Tag Archive | "test"

CONTEST L’Enigmista – Italia: 2 codici redeem all’interno!


Eccoci arrivati ad un nuovo contest dedicato all’applicazione L’Enigmista – Italia. Oggi, lo sviluppatore del’app mette in palio 2 codici redeem per gli utenti più veloci.

L'Enigmista - Italia (AppStore Link)
L’Enigmista – ItaliaRoberto rCategoria: Intrattenimento

Descrizione app:

L’enigmista – Italia è un divertente gioco composto da una serie di quiz che metteranno a dura prova la vostra intelligenza e capacità di ragionare. L’applicazione integra moltissimi test, del tipo prove di abilità, prove di velocità, memoria visiva o anche domande in cui dovrete cercare di trovare una risposta razionale. Per saperne di più, cliccate qui!

N.B.: Per poter utilizzare correttamente il codice, bisogna prima cancellare l’asterisco (*)!

  • H4*Y*L*9E*9T*X*Y*N*Y
  • 6*K*M*J*EJ*6R*K7*H*M

Regolamento Contest:

Lo sviluppatore dell’app mette in palio 2 codici redeem con cui potete scaricare gratuitamente L’Enigmista – Italia. Ricordiamo a tutti gli utenti che tali codici sono utilizzabili anche su App Store ITALIA e non è più richiesto avere necessariamente un account USA. Per sapere invece come utilizzare i codici da iTunes oppure da iPhone, leggete qui.

Possono partecipare al concorso tutti gli utenti (registrati e non registrati) del sito, ad esclusione dei membri della redazione e dei membri dello staff del forum (moderatori).

Dopo aver scaricato correttamente l’applicazione in questione, ci farebbe molto piacere se lasciaste un commento indicando il codice che avete utilizzato. Grazie!

Importante: tutti i codici pubblicati sono perfettamente funzionanti. In alcuni casi però, per motivi che non dipendono da noi, potrebbero apparire le voci: “Il codice inserito non è valido.“ oppure “L’offeta associata al codice brano è scaduta.“. Se così fosse, commentate quest’articolo riportando il codice che avete tentato di usare seguito dalla parola “Partecipo”. Gli utenti più veloci avranno diritto a ricevere un nuovo codice funzionante via mail. Per questo è importante assicurarsi di fornire un indirizzo email valido e funzionante.

Se, invece, dovesse apparire la voce: “Questo codice è già stato utilizzato. Ogni codice può essere utilizzato solo una volta.”, NON BISOGNA commentare l’articolo con la parola “Partecipo”, perché il codice è stato correttamente utilizzato.


Continua la lettura dell’articolo su Iphone Italia

Posted in IphoneComments (0)

AnycastSolutions PhoneDome: prova con foto, video e confronti della pellicola idrorepellente all’acqua applicata al nuovo iPad


CellularMagazine.it

 

Vi ho parlato in questa notizia della linea di prodotti PhoneDome dedicati alla protezione di dispositivi smartphone e tablet (sotto il salto rimetto anche i modelli precisi) per utilizzare i nostri gadgets tecnologici molto costosi anche sott’acqua in quanto hanno superato il test di resistenza all’acqua secondo lo standard IPX8 (secondo la descrizione di Collini può resistere sott’acqua fino a 1.5 metri per 30 minuti, immaginate quella come situazione estrema).

Disponibilità per modelli e prezzi:

 

PhoneDome è già in vendita al sito ecommerce.anycastsolutions.com ai seguenti prezzi:
– versione per iPhone 4/4S – €14,90
– versione per Samsung Galaxy S2 – €14,90
– versione per iPad 2 / Nuovo iPad – €19,90
– versione per Samsung Galaxy Note – €16,90

 

 

A breve saranno disponibili anche i seguenti modelli e molti altri ancora:

– versione per iPhone 3Gs – €14,90
– versione per iPad 1 – €18,90
– versione per Samsung S3 – €14,90
– versione per Samsung Galaxy Tab 10.1 – €18,90
– versione per BlackBerry 9900 – €14,90

 

 

Nel video a fine notizia trovate comunque tutte le immagini che vi posto a seguire a didascalia nel video, comunque per chi leggesse la notizia dal blog in mobilità e non può vederlo per i dati vi posto le principali e qualcuna tratta dal video che ho girato dall’unboxing fino all’asciugatura post immersione:

 

 

 

 

Immagini del nuovo iPad senza la skin integrate nel link delle parole e a seguire foto con rivestitura + pellicola:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il video:

 

Clicca qui per vedere il video incorporato.

