Tag Archive | "processo"

Apple VS Samsung: un documento mostra che iPhone faceva parlare di sé senza essere ad un evento


I documenti di Apple indicano che Cupertino ha fatto parlare di sé durante il 3GSM Congress Trade Show del 2007, benché iPhone fosse appena stato presentato e benché Apple non fosse presente all’evento. Il documento, scoperto da CNet, è stato presentato durante il processo Apple VS Samsung nel tentativo di mostrate che Apple aveva tenuto in conto del design delle altre compagnie per creare il suo telefono.

Continua a leggere: Apple VS Samsung: un documento mostra che iPhone faceva parlare di sé senza essere ad un evento (…)

Apple VS Samsung: un documento mostra che iPhone faceva parlare di sé senza essere ad un evento, pubblicato su iPhoner il 16/08/2012

© Lorenzo Paletti per iPhoner, 2012. | Commenta! |
Tag: Apple, Causa legale, samsung


Continua la lettura dell’articolo su iPhoner

Posted in iPhonerComments (0)

Apple vs. Samsung: il giudice è stanco delle varie mozioni ed ordina alle parti di incontrarsi per stabilire come istruire la giuria


Le varie mozioni presentate da Apple e Samsung stanno stancando un po’ tutti, in primis il giudice. Secondo quanto circolato in rete, Lucy Koh, il giudice che presiede il processo, avrebbe ordinato agli avvocati delle aziende di incontrarsi per discutere su come istruire la giuria ed evitare continue ed inutili perdite di tempo.

Il processo tra Apple e Samsung è stato per lungo tempo atteso e le prime notizie circolate in rete sono state molto interessanti, tuttavia, come vi abbiamo più volte raccontato, le aziende stanno presentando moltissime mozioni accusando la concorrente di ostacolare il processo di istruzione della giuria.

Lucy Koh, il giudice che presiede il processo, si è detta stanca di questo comportamento ed ha ordinato le parti di incontrarsi per stabilire le linee guida per il prosieguo della disputa legale. Eccovi di seguito le parole del giudice riportate da FossPatents:

 La Corte è delusa del comportamento delle rispettive parti ed ordina loro di incontrarsi per stabilire le istruzioni da conferire alla giuria. Gli avvocati dovranno incontrarsi e confrontarsi per stabilire delle istruzioni comuni da consegnare alla giuria Lunedi 13 agosto 2012 alle ore 8 del mattino (ora locale).

Il motivo di tale decisione è dettato dal continuo botta e risposta tra le società, per ogni testimone, prova o quant’altro da sfruttare per il processo, una delle due aziende ha presentato una mozione contraria nel tentativo di bloccare il tutto. Entrambe le parti hanno già commentato la decisione del giudice, Apple sostiene che “anche se abbiamo cercato diligentemente di far avanzare il processo, Samsung ha sempre ostacolato i nostri sforzi”, viceversa l’azienda coreana ricorda di “aver già accettato più di venti istruzioni proposte da Apple e di aver già riveduto altre istruzioni nel tentativo di trovare un compromesso che vada bene ad entrambe le parti”.

Anche su questo sono disaccordo, ma devono trovare una soluzione comune, la pazienza della Corte è ormai agli sgoccioli.

[via]


Continua la lettura dell’articolo su Iphone Italia

Posted in IphoneComments (0)

Sospeso per 24 ore il cambio password AppleID via telefonica


Secondo quanto riferito da Wired, Apple ha ordinato al personale addetto di interrompere temporaneamente le modifiche delle password AppleID richieste via telefonica.

Questa decisione è stata presa in risposta all’esperienza di Mat Honan della stessa Wired, il quale si è visto violare il proprio account iCloud da un hacker  che è riuscito a reimpostare la password dell’account semplicemente sfruttando alcune informazioni disponibili in rete ed effettuando una chiamata al supporto tecnico fornito con l’AppleCare (il pacchetto a pagamento offerto da Apple).

Ora sembra che Apple abbia deciso di sospendere per 24 ore le richieste di cambio password effettuate per telefono, in modo da dare più tempo alla stessa Apple per decidere quali soluzioni adottare per far sì che la situazione non si ripeta.

Infatti, se ora si prova a richiedere un cambio password per il proprio AppleID via assistenza telefonica, la risposta è negativa.

