Tag Archive | "voluto"

Il nuovo iPhone 5 si chiamerà iCom?


Il nuovo iPhone 5 si chiamerà iCom? su: iPhone 5

Il nuovo iPhone 5 si chiamerà iCom?Nuove indiscrezioni su iPhone 5 e questa volta non riguardano caratteristiche tecniche ma il nome. La notizia che vi forniamo oggi arriva da fonti giapponesi.

Ieri abbiamo confermata che la produzione del nuovo smartphone Apple è stata ufficialmente avviata e oggi possiamo parlare di una novità. Ormai delle caratteristiche integrate ne sappiamo di tutti i colori, gli operatori di telefonia stanno facendo scorta di mini schede Sim che molto probabilmente verranno integrate nel melafonino di ultima generazione. Alcuni rapporti resi noti nel mese di giugno hanno ipotizzato che Apple starebbe progettando nano-SIM per il nuovo standard 4FF, selezionato dall’European Telecommunications Standards Institut.

Ora abbiamo le notizie che lo confermano e arrivano dal Financial Times, gli operatori aspettano che l’ iPhone5  guardi ad una nano Sim dal design snellito e ovviamente sono in fase di produzione milioni di card nei magazzini. Apple non ha voluto commentare questa notizia e ovviamente la maggior parte delle persone sono rimaste colti di sorpresa alla ricezione di questa notizia.

Un’ altra novità molto probabile riguarda il nome del melafonino che potrebbe non avere lo stesso nome dei modelli precedenti. Infatti il nome finale del melafonino potrebbe essere iCom, “Chiamare qualcosa smartphone, significa dire alla gente che il nucleo di esso è ancora un telefono, una macchina la cui parte superiore si avvicina all’orecchio e la cui parte inferiore si mette sulle labbra” spiega News.cnet.

Apple molto probabilmente vuole differenziarsi dalla massa e procedere in tal senso scegliendo un nome che sia in grado di destare l’attenzione rispetto alla concorrenza.

Continua la lettura dell’articolo su Iphone-5.it

Posted in Iphone-5.itComments (0)

Surface e Surface Pro le loro caratteristiche tecniche e le differenze


CellularMagazine.it

Microsoft ha presentato qualche giorno fa due nuovi tablet Surface e Surface Pro con il nuovo sistema operativo Windows 8 vediamo insieme le loro caratteristiche tecniche.

Surface

Ecco qui i nuovi tablet presentati al keynote di Microsoft qualche giorno fa e che a detta della casa produttrice riscuoteranno un ottimo successo rivoluzionando il modo di lavorare, effettivamente i due tablet portano con se novità non di poco conto come la possibilità di poter essere utilizzati e sfruttare programmi anche del mondo desktop, ma vediamo insieme come.

Microsoft nel lavorare sul suo nuovo sistema operativo Windows 8 ha voluto rendere l’esperienza dei proprio utenti unica, permettendo a  questi di poter integrare i dispositivi mobili con quelli desktop e facendo quindi in modo di realizzare una piattaforma che possa essere in grado di essere portatile ma anche “fissa”.

Con la presentazione di questi nuovi tablet Microsoft riesce a ottenere proprio quello che voleva, infatti nel caso di Surface Pro quest’ultimo è dotato di una versione di Windows 8 basata su x86 e quindi in grado di poter “leggere” programmi ideati per piattaforme desktop e di essere quindi una sorta di ibrido capace di unire il mondo mobile con quello dei notebook.

Oltre a questa novità, che già rappresenta un grosso passo in avanti non solo per Microsoft ma anche per tutto il mondo tecnologico, la casa produttrice ha dato la possibilità hardware di poter inserire in questo Surface Pro anche un tastiera fisica e trasformarlo quindi in un vero  e proprio ultrabook di ultima generazione come potete vedere in foto.

Come già detto però i modelli prodotti sono due e mentre il Surface Pro di cui abbiamo parlato ora possiede caratteristiche da ultrabook il Surface non permetterà la compatibilità con programmi desktop ma potrà utilizzare solo applicazioni ideate nel market Windows come succede per Android e Apple, e sarà come un “normale” tablet.