Post Originale: AnycastSolutions PhoneDome: prova con foto, video e confronti della pellicola idrorepellente all’acqua applicata al nuovo iPad su http://www.CellularMagazine.it


Continua la lettura dell’articolo su Blog Cellulari

Posted in Blog CellulariComments (0)

iPhone 5: Mockup fisici by KitGuru


iPhone 5: Mockup fisici by KitGuru su: iPhone 5

iPhone 5: Mockup fisici by KitGuru Visto che nella giornata di oggi non sono state rilasciate informazioni ufficiali e inedite sul nuovo melafonino, vogliamo soffermarci sui mockup fisici per iPhone 5.

In rete, esattamente sul sito KitGuru sono state pubblicate una serie di foto che mostrano dei mockup fisici dell’iPhone 5 provenienti dall’estremo oriente.
Stiamo parlando di materiali utilizzati per creare le prime cover per il nuovo smartphone della mela. Secondo le ultime indiscrezioni rilasciate da un gruppo di produttori, si tratta di informazioni ufficiali, visto che anche negli anni scorsi i produttori hanno svelato in anticipo le sembianze di diversi prodotti Apple prima della presentazione ufficiale.

Il grande flop si è verificato invece lo scorso anno quando diverse aziende hanno cominciato a produrre cover per il presunto iPhone 5, in realtà è stata semplicemente una bufula, perché non si capisce ancora da che parte sono state recuperate le informazioni. In quel periodo Apple stava avviando la produzione dei componenti per realizzare l’iPhone 4S con un design praticamente identico a quello di iPhone 4.

Ora su queste custodie-prototipo possiamo formulare diverse teorie, forse si tratta di un prototipo Apple, visto che non sono stati superati alcuni test? Oppure qualcosa non va nella produzione di assemblaggio delle nuove cover?

I misteri sulle cover per iPhone 5 rimarranno ancora per molto tempo, non ci resta che attendere qualche mese per scoprire se le nuove cover saranno originali o molto simili a quelle dei modelli precedenti.

Continua la lettura dell’articolo su Iphone-5.it

Posted in Iphone-5.itComments (0)

Dolphin browser: il miglior browser HTML 5 per smartphone


CellularMagazine.it

Dolphin ha sviluppato una versione beta disponibile al download chiamato Dolphin Engine, il miglior browser HTML 5.

Dolphin Engine

Come potete vedere dalla foto Dolphin Browser è proprio a detta degli stessi suoi creatori il browser migliore, infatti in un test eseguito sul famoso tool disponibile online ideato per compararli Html5test.com risulta essere quello con un punteggio maggiore.

Questo balzo in avanti è stato possibile grazie all’introduzione di Dolphin Engine infatti grazie ad esso è possibile migliorare le già ottime prestazioni di Dolphin, questo APK grazie all’uso di un WebKit particolare e una tecnologia che sfrutta un rendering su GPU e CPU che migliora le prestazioni riesce a ottimizzare l’uso della navigazione in internet mobile.

Dolphin è stato messo alla prova contro le varie alternative presenti e su diverse piattaforme mobili come Android 4.0, Blackberry OS, Nokia Belle e si è dimostrato in tutti i casi il migliore infatti basta dare un occhiata alla tabella che mostra i vari punteggi ottenuti testandolo su HTML5test.com i risultati sono stupefacenti.

Tabella dolphin

E’ chiaro quindi che questa nuova versione di Dolphin dopo questi test di confronto sia più valida ad altri browser, se non siete ancora convinti vi lascio direttamente il video confronto qui sotto dove si possono notare i vari test eseguiti e si vede la differenza netta di rendering delle varie immagini a confronto con Chrome e il browser di default di Android, di seguito troverete anche il link per effettuare il download di Dolphin Engine (BETA)

Dolphin Engine APK (Beta)

 

Clicca qui per vedere il video incorporato.