[via]


Continua la lettura dell’articolo su Iphone Italia

Posted in IphoneComments (0)

Schiller: Apple ha avuto un ruolo rivoluzionario nel mercato dei telefoni


Phil Schiller ha preso posto sul banco degli imputati nell’ultima sessione del processo Apple VS Samsung. Il Senior Vice President of Worldwide Marketing ha dato qualche dettaglio riguardante l’importanza di Apple nel mercato degli smartphone, e il modo in cui Cupertino ha rivoluzionato un mercato nel quale non era mai entrata in precedenza.

Continua a leggere: Schiller: Apple ha avuto un ruolo rivoluzionario nel mercato dei telefoni (…)

Schiller: Apple ha avuto un ruolo rivoluzionario nel mercato dei telefoni, pubblicato su iPhoner il 05/08/2012

© Lorenzo Paletti per iPhoner, 2012. | Commenta! |
Tag: Apple, Causa legale, iPhone, Phil Schiller


Continua la lettura dell’articolo su iPhoner

Posted in iPhonerComments (0)

Apple contro Samsung, iPhone sempre in vantaggio!


Apple contro Samsung, iPhone sempre in vantaggio! su: iPhone 5

Apple contro Samsung, iPhone sempre in vantaggio!Apple e Samsung, iPhone contro Galaxy S , iPad contro Galaxy Tab, sfida infinita a colpi di brevetti. Il 30 luglio scorso è iniziato ufficialmente il processo che deciderà, una volta per tutte, chi ha ragione su chi. Il processo entra nel vivo, o meglio è entrato nel vivo solo ieri, Samsung ha incassato tantissime sconfitte e la tesi definitiva punta a dimostrare che alla fine è stata Apple a copiare, non la società sudcoreana stessa, ma per la precisione la Sony.

Ma i documenti forniti non sono proprio eccezionali, Samsung si arrampica sugli specchi, in aula ha portato spezzoni di film, parti di show televisivi e film interi, in particolare : “2001 : Odissea nello spazio”, il tutto per dimostrare che l’idea di un tablet con una forma simile ad iPad era già in circolo ancor prima che il dispositivo stesso fosse pensato. Secondo la Samsung iPad è stato a copiare gli altri e non lei a copiare iPad, questo scagionerebbe l’azienda del Sud Corea ed incolperebbe Apple.

Il giudice però si è pronunciato, Apple non ha copiato nulla, i documenti non sono stati approvati e di conseguenza tutto rimane invariato, Samsung deve trovare una nuova difesa e nel più breve tempo possibile. Samsung aveva fatto notare la somiglianza con i prodotti della Sony, aveva provato a fare lo stesso con iPhone, mostrando la netta somiglianza con ‘Jony’.

I due colossi continueranno a sfidarsi, la società di Cupertino resta comunque in vantaggio. Apple ha sempre ragione a quanto pare e i giudici, analizzando i vari dispositivi ed i vari documenti, hanno spesso , anzi sempre , dato ragione all’azienda californiana. Samsung ha incassato solo sconfitte, qualche vittoria poi rivista e riassegnata alla Apple.

La causa è entrata nel vivo, tra qualche mese conosceremo il vincitore. Chi batterà chi? Noi siamo sicuri che Apple otterrà la vittoria.

 

Continua la lettura dell’articolo su Iphone-5.it

Posted in Iphone-5.itComments (0)

Stati Uniti: Apple chiede un verdetto in proprio favore ed il giudice vieta i riferimenti a “2001: Odissea nello Spazio”


Nuovi sviluppi nell’ambito del processo attualmente in corso tra Apple e Samsung negli Stati Uniti. Secondo le ultime notizie pare infatti che Apple ritenga poco consona qualsiasi sanzione nei confronti di Samsung, chiedendo piuttosto un verdetto in suo favore. Sembra inoltre che il giudice Lucy Koh abbia vietato qualsiasi riferimento agli artwork di “2001: Odissea nello spazio”.