Nello specifico però vediamo insieme quali caratteristiche tecniche troviamo nei due tablet, in Surface possiamo trovare uno schermo da 10,6 pollici in HD 1280X720 un peso di 676 grammi con spessore di 9,3mm slot micro Sd, porta USB e antenna WiFi, per le altre caratteristiche tecniche più precise non sono state al momento fornite e sipensa che il modulo 3G non faccia la sua comparsa in nessuno dei due modelli almeno per ora.

In Surface Pro invece troviamo uno spessore di 13,5mm un peso di 903 grammi, un processore Ivy Bridge core i5 uno schermo fullHD con risoluzione 1920 X 1080, Micro SD ,USB 3.0, e schermo con la stessa diagonale del suo “fratellino più piccolo” di 10,6 pollici.

Per ora quindi nessuna versione 3G per i prezzi dei due tablet si pensa che per il primo Surface il costo sarà di circa 400-500 € mentre per il Pro sarà di 600-700€, vedremo come questi tablet rivoluzioneranno il modo di usare internet ed i tablet.

Post Originale: Surface e Surface Pro le loro caratteristiche tecniche e le differenze su http://www.CellularMagazine.it


Continua la lettura dell’articolo su Blog Cellulari

Posted in Blog CellulariComments (0)

Google Maps: evento per le mappe in 3D il 6 giugno


Google sta cercando di mettere i bastoni tra le ruote ad Apple, che il prossimo 11 giugno, al WWDC 2012, presenterà quasi sicuramente un nuovo servizio proprietario di mappe con 3D. L’azienda con sede a Mountain View, che fino ad oggi distribuiva le mappe su iOS, ha voluto battere sul tempo Apple fissando un evento […]


Continua la lettura dell’articolo su iPhoner

Posted in iPhonerComments (0)

Ricambi iPhone 5: circolano i primi listini!


Ricambi iPhone 5: circolano i primi listini! su: iPhone 5

Come è già successo in passato, a volte rivelando prima del tempo informazioni esatte, le aziende distributrici di componenti elettronici cinesi diffondono in anteprima rumors e indiscrezioni sui dispositivi in uscita.

Il team di ricambiphone.com ci segnala di aver ricevuto dal proprio fornitore di Shenzhen, Cina, un listino prezzi che comprende pulsanti home per iPhone 5 bianci e neri, una fotocamera, ed anche un interessante digitizer per un fantomatico iPod touch con monitor da 4.1 pollici anzichè 3.5. Salta subito all’occhio la decisione di mantenere il tasto home, che secondo alcuni rumors sarebbe stato eliminato dall’iPhone 5, e la presenza di un dispositivo con monitor di dimensioni più grandi che lascia pensare che anche iPhone 5 seguirà il trend ed avrà un monitor con dimensioni maggiori di 4 pollici.

Questo aspetto è particolarmente discusso poiché Steve Job giudicava poco usabili ed ergonomiche queste dimensioni per chi avesse voluto impugnare il telefono con una sola mano, e magari scrivere contemporaneamente sul touch.

Nessuno può sapere se si tratti di dati reali ma siccome il fornitore è reale ed ha rilasciato questo listino in carta intestata, abbiamo ragione di credere che ci sia un motivo per prendere in considerazoine questi dati.

Ecco un immagine estratta dal file pdf del nuovo listino ricambi che il fornitore in questione a inviato ai propri clienti.

Continua la lettura dell’articolo su Iphone-5.it

Posted in Iphone-5.itComments (0)

iPhone 5: gli ultimi Rumors della rete


Ecco le ultime novità che riguardano il nuovo iPhone 5, molti sono i rumors che circolano in rete riguardanti il dispositivo vediamo insieme quali sono i più attendibili.

Come sempre in rete piovono news che spiegano quali potrebbero essere le caratteristiche del nuovo dispositivo Apple iPhone 5, e tra queste ci sono alcune che hanno fondamenta logiche ed altre che sono improbabili.