 

Post Originale: Dolphin browser: il miglior browser HTML 5 per smartphone su http://www.CellularMagazine.it


Continua la lettura dell’articolo su Blog Cellulari

Posted in Blog CellulariComments (0)

Usciranno due versioni di iPhone 5?


Usciranno due versioni di iPhone 5? su: iPhone 5

L’ uscita del prossimo iPhone 5 potrebbe portare con sé una novità. Se ne parla da mesi e il giorno tanto atteso ancora non si sa bene quale sarà.

Si era parlato di giugno, ma adesso l’ipotesi più accreditata è ottobre. Tuttavia la notizia dell’ultima ora è che a Cupertino sarebbero in prova ben due prototipi, di cui una versione più economica dello smartphone più atteso del momento. Entriamo nel dettaglio del rumor: si vocifera che siano ben due i prototipi di nuova generazione, che avrebbero uno schermo da 3,999 pollici di diagonale.

Si tratta di iPhone 5.1 e iPhone 5.2. Suddetti prototipi sono al momento in fase di test e si differenzierebbero uno dall’altro per una cosa fondamentale: uno sarebbe di fascia alta e l’altro un modello più economico. Ma sarà davvero così? O la casa di Cupertino sta rpovando due modelli per poi scegliere quale commercializzare? Questa seconda ipotesi sembrerebbe più accreditata.

Ma questa non è l’unica notizia che sta trapelando in queste ultime ore, dato che si parla anche di un connettore dock più piccolo con le dimensioni di una porta micro-USB e mini-USB.

Attenderemo impazienti il momento dell’uscita di questo o di questi nuovi prodotti Apple per capire quale sia la verità anche perché, ormai lo si sa, la casa produttrice non dice mai nulla in anticipo.

Continua la lettura dell’articolo su Iphone-5.it

Posted in Iphone-5.itComments (0)

TIM inizia i test sulla connettività LTE a Milano


Dopo Torino, anche a Milano TIM offre la possibilità di testare le alte velocità di connessione garantite dalla rete LTE che consente di arrivare fino a 100Mbits/s in download e fino a 50Mbits/s in upload.

Il testo è aperto al pubblico e può essere effettuato in due punti vendita TIM a Milano: quello a via Moscova 47 (da oggi fino al 18 aprile) e quello sito in Piazza Cordusio (dal 19 al 21 Aprile). La sperimentazione verrà effettuata tramite apposite chiavette LTE rese disponibili da TIM.

Ricordiamo che Telecom Italia ha investito circa 1 miliardo e 200 milioni di euro per acquistare i diritti sull’utilizzo di alcune frequenze LTE in Italia. Entro la fine dell’anno l’obiettivo è quello di portare tale connettività in gran parte del territorio italiano.

[via]


Continua la lettura dell’articolo su Iphone Italia

Posted in IphoneComments (0)

Video Sponsorizzato – Volvo porta il futuro nel presente con la nuova V60 Plug-in Hybrid


volvo-hybridIl caro benzina in Italia sta mettendo alla prova gli automobilisti. In pochi mese la benzina e il diesel hanno raggiunto valori record ma sembra che la tendenza non voglia fermarsi.

Ma come possiamo difendersi da questi continui aumenti?
La risposta ce l’ha da Volvo con la Nuovissima Volvo V60 Plug-in Hybrid.

La casa svedese ha stupito ancora con auto senza precedenti capace di percorrere oltre 52 km/l nella modalità ibrida.

Ma vediamo analizziamo meglio questo gioiello targato Volvo.

Una vera ibrida che unisce una motore turbodiesel cinque cilindri da 2,4 litri da 215 cavalli sull’anteriore e un motore elettrico da 70 cavalli sulle ruote posteriori.
Il tutto comandato da tre semplici pulsanti Pure, Hibrid, Power;
Selezionando il pulsante Pure, questa fantastica quattro ruote Volvo,  si attiva la modalità elettrica capace di percorrere oltre 50 chilometri di autonomia.
Nella funzione Hibrid si abbina il motore elettrico a quello diesel riducendo i consumi a livelli record (oltre 52 Km/l in media).
Attivando la modalità Power, tenetevi forte, perché questa Volvo si trasforma in una vera potenza capace di raggiungere i 100 Km/h in appena 6,9 secondi.

