Tag Archive | "occorre"

Olimpiadi Londra 2012: tecarterapia in supporto agli atleti


Olimpiadi Londra 2012 tecarterapiaLa tecarterapia al servizio degli atleti alle prossime Olimpiadi 2012 di Londra. Un dolore muscolare, un’infiammazione, una contrattura o un crampo, sono l’incubo di tutti gli sportivi, soprattutto quelli professionisti che duramente hanno finora lottato per arrivare al traguardo olimpionico. La fisioterapia ed il team medico diventano per l’atleta prossimo alle gare, un’ancora fondamentale a cui affidarsi in caso di necessità. Occorre però non essere invasivi, evitare effetti collaterali a breve e lungo termine, sostanze che possono risultare dopanti, e allo stesso tempo avere una soluzione del trauma doloroso nel più breve tempo possibile.

Continua a leggere: Olimpiadi Londra 2012: tecarterapia in supporto agli atleti (…)

Olimpiadi Londra 2012: tecarterapia in supporto agli atleti, pubblicato su MedicinaLive il 19/07/2012

© Cinzia Due per MedicinaLive, 2012. | Commenta! |
Tag: fisioterapia, Olimpiadi Londra 2012, tecarterapia


Continua la lettura dell’articolo su Medicina Live

Posted in Medicina LiveComments (0)

I consigli utili prima di fare trading online


Il trading online è un attività in crescita. Molti sono i nuovi trader, ma ci sono molte persone che già alle prime esperienze decidono di ritirarsi e non investire online.

Quando si inizia e si ha poca esperienza nel trading online, è necessario evitare grosse perdite.

Come prima cosa, occorre avere conoscere il mercato delle valute, un’approfondita conoscenza della piattaforma online con cui si andrà ad operare e infine aver fatto varie simulazioni online attraverso conto virtuali.
Le simulazioni di trading online
sono indispensabili.

Per iniziare, consigliamo un conto di mini Forex (diversi sono i broker che consentono di partire con poche centinaia di euro) e con un mini lotto, al fine di partire con investimenti minimi, onde evitare perdite iniziali, e quindi di guadagnare autostima nelle prime operazioni, qualora si rivelassero vincenti.

Partendo con il proprio conto mini, conviene sempre partire con investimenti bassi, con non oltre 0,01 lotti, dato che, in caso contrario, aumentano le possibilità di vedere prosciugato il proprio mini conto in un lasso di tempo ristretto.

Posted in Investire OnlineComments (0)

Tobin tax dopo lo scudo antispread


tobin tax scudo antispread.jpg

Nella giornata di ieri, come non accadeva da mesi e mesi, le Borse europee hanno chiuso in forte rialzo, con Piazza Affari che in particolare ha guadagnato con il FTSE MIB oltre sei punti percentuali. Durerà oppure è il solito fuoco di paglia cui abbiamo assistito sui mercati da tanto, troppo tempo? Ebbene, già dalla prossima settimana si vedrà se trattasi solo di un mega-rimbalzo tecnico, ma di sicuro l’accordo sul cosiddetto “scudo antispread” ha sortito gli effetti sperati anche e proprio sul differenziale tra i titoli di Stato italiani e quelli tedeschi. Ora però allo scudo antispread, per ragioni di coerenza, e per colpire chi specula, occorre associare anche la Tobin tax, ovverosia la tassa sulle transazioni finanziarie.

Continua a leggere Tobin tax dopo lo scudo antispread…

Commenta »


Continua la lettura dell’articolo su Tutto Forex

Posted in Blog o SfereComments (0)

Consigli utili per una corretta diversificazione di investimento


Come più volte indicato all’interno del blog, la diversificazione deve essere considerato l’imperativo di un giusto investimento. La costruzione di un portafoglio è un tema molto delicato ed è meglio non optare per il file da te, ma affidarsi a buoni consulenti o società di gestione del risparmio.

Una corretta diversificazione del portafoglio costituisce la base migliore su cui lavorare nel tempo, perché puntando tutto su singolo titolo il rischio è notevole ed è facile perdere parte del capitale. La diversificazione aiuta a mantenere sotto controllo l’emotività dell’investitore, che rischia di fargli compiere scelte tragicamente sbagliate.

La diversificazione va in varie direzioni: occorre diversificare la tipologia di strumenti (finanziari e non), le scadenze e gli emittenti (in termini di settore e di area geografica).