Tra quelle esteticamente più attendibili troviamo la possibilità che Apple “allarghi” i pollici del nuovo device e quindi da uno schermo da 3.5 pollici si passi ad uno da 4 pollici con proporzioni che però potrebbero variare, come infatti potete vedere nel mockup di Dan Provost qui sopra da un rapporto attuale di di 4:3 del iPhone 4s si potrebbe passare con 4 pollici a rapporti diversi, ma ciò comporterebbe per gli sviluppatori una serie di modifiche alle app e quindi una compatibilità mancante senza contare poi che Apple difficilmente tocca le proporzioni dei dispositivi in quanto questo varierebbe ciò che per Apple è una costante di design”Zen” che Steve Jobs ha sempre voluto tener ben precisa.

Quindi in realtà possiamo dedurre che Apple probabilmente cambierà le dimensioni ma non possiamo sapere che rapporto avrà lo schermo.

Un’altra caratteristica estetica che quasi sicuramente cambierà sarà il case, il retro di iPhone 5 infatti sarà fatto di diverso materiale rispetto a quello di iPhone 4 e iPhone 4s, il nuovo materiale sarà il Liquid Metal , materiale che è stato usato fino ad ora da Apple solo per  creare le chiavi togli SIM e di cui Apple è proprietaria del brevetto, sembra infatti che questa nuova lega abbia molte peculiarità tra cui la resistenza.

Il case secondo alcune indiscrezioni sarà unibody, e completamente ridisegnato, anche se però questa scelta a mio parere mi sembra abbastanza improbabile perché se Apple avrà intenzione di aumentare le caratteristiche Hardware del dispositivo come ha fatto per il nuovo iPad questo dovrà comportare una revisione anche del resto compresa la durata della batteria, e quindi in realtà un inspessimento del dispositivo, ragione per cui il corpo unico mi sembrerebbe scomodo da applicare.

Per quanto riguarda l’uscita del dispositivo invece possiamo attestarci più probabilmente ad ottobre di quest’anno anche se alcune voci provenienti dagli stabilimenti Foxconn dichiarano che iPhone 5 dovrebbe vedere la sua uscita già in giugno.

Insomma come potete capire come sempre Apple tiene lo stretto riserbo sulle sue creazioni, non ci resta che aspettare e vedere se questa volta Apple riuscirà a meravigliare ed a tenere alto il suo nome e la sua fama.

 

Post Originale: iPhone 5: gli ultimi Rumors della rete su http://www.CellularMagazine.it


Continua la lettura dell’articolo su Blog Cellulari

Posted in Blog CellulariComments (0)

Aspettando iPhone 5 Apple sbanca con le sue App


Aspettando iPhone 5 Apple sbanca con le sue App su: iPhone 5

Mentre cresce di giorno in giorno l’ attesa per il nuovo Melafonino, l’ iPhone 5, l’attenzione si sposta sul mercato delle applicazioni e come sappiamo l’ App Store è il ritrovo naturale per gli appassionati della Mela.

Flurry ha voluto mettere a punto una ricerca per vedere quali utenti si dimostrano più propensi ad acquistare le applicazioni. In altre parole, comprano più gli utenti Android o Apple? La risposta data dalla ricerca sembra essere molto decisa: gli utenti Android comprano meno, mentre quelli Apple si dimostrano più propensi all’acquisto nell’App Store.

Entrando nel dettaglio: per ogni dollaro speso da un utente Apple, un utente Amazon ne spende 89 centesimi, mentre chi ha Android spende massimo 23 centesimi per le prossime applicazioni. Cosa può significare tutto ciò? Che i clienti Apple dimostrano sempre continua fiducia nella casa produttrice di Cupertino. Anche gli sviluppatori preferiscono lo App Store di Apple, anche perché si tratta di un negozio virtuale molto più fruttuoso di quelli della concorrenza.

Tutto questo non può che fortificare l’idea che i prodotti Apple, in questo caso le varie applicazioni, sono davvero un must have e che il pubblico crede ciecamente in tutto quello che questa azienda propone. Il sostegno del grande pubblico è quello che rende grande la casa produttrice di Cupertino e a giudicare dalle cifre e dalle interviste questo è davvero immutato e costante.

La Apple, quindi, almeno in questo settore delle App non ha da temere nessuna concorrenza.