All’inizio di questa settimana ha fatto molto discutere la notizia secondo cui Samsung avesse rilasciato alla stampa alcuni elementi esclusi dal giudice Koh come prove da presentare al processo, attualmente in corso negli Stati Uniti. Il giudice è rimasto piuttosto perplesso dal comportamento del colosso sudcoreano ed anche Apple ha a sua volta risposto alla situazione depositando una lettera presso il tribunale affermando come qualsiasi multa non sia severa abbastanza per punire Samsung, chiedendo invece che venga emanato un verdetto in suo favore:

Samsung ha già ricevuto quattro sanzioni per abuso in questo caso. Più recentemente, Samsung è stata sanzionata per aver distrutto prove. La cattiva condotta nella disputa sembra parte della strategia di Samsung – e sanzioni limitate non hanno impedito a Samsung di adottare tale cattiva condotta. Ora, con moltissimo in palio, Samsung ha calcolato il rischio che qualsiasi sanzione derivata dalla sua influenza verso la giuria sia un prezzo che l’azienda è disposta a pagare.

FOSS Patents ha a sua volta analizzato la questione, riportando alcune delle richieste di Samsung: “Il rimedio idoneo per la cattiva condotta di Samsung è un verdetto che i brevetti relativi al design del telefono presentati da Apple siano validi e che siano stati violati”, negando quindi qualsiasi influenza deterrente che una sanzione potrebbe avere sul comportamento di Samsung, in netta violazione della legge e delle direttive del giudice Koh.

Apple ha comunque presentato una serie di sanzioni alternative, chiedendo al tribunale di istruire la giuria in merito alla grave condotta e, conseguentemente, riportare l’effettivo riscontro della violazione da parte di Samsung dei brevetti relativi al design di Apple e presenti nei suoi prodotti. Un’altra richiesta, invece, è che il giudice vieti al colosso sudcoreano di presentare qualsiasi prova che possa in qualche modo fare riferimento al design di Sony. Queste richieste, come affermato da FOSS Patents, potrebbero rappresentare un grave problema per Samsung:

Anche se il tribunale approvasse la richiesta di Apple di informare la giuria senza prendere in considerazione la seconda proposta, Samsung si troverebbe di fronte ad un grave problema. Apple ha già vinto un’inferenza negativa contro Samsung. La domanda è in che modo verrà percepita l’affidabilità di Samsung qualora la giuria venga messa a conoscenza di una nuova sanzione nei suoi confronti.

Le novità relative al processo tra i due colossi non finiscono qui ed infatti sembra che il giudice Koh abbia fornito alle due compagnie una tabella con le prove ammesse a processo. Secondo il report, qualsiasi artwork in riferimento a “2001: Odissea nello Spazio” di Stanley Kubrick, insieme alla serie TV “The Tomorrow People” sia severamente vietato. Già in occasione dell’appello all’ingiunzione preliminare Samsung presentò alcuni riferimenti a “Odissea nello Spazio” e “Tomorrow People”, ma tali riferimenti non saranno ammessi a processo.

[via 1, via 2]


Continua la lettura dell’articolo su Iphone Italia

Posted in IphoneComments (0)

iPhoneItalia AppSale: oggi in offerta esclusiva e gratuita Matematica 1


Continua la nostra nuova iniziativa denominata “iPhoneItalia AppSale” con la quale, periodicamente, metteremo in offerta esclusiva applicazioni italiane presenti su AppStore. Oggi è il turno di Matematica 1.

Abbiamo deciso di attivare questo nuovo servizio per dare un’ulteriore vetrina in prima pagina a tutti gli sviluppatori italiani che vorranno aderire a questa iniziativa. Periodicamente, quindi, un’applicazione italiana farà parte della nuova rubrica “iPhoneItalia App Sale“, con pubblicazione sulle nostre pagine e riferimenti sulla scheda ufficiale presente su App Store. Oggi è la volta di Matematica 1  che passa da 0,79€ a gratuita.

Matematica 1

In un’app tutta la matematica di primo livello: l’ aritmetica, l’algebra e la geometria piana e solida…
Per completare il corso acquista anche Matematica 2: geometria analitica, trigonometria e analisi matematica

Il tutto è accompagnato da formule ma anche da grafici e schemi per aiutare l’apprendimento.

