaggio a cui voi pensiate; incredibile ma vero, provare per credere, amici di Tecnonerd!



Continua la lettura dell’articolo su Tecnonerd.it

Posted in Tecnonerd.itComments (0)

Pagina 1 di 712345...Ultima »
96 queries in 0,569 seconds.