E se la V60 Plug-in Hybrid vi sembra l’auto del futuro, Volvo l’ha portata nel presente con 1000 entro pochi mesi e  5000 entro il 2013.

Nel seguente video il Team della Volvo riuniti per il test di autonomia della V60 Plug-In Hybrid

Sponsorizzato da Volvo

Posted in Consigli UtiliComments (0)

Apple si prepara a rinnovare il suo online store?


In base a quanto riportato da AppleInsider sembra che Apple abbia iniziato a segnalare agli acquirenti di prodotti educativi K-12 un prossimo rinnovamento del suo online store, con la possibilità che questi cambiamenti possano interessare anche lo store riservato ai normali consumatori.

Come accennato nell’introduzione, Apple ha da poco iniziato a mostrare ai propri clienti interessati a prodotti educativi un avviso in cui viene chiaramente indicato come la compagnia rinnoverà prossimamente il proprio online store; l’avviso sul “new Apple Store” si trova all’interno di un’area dedicata alle istituzioni educative a partire dall’asilo fino ad arrivare al 12th grade (K-12).

Apple lancerà un nuovo online store, che sarà il tuo strumento per acquistare e ordinare con Apple. Proposte, lo stato degli ordini ed un’interfaccia utente radicalmente semplificata renderanno fare affari con Apple estremamente semplice – tutto in un ambiente sicuro ed affidabile.

Attualmente, come sottolineato da AppleInsider, i cambiamenti annunciati verranno applicati unicamente ai settori progettati per le istituzioni educative, nonostante sia possibile che la compagnia voglia effettuare il medesimo rinnovamento con l’online store generale dedicato ai consumatori nel prossimo futuro; la transazione dal vecchio al nuovo Apple store online sarà semplice, almeno in base al medesimo annuncio presentato agli acquirenti K-12: “Il tuo attuale Apple ID e password continueranno a funzionare. Nelle prossime settimane, riceverai ulteriori informazioni sulle funzionalità, benefici e data di lancio dello store.”

Fino ad ora l’azienda ha esclusivamente aggiunto nel tempo nuove sezioni e funzionalità al suo Apple Store online, come avvenuto recentemente con la sezione “Answers from the Community”.

[via]


Continua la lettura dell’articolo su Iphone Italia

Posted in IphoneComments (0)

Google Browser Chrome: i miei motivi per cui diventerà il primo Internet browser al mondo


 

Di oggi la notizia che il responsabile del progetto Chrome, progetto Google per un browser completamente integrato con il web, su Android verrà costantemente e continuamente aggiornato da oggi in poi e non possiamo non credergli quando vediamo che app Android come Google Maps ricevono aggiornamenti tutt’oggi su Froyo ma quello che puo’ succedere in futuro non lascia ben sperare alla concorrenza.

Se a oggi Google paga a Mozilla Foundation per ogni ricerca fatta sul suo motore di ricerca in Firefox qualcosa che le vale come l’84% di fonte di profitti che a sua volta puo’ investire per migliorare il browser della volpe in futuro questo potrebbe non succedere più  e vi propongo una serie di elementi a sostegno di quello che dico.

 

– Non c’è ne potrà esserci un negozio virtuale di applicazioni o estensioni che puo’ competere con il Chrome Web Store: il richiamo di Google è troppo forte, centinaia di migliaia di clienti che utilizzano Android poi si documentano e scelgono Chrome per il loro lavoro da pc Windows, Mac o Linux. Una comunità che potra visite e quindi inserzionisti che chiedono banner a generare un circolo virtuoso positivo per le casse di MV,

 

– Tutte le estensioni, applicazioni e funzioni presenti sul Chrome Web Store sono gratuite, non tutte sono verificate e certificate quindi fate sempre molta attenzione al numero di stelle e valutazioni come altre ancora sono piene di banner inutili ma se sapete scegliere bene il vostro ambiente browser da una sola finestra vi permetterà di avere sotto controllo mail, temperatura, orario, traduzione in un click sempre efficiente al 100%, controllo IP del sito internet visitato, ricerche su particolari negozi di apps, .. ecc. quello che vi consiglio è aprire la pagina e cercare, al 75% delle possibili esigenze c’è una app che risolve. E torno a ripetere che per avere tutte queste app non serve un telefonino da 600 Euro basta solo scaricare Google Chrome e avere una connessione a internet disponibile anche se di recente molte GApps (estensioni di app Google) funzionano persino senza questa esigenza.