Il Corriere Economia è stato pubblicato un interessante articolo che consiglia come diversificare investimenti da 10.000 a 300.000 euro.
Senza scendere nei dettagli dei nomi dei vari fondi, riportiamo le percentuali indicate per i vari asset, tanto per dare un’idea di quello che consigliano gli esperti in questo periodo:

Posted in Investire OnlineComments (0)

Rimborsi treno per neve: Casper, sono insufficienti


rimborsi treno neve casper.jpg

Sono tanti i treni che in questi ultimi giorni sono stati soppressi. In particolare, sono stati tagliati i treni regionali in base al Piano Neve che, specie nelle zone del Centro Nord, garantisce comunque un traffico ferroviario fluido anche per effetto della riduzione delle velocità. E se il treno parte ed arriva a destinazione con forte ritardo, cosa succede? Ebbene, al riguardo Trenitalia in ragione del ritardo accumulato può concedere gli indennizzi, ma questi Casper li ha rispediti al mittente in quanto insufficienti. Secondo il Comitato rappresentato da Adoc, Unione Nazionale Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino e Codacons, occorre subito che le FS incontrino le Associazioni dei Consumatori al fine di definire un adeguato risarcimento a favore di quei passeggeri che in alcuni treni sono rimasti bloccati per molto tempo sui binari a causa di malfunzionamenti tecnici. Se non sarà così le Associazioni di Consumatori sopra citate sono pronte ad avviare nelle sedi competenti innumerevoli cause risarcitorie.

Continua a leggere Rimborsi treno per neve: Casper, sono insufficienti…

Commenta »


Continua la lettura dell’articolo su Tutto Forex

Posted in Blog o SfereComments (0)

Prestiti in banca: le spese da tenere d’occhio


prestiti banca spese.jpg

Sebbene il costo del denaro in Italia in questi ultimi mesi sia salito vertiginosamente, è ancora possibile trovare prestiti bancari a tassi vantaggiosi, ovverosia con costi inferiori alla media di mercato. Ma bisogna sempre e comunque fare attenzione alle spese accessorie. A raccomandarlo è il Blog Prestiti nel sottolineare come innanzitutto per un prestito bisogna guardare al Tan ma poi occorre valutare, se presenti, anche tutte le spese accessorie. Trattasi infatti di costi aggiuntivi che possono spaziare da spese per l’incasso della rata a quelle di istruttoria e passando per i costi assicurativi, se si stipula una polizza contro il rischio di insolvenza, e quelli eventualmente richiesti per avviare la pratica di accesso al credito. Infine, cosa da non trascurare, occorre accertarsi se a livello contrattuale sia previsto o meno un costo quale penale di estinzione anticipata se il contraente decidesse di rimborsare il prestito prima della scadenza naturale del piano di ammortamento.

Continua a leggere Prestiti in banca: le spese da tenere d’occhio…

Commenta »


Continua la lettura dell’articolo su Tutto Forex

Posted in Blog o SfereComments (0)

Le regole da seguire per Investire in Borsa


Nel momento che si decide di investire in borsa è necessario seguire delle regole ben precise. Non è semplice investire nei mercati finanziari e ancor più difficile è guadagnare soldi.

In seguito i cinque consigli da seguire prima di investire in borsa:

1) Avere un obbiettivo
Investire in Borsa senza uno scopo è molto rischioso, e ci espone a situazioni impreviste dinanzi alle quali è facile assumere comportamenti irrazionali, dettati da istintività e imprevedibilità. Meglio cercare di fissare un target quantitativo molto preciso, sia per quanto riguarda i possibili guadagni su un titolo o su un portafoglio di titoli, sia per ciò che concerne la frequente ipotesi che le cose vadano male.

2) Cercare le informazioni
Una volta stabilito un obiettivo di investimento, è bene informarsi periodicamente sul titolo e sulle società interessate dai nostri impieghi. E’ pur vero che gli investimenti in Borsa sono per grandi versi assimilabili a delle vere e proprie scommesse con esiti imprevedibili, e che le informazioni diffuse sul mercato sono già state “incorporate” nel prezzo del titolo. Quanto sopra non equivale tuttavia ad esentarci dal reperire informazioni sugli oggetti dei nostri investimenti, al fine di incrementare la nostra consapevolezza nel gioco di Borsa.

3) Scegliere lo strumento giusto per il trading
Investire in Borsa costa. Non solo occorre tenere bene a mente che i titoli acquistati vanno a confluire in un apposito deposito amministrato il cui costo varia a seconda degli strumenti finanziari contenuti, ma bisogna altresì capire che ogni transazione di acquisto o di vendita prevede il pagamento di una commissione unitaria. Prima di buttarsi a capofitto, affidandosi al primo intermediario, è bene effettuare dei confronti tra le diverse offerte, alcune delle quali potranno rivelarsi molto utili per i traders più incalliti, e altre che invece si adatteranno meglio a chi investe in maniera saltuaria.

Posted in Investire OnlineComments (0)

Soluzioni per risparmiare sulla corrente elettrica


Come risparmiare sulla luce e’ uno dei temi che nella quotidianità ci consente di dare il nostro contributo in materia di salvaguardia dell’ambiente.