Matematica 1 è un volume Suntini.
App sviluppata da X5G

Indice:

INSIEME DEI NUMERI NATURALI
DIVISIBILITÀ E NUMERI PRIMI
NUMERI RAZIONALI RELATIVI
LE FRAZIONI
RADICE QUADRATA


Continua la lettura dell’articolo su Iphone Italia

Posted in IphoneComments (0)

Nuovi prototipi di iPhone


Gli ultimi giorni sono stati ricchi di scoop legati ad Apple. I documenti del processo Apple VS Samsung sono infatti stati resi pubblici, e questo significa che è possibile dare uno sguardo anche ai prototipi di iPhone ai quali Apple ha lavorato ma che non hanno mai visto la luce. Continua a leggere: Nuovi prototipi di […]


Continua la lettura dell’articolo su iPhoner

Posted in iPhonerComments (0)

Reuters: Apple e Samsung non erano d’accordo sul valore dei rispettivi brevetti


La settimana scorsa Tim Cook e degli executive di Samsung si sono incontrati per discutere delle dispute sui brevetti e, stando a quanto riportato da Reuters, pare che le parti fossero in disaccordo sul valore dei rispettivi brevetti.

Come sapete Apple e Samsung sono attualmente coinvolte in una vicenda legale molto accesa a livello mondiale per le continue accuse di violazione. Il processo tra le due aziende è in programma per il 30 luglio a San Jose, in California, e la settimana scorsa Tim Cook ha partecipato ad un incontro con due executive di Samsung, Choi Gee-sung e Shin Jong-Kyun, per tentare di porre fine proprio a tale situazione.

Reuters riporta oggi alcune interessanti informazioni proprio su tale incontro di mediazione grazie a quanto dichiarato da alcune fonti, mantenute anonime per via della sensibilità delle informazioni condivise. I dirigenti delle due compagnie, secondo le fonti, si sono incontrate come parte delle direzioni del tribunale ma, nonostante un accordo sia sempre possibile, è improbabile che arrivi prima del processo.

Una delle questioni più delicate risulta essere quella legata all’effettivo valore dei brevetti essenziali-standard. Si tratta di brevetti concessi in licenza da Samsung  ai competitors sotto i termini FRAND, proprio in quanto essenziali, in cambio del fatto che la tecnologia in questione venga adottata come standard dell’industria. Secondo quanto riportato, Apple ritiene che tali brevetti debbano possedere un valore minore proprio a causa di tali dinamiche, ha affermato una fonte; Samsung crede a sua volta di avere un portfolio di brevetti più consistente di quello di Apple in merito a tecnologie di prossima generazione, come ad esempio per la tecnologia 4G.

L’incontro della settimana scorsa non ha quindi prodotto alcun risultato in termini di possibili accordi, ma ad avere un peso non indifferente è anche l’intricato rapporto tra le due aziende: Apple infatti, oltre ad essere una concorrente di Samsung, risulta tra i più importanti clienti del colosso sudcoreano.

[via]


Continua la lettura dell’articolo su Iphone Italia

Posted in IphoneComments (0)

PayPal si aggiorna introducendo la possibilità di aggiungere una carta sul nostro conto tramite una fotografia


PayPal ha da poco rilasciato un aggiornamento per la propria applicazione ufficiale per iPhone che permetterà, tra le novità, di aggiungere una carta sul conto tramite una fotografia.

PayPal (AppStore Link)
PayPalPayPal, an eBay CompanyCategoria: Finanza

Grazie all’applicazione di PayPal per iPhone potremo accedere al nostro account direttamente in mobilità così da svolgere diverse operazioni che potranno tornarci sicuramente utili, come ad esempio la richiesta di denaro ed una completa gestione del nostro conto in modo facile, veloce e completamente sicuro. Quest’applicazione ci permetterà di inviare e richiedere denaro semplicemente inviando una richiesta attraverso l’inserimento di una email o il numero di telefono del destinatario, ma non solo: potremo gestire il nostro conto PayPal controllando il saldo, trasferendo il denaro e consultando le varie transazioni dovunque ed in qualsiasi momento potendo contare su una completa sicurezza dei nostri dati, in quanto questi saranno adeguatamente protetti.

PayPal è stato aggiornato alla nuova versione 4.1 ed sono state introdotte diverse novità particolarmente interessanti. Oltre infatti alla presenza del saldo disponibile su tutte le pagine dell’app, troveremo anche la possibilità di aggiungere una carta al nostro conto PayPal attraverso una semplice fotografia scattata attraverso la fotocamera dell’iPhone. Si tratta di una novità molto importante se si considera come non bisogni più seguire i passaggi imposti dall’app per inserire manualmente la carta, in quanto il processo verrà automatizzato. La compagnia ha anche risolto alcuni bug minori.