 

 

– A livello grafico a oggi è il più pulito, chiaro per i principianti e semplice. Riconosco che gli preferisco Mozilla perchè per certi usi professionali non arriva come per esempio l’uso di un plug-in WordPress per il ridimensionamento immagini ma per il resto tiene testa a tutti,

 

– Contro IE9, Mozilla, Safari e Opera da solo ha vinto tre sfide su sette: avvio più veloce da sistema appena acceso, caricamento di una pagina da URL inserito a mano e caricamento di scripts Java.

Le altre: Caricamento da url in una nuova pagina e Benchmark DOM e CSS vinte da Opera (è da anni che da polvere alla concorrenza), ottimizzazione della memoria con carichi di lavoro come nove pagine aperte e nove pagine + estensioni vinte entrambe da Firefox.

fonte test

 

– Google è il re del web: credo sia una frase insindacabile, è tutto quello che produttori di smartphone e pc messi insieme non hanno a livello di conoscenze ed è il perno su cui fa forza perchè i nostri pc che paghiamo sono per la società il canale meno dispendioso a livello di denaro e sforzi per pubblicizzare i suoi servizi; finire su Google News per un blog è sinonimo di massimo livello qualitativo e ricchezza di contenuti anche cinque secondi dopo la pubblicazione, quello che potrebbe essere visto come “un avere senza dare nulla” diventa uno dei canali di visita più importanti

 

 

 

 

 

 

 

Post Originale: Google Browser Chrome: i miei motivi per cui diventerà il primo Internet browser al mondo su http://www.CellularMagazine.it


Continua la lettura dell’articolo su Blog Cellulari

Posted in Blog CellulariComments (0)

iPhoneItalia App Store Sales – 05 Febbraio 2012 – Applicazioni in offerta


Eccoci con il nostro consueto appuntamento dedicato alle migliori offerte presenti attualmente su App Store.

  • TestUrEnglishda 1,59€ a 0,79€.
    Grazie a delle funzionalità create appositamente per questo scopo, TestUrEnglish rappresenta un utilissimo strumento per cercare di migliorare la propria conoscenza dell’Inglese utilizzando anche meccaniche di interazione come il text-to-speech. Utilizzare l’applicazione è semplicissimo: non dovremo far altro che inserire o incollare parole o frasi in inglese (UK), ed ascoltare la loro reale pronuncia così da iniziare poi la verifica. Una volta inserita la frase potremo cliccare “Test” per iniziare il riconoscimento vocale. Al termine riceveremo un punteggio tra 0 e 100 che rappresenterà il voto della pronuncia del testo inserito. L’applicazione, attraverso un’altra importante funzione, memorizzerà lo stato della nostra pronuncia: potremo quindi visualizzare il livello attuale del nostro inglese parlato e sapere se la pronuncia migliorerà con il tempo.

  • Aurum Blade, da 0,79€ a gratis.
    Aurum Blade è un action-RPG con diverse armi d’attacco, magie ed incantesimi e controlli facili da utilizzare. Potremo esplorare e farci strada in diversi Dungeon leggendari per ottenere armi leggendarie. Ci sarà inoltre consentito di evocare mostri e creature così da supportare la nostra strategia di combattimento, e non appena avremo provato il nostro valore nel Blade Dungeon, potremo evocare dei Blade Monster, ancor più potenti, per un totale di 6 creature (Stone, Iron, Ice, Fire, Silver ed Aurum) che ci accompagneranno durante i nostri combattimenti. Ognuno ha stili di attacco e abilità diverse. Applicazione universale.

  • CamCam Pro, da 0,79€ a gratis.
    CamCam Pro è un’ottima applicazione fotografica che andrà ad offrirci diverse funzionalità aggiuntive durante lo scatto di fotografie mediante il nostro iPhone. Nota per la sua velocità di scatto, metterà a nostra disposizione features come l’anti-scossa e lo scatto differito; inoltre, potremo attivare lo scatto mediante l’utilizzo di un segnale vocale.