Ormai siamo nell’epoca del risparmio energetico e dello sviluppo delle energie rinnovabili. La sensibilità per l’ambiente e per la preservazione del pianeta fortunatamente sta gradualmente conquistando strati sempre maggiori della popolazione.

In tale ottica, insieme ai pannelli solari, all’energia eolica e alle altre forme di energie rinnovabili, uno dei risparmi energetici più semplici ed immediati da attuare e’ senza dubbio rappresentato dalla sostituzione di tutte le lampade ad incandescenza nella nostra abitazione ed il rimpiazzo con lampade fluorescenti che consentono notevoli risparmi sia in termini economici sia come contenimento dell’inquinamento.

In base ad un programma di disincentivazione verso le lampade ad incandescenza adottato dall’UE, e’ già cessata la produzione delle lampade ad incandescenza da 100 watt, mentre da questo mese cessera’ la produzione di quelle da 75 watt e fra un anno di quelle da 60 watt, che sono le più numerose.’

Le lampade possono essere:

lampade ad incandescenza
lampade alogene
lampade fluorescenti

Per comprendere meglio quello che segue e’ opportuno dare qualche generica definizione:

Flusso Luminoso
Unita’ di misura Lumen (lm) – e’ la quantità di luce emessa in un’unita’ di tempo
Intensità Luminosa
Unita’ di misura: Candela (cd) – concentrazione di luce irradiata in una direzione su una porzione di sfera
Illuminamento
– Unita’ di misura: Lux (lx) – quantità di luce su una superficie tangente al fascio

Per avere un’idea del risparmio energetico conseguibile, basti pensare che per produrre 600 lm occorre:

– una lampadina ad incandescenza da 60 watt
– una lampadina alogena da 42 watt
– una lampadina fluorescente da 12 watt

E’ evidente l’importanza di cominciare ad abituarsi a valutare la potenza non più in base al watt ma al lumen.

Fare una comparazione sulla convenienza di un sistema rispetto all’altro e’ cosa non facile in quanto si devono tenere presenti vari aspetti per trovare quel sistema che raccoglie più vantaggi.

Essi sono:
– consumo
– resa luminosa (lm)
– tempo di accensione (intervallo di tempo tra accensione e livello ottimale di esercizio)
– sensibilità alla temperatura
– perdita di intensità luminosa nel tempo
– durata
– effetto surriscaldante del bulbo
– prezzo

Da una valutazione dei parametri se ne può trarre una sorta di sintesi che consente di fare un significativo raffronto perché se da una parte e’ vero che il costo delle lampade a fluorescenza e’ più elevato, la durata e’ nettamente superiore ed il consumo nettamente inferiore risultane, al di la’ della tutela ambientale, un significativo risparmio economico.

In questa sede non abbiamo trattato le lampade a Led, che pur essendo già in commercio, rappresentano ancora un prodotto di nicchia con costi ancora elevati e che probabilmente una volta normalizzati i processi produttivi e distributivi troveranno l’accoglienza che meritano e forse rappresentano la soluzione dei prossimi anni.

 Soluzioni per risparmiare sulla corrente elettrica

Continua la lettura dell’articolo su Dove Investire

Posted in Dove InvestireComments (0)

Cosa serve per richiedere un mutuo o un finanziamento casa


Spesso la gente si spaventa di fronte ai documenti necessari per chiedere un mutuo casa sia per acquisto che per ristrutturazione . In realtà non c’e’ nulla di complicato.

Per richiedere ad una banca un mutuo o un finanziamento casa occorre avere dei requisiti in termini di affidabilità (precedenti finanziamenti regolarmente rimborsati, non avere protesti ne’ atti pregiudizievoli etc.) e di ‘capacita’ di credito’ (reddito adeguato etc.).

Aggiungiamo che a monte di questo ci dovrebbe essere un’idea di massima di quello che può essere l’ammontare del mutuo necessario e la sua presumibile durata.

Detto questo c’e’ una serie di documenti che occorre presentare per consentire alla Banca di predisporre una adeguata ed esauriente istruttoria per la concessione del mutuo.