Continua la lettura dell’articolo su Iphone-5.it

Posted in Iphone-5.itComments (0)

Il blocco con codice di iOS è vulnerabile? Non proprio…


Alcuni giorni fa vi abbiamo parlato di un’azienda svedese, la Micro Systemation, in grado di bypassare la password di protezione dell’iPhone e di accedere a diversi dati, quali GPS, registro chiamate, contatti e messaggi. Le affermazioni dell’azienda sono state controllate da diversi gruppi di hacker, tra i quali anche il noto @chronic autore di diversi tool per il jailbreak. L’hacker ha voluto rassicurare gli utenti iOS, minimizzando la “scoperta” della Micro Systemation.

Micro Systemation è un’azienda Svedese che aiuta la polizia e l’esercito a bypassare sistemi di sicurezza digitali sparsi per tutto il mondo; in questi giorni ha pubblicato su Youtube un video (ora rimosso) in cui mostra quanto sia facile bypassare la password di protezione dell’iPhone. Gli addetti hanno utilizzato una piccola applicazione chiamata XRY in grado di bypassare il codice di protezione dello smartphone iOS o Android, salvarlo su PC, decriptarlo e visualizzare rapidamente tutte le informazioni contenute nel dispositivo quali localizzazione GPS, files, contatti, immagini, messaggi e molto altro. Ma sarà tutto vero?

@chronic spiega che l’applicazione XRY non usa un exploit simile a quello utilizzato dagli ultimi programmi per il jailbreak come invece affermava l’azienda svedese, in quanto si limita a caricare un ramdisk personalizzato dell’ormai noto exploit “limera1n” di Geohot accessibile da mesi al pubblico. Tale ramdisk non è nemmeno molto speciale, perchè chiunque con un po’ di conoscenze informatiche avrebbe potuto buypassare il codice sfruttando tale exploit ormai open source. Inoltre, la procedura mostrata dalla Micro Systemation funziona solo se l’utente ha impostato come password quattro zeri (“0000″) e non funziona su iPhone 4S, iPad 2 e nuovo iPad, in quanto i chip A5 e A5x non sono più vulnerabili all’exploit scoperto da Geohot.

[via]


Continua la lettura dell’articolo su Iphone Italia

Posted in IphoneComments (0)

Nokia svelerà uno smartphone che renderà l’iPhone “un pezzo d’antiquariato”?


Nokia sta per lanciare il nuovo entusiasmante Lumia 900 con Windows Phone, questi, grazie ad una serie di sovvenzioni, potrà essere tranquillamente acquistato a circa 99$. Tuttavia, oltre al suddetto interessante dispositivo, pare che l’azienda stia lavorando ad un progetto a dir poco futuristico.

In un’intervista al giornare Kauppalehti, il designer di Nokia Marko Ahtissari ha affermato che la compagnia è attualmente al lavoro per la creazione di un rivoluzionario dispositivo che farà sembrare tutti gli altri dei pezzi d’antiquariato. Nello specifico, tale prodotto dovrebbe montare il nuovo sistema operativo Microsoft quale Windows Phone, in quanto OS come Symbian e Android vengono definiti come “case di bambole”.

Sfortunatamente Ahtissari non ha voluto rilasciare alcuna informazione dettagliata sulle specifiche del device, tuttavia egli ha affermato che sarà talmente rivoluzionario da non richiedere alcun tocco da parte dell’utente. In altre parole, basterà parlarvi e lo smartphone opererà da solo.  Da quanto detto, pare che la tecnologia dovrebbe essere molto simile a Siri, ma perché non pensare anche ad un sensore in stile Microsoft Kinect?

In seguito a tali affermazioni, un portavoce di Nokia ha voluto precisare che quanto detto da Ahtissari corrisponde ad una serie di idee che lo stesso designer ha promosso sin dal Dicembre 2010, tuttavia non ha voluto rilasciare dichiarazioni sulla possibilità che tali tecnologie vengano implementate in un futuro dispositivo.

[via]


Continua la lettura dell’articolo su Iphone Italia

Posted in IphoneComments (0)

New iPad Vs Asus Trasformer Pad Infinity 700: Quale è il migliore?