  • Download Them All, da 1,59€ a gratis.
    Grazie a quest’applicazione potremo, in tutta facilità, scaricare link di immagini, brani musicali e video contenuti in una pagina web. Al suo interno troveremo un vero e proprio web browser, insieme alla possibilità di immettere, copiare ed incollare l’URL che porta alla pagina e al contenuto di nostro interesse. Potremo toccare e tenere premuta un’immagine per avviare il download, e sarà presente il download automatico di qualsiasi file binario. Chi vorrà invece tornare e proseguire in seguito, potrà salvare la pagina corrente. Come ci si aspetterebbe da un’app del genere, inoltre, sarà presente un download manager.

  • Planet Buster, da 1,59€ a gratis.
    Planet Buster è un puzzle-matching game in cui dovremo far allineare diverse tipologie di pianeti così da far avviare reazioni a catena e rubare tutto l’oro rimasto. Potremo con tutta facilità muovere qualsiasi pianeta vorremo, facendo tuttavia attenzione al nostro forziere, in quanto ogni mossa costa un doblone d’oro, virtuale ovviamente. Dovremo risolvere 18 livelli sfida per sbloccare 6 armi diverse che potremo utilizzare per guadagnare e rubare ancor più oro o addirittura fermare temporaneamente il tempo. Avremo la possibilità di viaggiare in tutto l’universo sulla mappa del tesoro, visitare rivenditori alieni e acquistare rifornimenti per il nostro arsenale, ed infine, battere 48 diversi livelli. Applicazione universale.

  • Toast The Chicken, da 1,59€ a gratis.
    Toast The Chicken è un puzzle solving game molto interessante, in cui verremo posti al centro di scacchiere ben strutturate, con il compito di cuocere a puntino tanti gustosi polli. All’interno della scacchiera dovremo muovere il nostro piccolo personaggio tramite dei semplici slide a schermo, potendo all’occorrenza piazzare delle piccole fiammelle. Dopo aver appiccato il fuoco, dovremo allontanarci, potendo muovere il protagonista di una casella per volta. Contemporaneamente ai nostri spostamenti, la fiamma precedentemente appiccata avanzerà di una casella per volta. Ovviamente il nostro scopo sarà quello di cuocere i polli, ma evitare che la fiamma giunga a noi.

  • Dring, da 1,59€ a gratis.
    Dring è un’ottima applicazione che ci permetterà di personalizzare il nostro iPhone con la possibilità di creare suonerie personali direttamente dal dispositivo. Potremo, ovviamente, scegliere i brani direttamente dalla nostra libreria musicale o addirittura usare il microfono per registrare la nostra voce o suoni esterni per personalizzare ancor di più la soneria. Al suo interno, inoltre, troveremo la funzione Remix, che ci permetterà di mixare diversi brani in una singola suoneria.

  • Law & Order Legacies, da 2,39€ a gratis.
    In questo gioco di Telltale vestiremo i panni prima di un ispettore della polizia, poi di un avvocato nelle aule di tribunale, con lo scopo di indagare sui diversi crimini e scoprire il colpevole. Il titolo si caratterizza per la presenza di finali multipli che potranno cambiare in base alla nostra performance in tribunale, in cui dovremo decidere se patteggiare o se accusare di colpevolezza l’imputato, insieme ad un cast di personaggi noti come ad esempio Olivia Benson, Lennie Briscoe, Rey Curtis, Jack McCoy e molti altri. Applicazione universale.

  • The Lost City, da 1,59€ a 0,79€.
    Bellissimo punta e clicca dalla trama quasi surreale. La città davanti a te, avvolta dalla profonda nebbia della foresta, non può essere trovata in nessuna mappa. Non dovrebbe nemmeno esistere. Anche se è rimasta addormentata per molto tempo, senti un misterioso potere che inizia a scagliarsi dalle rovine attorno a te. Riuscirai a risolvere il mistero?

Nota:  i prezzi e le offerte indicate in questo articolo sono valide durante la scrittura dello stesso e per questo potrebbero subire variazioni nelle prossime ore.