Essi sono:

MODULO DOMANDA PER CHIEDERE UN MUTUO
Da compilare su modello prestampato dalla Banca

DOCUMENTI DI NATURA ANAGRAFICA PER CHIEDERE UN MUTUO
– Per una persona fisica
Documento d’identità valido
Codice fiscale
Certificato di nascita, di matrimonio
Stato di famiglia
e, per cittadini Extracomunitari
Permesso di soggiorno e passaporto

DOCUMENTAZIONE REDDITUALE PER CHIEDERE UN MUTUO
– Per un lavoratore dipendente
Dichiarazione del Datore di Lavoro da cui risulti la data di assunzione
Ultime tre buste paga
Cud
– Per un lavoratore autonomo
Ultima dichiarazione dei redditi
Documentazione comprovante inizio attività (iscrizione camera di commercio o partita iva)
Per una società
Atto costitutivo
Iscrizione alla Camera di Commercio
Bilancio o situazione patrimoniale aggiornata

DOCUMENTAZIONE IMMOBILIARE PER CHIEDERE UN MUTUO
– Per immobili usati
Proposta o compromesso o copia preliminare di compravendita
Atto di provenienza dell’immobile
Nota di trascrizione
Visura Piantina catastale
– Per immobili nuovi
Proposta o compromesso o copia preliminare di compravendita
Licenza di costruzione
Abitabilità

 Cosa serve per richiedere un mutuo o un finanziamento casa

Continua la lettura dell’articolo su Dove Investire

Posted in Dove InvestireComments (0)

La ristrutturazione con manutenzione straordinaria


spese

manutenzione straordinaria di un edificio

La manutenzione straordinaria di un edificio abitativo rientra nella classifica delle opere edilizie minori: comprende gli interventi di consolidamento, e il rinnovamento o la completa sostituzione di parti della struttura. Queste parti possono anche essere parti della struttura cosiddette portanti. Ad esempio le solette e le architravi, oltre ai muri di sostegno.

Nella manutenzione straordinaria rientrano opere per la realizzazione di servizi igenici e di servizi tecnologici, e le opere di modificazione dell’assetto distributivo.

 

In questa categoria, inoltre, rientrano gli interventi sulle facciate dei fabbricati e la creazione di cortile, giardini o di verde pensile e verticale, oltre alle opere riguardo la portineria. Queste sono le opere effettuate su aree al servizio di un edificio.

Nella stessa tipologia rientra anche la trasformazione delle singole unità immobiliari in più unità immobiliari.

 

Per realizzare interventi di manutenzione straordinaria, occorre presentare uno specifico progetto edilizio che deve essere allegato ad una domanda di autorizzazione edilizia o ad una denuncia di inizio attività.

L’autorizzazione edilizia può essere ottenuta anche con il silenzio- assenso, entro 90 giorni dalla presentazione della domanda.


Continua la lettura dell’articolo su Mutuonews

Posted in MutuonewsComments (0)

Prestiti auto: i consigli utili


prestiti auto consigli utili.jpg

Chi ha intenzione di comprare un’auto deve sapere che se si presenta dal concessionario con l’intera somma necessaria per l’acquisto, può aumentare il suo potere contrattuale; questo in modo tale da contrattare per un prezzo più basso, e/o avere degli optional in più senza altri costi aggiuntivi. A metterlo in risalto è il portale Prestiti.it nel ricordare, inoltre, come ci sia al prestito auto, come alternativa, anche il leasing. In ogni caso, sia per una macchina nuova, sia per una usata, occorre scegliere il prestito auto più adatto alle proprie esigenze; questo in modo tale da poter pagare rate mensili che siano in linea con la propria capacità di generazione di reddito. L’occhio deve cadere chiaramente sul tasso di interesse applicato sul prestito, privilegiando quello con gli interessi più bassi. Ma bisogna fare attenzione anche ai costi accessori, dalle commissioni di incasso rata, se ci sono, alle spese di istruttoria e passando per eventuali premi assicurativi.

Continua a leggere Prestiti auto: i consigli utili…

Commenta »

Posted in Blog o SfereComments (0)

Attenzione al pesce crudo, è rischio anisakis


Mangiare pesce crudo mette a rischio di contrarre l’anisakis, un parassita appartenente alla stessa famiglia degli ascaridi, i vermi tipici dell’infanzia che vengono trasmessi nelle comunità. Allo stadio adulto, albergano nei mammiferi marini (ospite abituale), mentre le larve possono trovarsi nelle carni dei pesci ed accidentalmente parassitare anche l’uomo (ospite accidentale) attraverso l’ingestione di pesce crudo o poco cotto contaminato. L’anisakis è visibile ad occhio nudo anche se occorre particolare attenzione per individuarlo essendo molto sottile ed arrotolato su se stesso: è bianco-rosato, facilmente confondibile col colore delle carni.

Continua a leggere: Attenzione al pesce crudo, è rischio anisakis (…)

Attenzione al pesce crudo, è rischio anisakis, pubblicato su MedicinaLive il 25/07/2011

© Cinzia Due per MedicinaLive, 2011. | Commenta! |
Tag: anisakis, gastrite, parassitosi, pesce crudo


Continua la lettura dell’articolo su Medicina Live

Posted in Medicina LiveComments (0)

Pagina 1 di 212
114 queries in 0,576 seconds.