L’applicazione di PayPal per iPhone è disponibile su App Store in modo completamente gratuito a questo link.


Continua la lettura dell’articolo su Iphone Italia

Posted in IphoneComments (0)

HTC e Pioneer Electronics insieme per portare la qualità dell’audio streaming in macchina e su dispositivi portatili


CellularMagazine.it

 

HTC ha sempre dimostrato una passione incondizionata per ogni dettaglio software nei suoi prodotti, vedi Beats oppure SoundHound integrato nell’ultima versione di Sense passando per tutti quei servizi e brevetti dedicati all’hardware interno e al processo di comunicazione con prodotti esterni che come sappiamo non produce in linea come fa con smartphone e tablet, oggi ha annunciato che Pioneer Electronics che tutti gli appassionati di impianti audio riconoscono come ottimo produttore è il primo a ricevere la certificazione HTC Connect (TM) e nei prossimi mesi ne seguiranno altri.

Invece che proporre una tecnologia DLNA o Bluetooth tra smartphone e sistema ricevente per riprodurre il suono il produttore ha scelto di creare e dare valore anche al sistema di streaming audio che deve mantenere evidentemente un’altissima frequenza di Kbps a delineare la sensibilità dello spettro del suono e il tutto senza ritardi tra invio, ricezione e riproduzione: una sfida veramente interessante.

 

Lo sguardo al futuro a cui ho accennato nell’introduzione segue una delle direttive aziendali in merito, htc non vuole imporre al cliente che per fare una operazione c’è solo una possibilità ma quando vende un One X che è il top o un Desire C con Sense 4 vuole dare il più ampio margine di operazioni possibili con il prodotto, è comunque lei stessa a stringere accordi con partner importanti tra cui Pioneer di cui parliamo in questo articolo (che ha già partnership con Apple in quanto i suoi iPhone, iPod e iPad possono mandare e ricevere diversi tipi di dati che non si limitano alla musica all’autoradio), ma pensiamo a Bang e Olufsen, Sony, Bose, …

 

Se anche a voi appassionano argomenti simili vi lascio il comunicato stampa ufficiale, è in inglese e io fino ad adesso ho cercato di riassumere solo le parti più interessanti ma comunque eccolo tutto; certamente la vedremo su Android e Windows Phone:

 

 

 

TAIPEI, Taiwan, June 26, 2012 /PRNewswire via COMTEX/ — HTC Corporation, a global leader in mobile innovation and design, today announced its HTC Connect(TM) certification program designed to offer consumer electronics manufacturers the opportunity to create an improved sound and visual standard for seamless connectivity between HTC® devices and consumer electronics. For consumers, HTC Connect will mean high-quality, wireless audio and video sent through their HTC smartphones to their compatible in-home and in-car electronics.

Smartphones are changing the way individuals listen to music and watch video, making it easier than ever before to enjoy rich multimedia content almost anywhere. HTC is working to bring the benefits and ease-of-use of mobile connected devices into the home through the HTC Connect initiative. HTC Connect certification introduces new connectivity standards for partners and gives consumers using an HTC Connect-certified device a new level of convenience through seamless integration with their other compatible consumer electronics. The HTC One(TM) series of smartphones is slated to receive HTC Connect certification through a software update in the coming months.

“The vision for HTC Connect is to allow our customers to easily stream their favorite high-quality video and audio from their smartphone into their home or car. This new initiative will build upon HTC’s innovation in smartphones with leading consumer electronics brands,” said Kouji Kodera, chief product officer, HTC Corporation. “We’re also excited to announce Pioneer Electronics, a leader in the audio and video industry, as our first partner to demonstrate the initial HTC Connect-certified audio experience for consumers.”

Pioneer Electronics — First HTC Connect Partner

Pioneer Electronics is the first and leading partner to bring HTC Connect-certified devices to market. HTC Connect will be featured as part of Pioneer’s 2012 lineup of DLNA-capable audio/video receivers and wireless speakers delivering a seamless and consistent audio streaming and control experience.