Da poco vi è stata l’uscita del nuovo tablet di Apple dove ha fatto clamore l’affermazione fatta alla sua presentazione circa la sua GPU che secondo “Cupertino” sarebbe 3 volte superiore al Tegra 3, è vero? Ma quali sono le altre caratteristiche?

Bene per fare dei confronti dobbiamo fare delle riflessioni circa i vari componenti dei due tablet andando ad analizzare quindi le varie voci tecniche senza entrare nel dettaglio ma riflettendo sulle funzionalità che ad esse sono collegate.

CPU:

Bisogna innanzi tutto capire che, anche se Apple ha fatto una grandiosa strategia di marketing puntando sulla sua nuova GPU, e quindi massimizzando l’aspetto 3D del tablet con una grafica fantastica, la CPU non è stata cambiata ed il processore quindi, un Cortez A9 dual-core da 1Ghz è lo stesso dell’iPad 2 ed in pratica le prestazioni riguardanti la navigazione e molte delle funzionalità dipendono da essa che in buona sostanza rimangono uguali, discorso inverso per l’Asus che riesce a sorpassare con il suo Cortex A9 Quad -core da 1,6 GHz le prestazioni di oltre il 60%.

GPU:

è indubbio l’aspetto grafico viene vinto da New iPad e come si può vedere in questo benchmark fatto da LapTopMag si evince che Apple ha veramente puntato molto su questo aspetto riuscendo ad ottenere risultati incredibili con il suo A5x rispetto al Tegra 3.
Confermano quindi le affermazioni fatte alla presentazione e battendo di circa quattro volte la GPU più potente disponibile adesso per un tablet.

Display:

Il Retina display quindi ha una risoluzione più alta del suo rivale Android,siamo ai 2048×1536 contro i 1920×1200, e rende quindi in maniera più nitida ed incredibilmente chiara tutte le applicazioni, ma attenzione, solo le applicazioni che supportando questa risoluzione infatti se guarderete un film per esempio questo non aiuterà una maggiore risoluzione ma si fermerà a quella standard 1080p rendendo inutile quindi l’incredibile risoluzione dello schermo di New iPad.

Fotocamera :

Sia per la fotocamera principale sia per quella anteriore l’Asus vince infatti stiamo a 8Mpx contro i 5Mpx per la posteriore e 2 Mpx contro 0.3 MPx per la frontale.

Batteria:

Ecco per la batteria bisogna fare una riflessione Apple infatti ha aumentato la capacità della sua batteria passando dai 25Wha ai 45Wha ottenendo però circa gli stessi risultati di iPad 2 ad uso continuo, questo dovuto al fatto di dover sopperire alle nuove capacità come il Retina display ed il nuovo A5x e quindi rendendo vano il maggior peso ottenuto (50 grammi in più) e lo spessore leggermente aumentato (6mm) rispetto ad iPad 2.

Discorso contrario per Asus che invece ha voluto puntare su una ottimizzazione del suo prodotto guardando però allo spreco energetico e non alla grandezza della batteria questo fa si che anche dopo 30 minuti di visione di un film non vi stancherete di tener in mano il Pad Trasformer che pesa più di 70 grammi in meno del New iPad.

In conclusione avete capito come se pur entrambi validi, i tablet mostrano delle differenze che possono convincere o meno gli acquirenti, a mio avviso se dovessi comprare un tablet tra i due sicuramente mi orienterei verso Asus, perché il mio bisogno è quello di avere un dispositivo che abbia ottime funzionalità in tutti i suoi applicativi senza scordare poi la possibilità di avere oltre che un tablet anche un Laptop a disposizione e quindi utilizzarlo come un vero e proprio computer, ma sono sicuro che per molti sarà il contrario.

Post Originale: New iPad Vs Asus Trasformer Pad Infinity 700: Quale è il migliore? su http://www.CellularMagazine.it


Continua la lettura dell’articolo su Blog Cellulari

Posted in Blog CellulariComments (0)

5 Icons Of The Week: WSJ Live, iMovie, persona/, the little crane that could e


Anche questo fine settimana abbiamo voluto mostrarvi quelle che per noi sono le cinque migliori icone di questa settimana presenti in App Store.