Continua la lettura dell’articolo su Iphone Italia

Posted in IphoneComments (0)

IBM ufficializza l’acquisto di Green Hat per ambiente Cloud e per sviluppo di software/applicazioni


Google insegna, Apple la segue in iOS5 (il tempo non è una cosa soggettiva, il non saperlo sì), Amazon regala ore per un anno anche a sviluppatori Windows che altrimenti avrebbero Azure a pagamento mentre altre aziende rimangono indietro altre come IBM per stare al passo con i sistemi di comunicazione scelgono di acquistare aziende già specializzate nel settore e in questo caso parliamo di Green Hat. Andiamo a vedere la sua storia e come questo potrà avere ripercussioni sul futuro.

Green Hat viene fondata nel 1986 con sedi a Londra (Eng.) e Delaware (U.S.) e si occupa di una delle fasi più delicate dello sviluppo di un software che in media richiede il 50% dei costi: lo sviluppo. La missione aziendale è una che si snoda in due fasi: la prima, migliorare qualitativamente sotto ogni aspetto possibile immaginabile la qualità dell’app o software e la seconda: effettuare test stressanti prima della consegna finale a eventuali clienti terzi.

Da sempre, in passato, per eseguire la fase di creazione/implementazione/correzione bug erano necessarie strutture hardware fisiche e tangibili, molto tempo e un lavoro intenso da parte di persone altamente specializzate (e altrettanto pagate). E’ facilmente intuibile che rispetto a sviluppatori indipendenti che creano semplici app a pagamento per qualsiasi piattaforma impiegando un decimo del tempo e con un decimo della spesa a oggi questo metodo di lavoro non reggerebbe più di una settimana il confronto.

Dopo l’acquisto da parte di IBM e l’entrata in IBM Rational Solution i nuovi clienti a ogni livello di sviluppo e livello di portafoglio (a cui sarà dedicato un altrettanto alto livello di prodotto) potranno avere l’esperienza di Green Hat e di IBM sommate insieme per:

– efficenza delle righe di codice,

– integrazione dell’app con protocolli virtuali (la parola più presente nel comunicato è proprio questa: virtualizzazione),

– servizi di personalizzazione anche con app di costruttori/sviluppatori/API di terze parti,

– ridurre ritardi e sprechi di denaro nella fase di sviluppo,

– ridurre al minimo errori/bugs, noi clienti consumer possiamo anche perdonare qualche crash sul nostro smartphone ma altri no.

 

Post Originale: IBM ufficializza l’acquisto di Green Hat per ambiente Cloud e per sviluppo di software/applicazioni su http://www.CellularMagazine.it


Continua la lettura dell’articolo su Blog Cellulari

Posted in Blog CellulariComments (0)

Uno sviluppatore conferma che i problemi di durata della batteria dell’iPhone 4S sono di natura software


Una serie di test effettuati da uno sviluppatore contattato da ZDNet confermano che i problemi di durata della batteria dell’iPhone 4S sono solo software e non hardware.

Lo sviluppatore ha preferito rimanere anonimo. Per effettuare il test, ha utilizzato due iPhone 4S acquistati nello stesso giorno, collegati alla stessa rete ed entrambi aggiornati ad iOS 5.0.1: uno presentava il problema di durata della batteria, l’altro no. Per appurare se effettivamente il problema fosse di natura software, lo sviluppatore ha ripristinato entrambi i dispositivi ed ha poi recuperato il backup. Tuttavia, invece di ricaricare i backup originali, li ha scambiato e ha caricato il backup dell’iPhone senza problemi sul dispositivo che presentava il problema della batteria e viceversa.

Da quel giorno, l’iPhone che prima funzionava perfettamente presenta una durata anomala della batteria, mentre il dispositivo che prima aveva questo problema ora ha una durata eccellente.

Questo test conferma quanto già affermato da Apple, e cioè che i problemi della batteria sono solo di natura software, che potrà essere risolto con un nuovo aggiornamento di iOS 5.

[via]

Continua la lettura dell’articolo su Iphone Italia

Posted in IphoneComments (0)

Pagina 1 di 3123
148 queries in 0,784 seconds.