“We’re very pleased to be working with HTC on this important evolution of audio technology, which fits very well with Pioneer’s strong commitment to embracing the smartphone movement in our home entertainment products,” said Russ Johnston, executive vice president, Home Electronics Division, Pioneer Electronics. “The use of smartphones as primary content sources in the home is a trend that’s developing very quickly, and HTC is helping to provide a much-needed solution for a very significant and growing part of the market.”

Post Originale: HTC e Pioneer Electronics insieme per portare la qualità dell’audio streaming in macchina e su dispositivi portatili su http://www.CellularMagazine.it


Continua la lettura dell’articolo su Blog Cellulari

Posted in Blog CellulariComments (0)

Apple dovrà difendersi dalle accuse in merito al tracciamento degli utenti


Un giudice distrettuale statunitense ha deciso che la denuncia a carico di Apple per aver permesso ai networks di tracciare gli utenti potrà andare avanti e la compagnia dovrà difendersi dalle accuse.

La decisione è stata comunicata dal giudice distrettuale Lucy Koh, attualmente impegnata nella supervisione di 19 dispute nazionali relative ad Apple; stando a quanto affermato dal giudice le persone in possesso di un iDevice potranno procedere con la denuncia rivolta all’azienda californiana. Questa disputa è a tutti gli effetti la seconda versione di una prima denuncia inizialmente respinta dal tribunale che, nel 2011, affermò il fatto che Apple avesse volontariamente violato la privacy dei consumatori permettendo ai networks e alle applicazioni di tracciare l’attività di iPhone ed iPad.

All’interno della nuova denuncia i querelanti chiedono un risarcimento per danni in merito al presumibile spazio di archiviazione e banda perduti a causa del tracciamento delle attività. Apple rimane attualmente l’unico imputato in quanto le accuse rivolte a compagnie quali AdMarval Inc, Admob Inc, Flurry Inc e Google sono state respinte.

La nuova versione della denuncia adotta un approccio differente verso il tracciamento dei dispositivi iOS e si tratta presumibilmente dell’ultima occasione per i querelanti di ottenere un risarcimento per danni, in quanto il giudice Koh già in passato ha respinto due accuse in merito alla violazione dei diritti sulla privacy dei consumatori. Lo “scandalo” intorno ad Apple ha avuto inizio in seguito alla scoperta, effettuata da alcuni ricercatori nel 2011, del fatto che le fotografie con dati geografici potessero essere usate per tracciare effettivamente gli spostamenti degli utenti, suscitando l’immediato interesse degli ufficiali governativi degli Stati Uniti.

I querelanti a questo punto hanno deciso di utilizzare le dichiarazioni di Apple in merito alla protezione della privacy dei propri utenti per affermare il fatto che l’iPhone, e quindi anche iOS, sia stato progettato per consentire ai networks pubblicitari di raccoglier dati personali mascherati come applicazioni gratuite, quindi senza che l’utente ne fosse al corrente. Il punto principale della denuncia è l’UDID, un numero identificativo unico appartenente a ciascun dispositivo che può essere usate dalle agenzie per tracciare l’attività degli utenti tra le varie applicazioni e, nonostante Apple abbia ufficialmente iniziato a respingere applicazioni che ne fanno uso, diverse altre sono tutt’ora presenti su App Store. Qui di seguito un estratto di un documento mostrato al tribunale:

Le informazioni raccolte dall’imputato includono gli indirizzi e localizzazione dei querelanti; lo unique device identifier (“UDID”); il genere, età, codice postale e fuso orario dell’utente; ed informazioni specifiche delle applicazioni quali funzioni utilizzate dal querelante. Queste pratiche hanno permesso all’imputato di acquisire dettagli sui consumatori e di tracciare i consumatori in modo ripetuto, attraverso numerose applicazioni tracciando l’accesso ad apps da diversi dispositivi.

Non è chiaro quali conseguenze avrà questa denuncia sull’ecosistema mobile e soprattutto sui network pubblicitari, ma per saperlo basterà attendere fino a settembre, mese in cui avrà inizio il processo.

[via]


Continua la lettura dell’articolo su Iphone Italia

Posted in IphoneComments (0)

Pagina 1 di 212
117 queries in 0,586 seconds.