Scopritele di seguito:

Continua a leggere: 5 Icons Of The Week: WSJ Live, iMovie, persona/, the little crane that could e (…)

5 Icons Of The Week: WSJ Live, iMovie, persona/, the little crane that could e, pubblicato su iPhoner il 11/03/2012

© Alessandro Moretti per iPhoner, 2012. | Commenta! |
Tag: 5 Icons Of The Week, iMovie, persona/, the little crane that could, WSJ Live


Continua la lettura dell’articolo su iPhoner

Posted in iPhonerComments (0)

Siri: ora c’ è Sara


Proprio così appena oggi ho pubblicato un articolo riguardo l’assistente vocale di iPhone 4s e stavo per scrivere la guida, quando ad un tratto ho scoperto che appena poche ore fà su Cydia è stato rilasciato Sara l’alternativa a Siri.

Sara iPhone 3g-3Gs-4Questo tweak permette l’utilizzo dell’assistente vocale tanto voluto per tutti i possessori di iPhone 3g, iPhone 3Gs, iPhone4, iPad, iPad2 ed iPod touch 3 e 4 più naturalmente 4s , insomma tutti i dispositivi Apple.

Sara è quasi identico a Siri e per ora è disponibile solo in lingua inglese per averlo sul vostro dispositivo non dovete far altro che aggiungere questa repo “cydia.heaveniphone.com” e quindi scaricarlo i maniera assolutamente gratuita, non ho avuto tempo di testarlo quindi fateci sapere se funziona e quali bug avete riscontrato tramite commenti qui o sul nostro forum.

Fonte OndeNews

Post Originale: Siri: ora c’ è Sara su http://www.CellularMagazine.it


Continua la lettura dell’articolo su Blog Cellulari

Posted in Blog CellulariComments (0)

Quello che non ci piace pagare


Riportiamo oggi il risultato di un sondaggio sondaggio di SuperMoney sulle spese meno amate dagli italiani e di cui farebbero a meno volentieri.

La prima risposta non sorprende, la benzina al primo seguita degli stipendi dei politici. Si aggiunge all’elenco il canone Rai che sarà da pagare entro la fine del mese.

Ogni giorno la vita aumenta lasciando gli stipendi fermi. La nuova manovra finanziaria ha inserito spese e tasse per ogni cosa e questo fa si che il nostro portafoglio continui ad alleggerirsi.

Quello che SuperMoney ha voluto fare è rispondere alla domanda, quali sono le voci di spesa che gli italiani proprio non sopportano di dover pagare?

Il sondaggio è stato posto su un campione di circa 1.000 utenti e ha stilato una classifica dei costi più odiati dagli italiani.

Saldamente al primo posto, con il 40% circa delle risposte, troviamo “la benzina a due euro al litro”: i rincari sul carburante hanno messo a dura prova gli automobilisti, che farebbero volentieri a meno di versare centinaia di euro nei serbatoi delle proprie vetture. Al secondo posto tra le spese più detestate dal popolo della rete c’è “Lo stipendio dei politici”: la risposta è stata scelta dal 25% circa degli utenti, segno che gli italiani non vedono di buon occhio la classe politica nel suo complesso, considerata senza scrupoli e senza bandiera.

Sul terzo gradino del podio, in base al sondaggio, c’è il famigerato Canone Rai: nonostante gli sforzi della televisione pubblica per convincere i telespettatori della sua utilità, il 20% degli interpellati proprio non sopporta di pagare a fronte di un servizio pubblico che lascia molti insoddisfatti. Resta infine un 15% che ha indicato risposte diverse: in particolare le “tasse ingiuste” sono un altro tasto dolente per molti italiani.

Se anche tu vuoi segnalare una spesa che proprio non vuoi mandare giù, inserisci un libero commento all’articolo..

 Quello che non ci piace pagare

Continua la lettura dell’articolo su Dove Investire

Posted in Dove InvestireComments (0)

Pagina 1 di 212
127 queries in 0,704 seconds.