Tag Archive | "gente"

Il nuovo iPhone 5 si chiamerà iCom?


Il nuovo iPhone 5 si chiamerà iCom? su: iPhone 5

Il nuovo iPhone 5 si chiamerà iCom?Nuove indiscrezioni su iPhone 5 e questa volta non riguardano caratteristiche tecniche ma il nome. La notizia che vi forniamo oggi arriva da fonti giapponesi.

Ieri abbiamo confermata che la produzione del nuovo smartphone Apple è stata ufficialmente avviata e oggi possiamo parlare di una novità. Ormai delle caratteristiche integrate ne sappiamo di tutti i colori, gli operatori di telefonia stanno facendo scorta di mini schede Sim che molto probabilmente verranno integrate nel melafonino di ultima generazione. Alcuni rapporti resi noti nel mese di giugno hanno ipotizzato che Apple starebbe progettando nano-SIM per il nuovo standard 4FF, selezionato dall’European Telecommunications Standards Institut.

Ora abbiamo le notizie che lo confermano e arrivano dal Financial Times, gli operatori aspettano che l’ iPhone5  guardi ad una nano Sim dal design snellito e ovviamente sono in fase di produzione milioni di card nei magazzini. Apple non ha voluto commentare questa notizia e ovviamente la maggior parte delle persone sono rimaste colti di sorpresa alla ricezione di questa notizia.

Un’ altra novità molto probabile riguarda il nome del melafonino che potrebbe non avere lo stesso nome dei modelli precedenti. Infatti il nome finale del melafonino potrebbe essere iCom, “Chiamare qualcosa smartphone, significa dire alla gente che il nucleo di esso è ancora un telefono, una macchina la cui parte superiore si avvicina all’orecchio e la cui parte inferiore si mette sulle labbra” spiega News.cnet.

Apple molto probabilmente vuole differenziarsi dalla massa e procedere in tal senso scegliendo un nome che sia in grado di destare l’attenzione rispetto alla concorrenza.

Continua la lettura dell’articolo su Iphone-5.it

Posted in Iphone-5.itComments (0)

Per Daniel Burrus Siri potrebbe seppellire Google


In un interessante articolo pubblicato nella giornata di ieri, lo stratega del business tecnologico Daniel Burrus parla del futuro della tecnologia e dei cosiddetti UIAE (Ultra-Intelligent Electronic Agent), cioè gli assistenti virtuali come Siri in grado di interagire con l’utente. Tale tecnologia potrebbe presto seppellire le ricerche canoniche di Google.

Per Burrus, tra qualche anno ci saremo dimenticati di risultati e indicazioni fornite dai motori di ricerca canonici che saranno invece sostituiti dagli assistenti virtuali come Siri: veri e propri avatar audio in grado di fornirci indicazioni e aiutarci nella gestione della vita quotidiana. Tali UIAE sono diversi dalle applicazioni mobili di Google proprio perchè dotati di personalità e interattività:

Cosa rende Siri un UIEA rispetto all’app di Google che utilizziamo sugli smartphone? Siri e i suoi competitor sono collegati ad un super-computer in the Cloud che può frugare tra tutti i database e i feed del mondo. Ha accesso ad una quantità crescente di informazioni che proviene da ogni luogo. Qui parliamo di macchine che parlano alle macchine, e di sensori che comunicato attraverso Internet. In più, è connessa al nostro dispositivo di computing personale con accesso, approvato dall’utente, ai calendari, ai contatti e molto altro. Tutti i dati fluiscono in un super-computer che fornisce le risposte al nostro agente ultra-intelligente, che a sua volta è in grado di fornire conoscenza pertinente e immediatamente fruibile.

Insomma, in un prossimo futuro addio alle ricerche classiche e manuali a favore di vere e proprie “chiacchierate” con il computer o il dispositivo mobile:

La gente sta facendo lo stesso errore con Siri. Lo vedono come un giocattolo divertente. E io invece vi dico che è molto più di questo. Infatti, è una trasformazione per il mondo business ancora più grande dell’iPad. Possiamo già vedere quanto stia affermandosi questa tecnologia con Siri e coi suoi competitor emergenti. E dato che la banda, lo storage e il potere computazionale crescono esponenzialmente, vedremo versioni sempre più avanzate degli UIEA saltare rapidamente sul treno della novità.

E presto Siri potrebbe essere implementato non solo per l’utilizzo del singolo utente, ma anche in grandi aziende.

[via]


Continua la lettura dell’articolo su Iphone Italia

Posted in IphoneComments (0)

App Store Essentials: app per gente produttiva


Finalmente Apple si è decisa ad aprire in App Store una nuova sezione dedicata alle mie app preferite, quelle per la gestione dei todo.

La sezione si chiama app per gente produttiva e presenta al suo interno una serie di applicazioni davvero interessanti dedicate alla produttività.

Continua a leggere: App Store Essentials: app per gente produttiva (…)

App Store Essentials: app per gente produttiva, pubblicato su iPhoner il 06/04/2012

© Alessandro Moretti per iPhoner, 2012. | Commenta! |
Tag: App per gente produttiva, App Store, App Store Essentials, sezione, todo


Continua la lettura dell’articolo su iPhoner

Posted in iPhonerComments (0)

I dati sull’occupazione incidono sui mercati finanziari


Nei mercati finanziari esistono elementi che possono aiutarci a prevedere i movimenti futuri. Uno di questi elementi sono i dati sull’occupazione.

Un’economia sana indica che può dare lavoro a molte delle persone. Le offerte di lavoro sono una cosa fondamentale nella società di oggi. Se aumenta la produzione, più gente lavora e più gente riceve dei salari i quali favoriranno l’acquisto di beni e servizi.

E’ facile capire che più posti di lavoro significa anche più produzione e più salari. Questa relazione funziona anche in senso inverso, come si può ragionevolmente prevedere se una valuta sta perdendo forza o meno.

I dati sull’occupazione illustrano quante persone sono impiegate, quante non lo sono e i livelli salariali. Attraverso questi dati si può capire lo stato di salute di tutta l’economia.

Gli investitori dovrebbero considerare questi dati in modo da poter valutare obiettivamente le aree dove vogliono fare i loro investimenti.

Dato che i dati di lavoro incidono anche sul costo della vita delle persone, essi sono utilizzati anche per valutare l’inflazione.
Tra i più importanti dati da prendere in considerazione in tutto il mondo presta attenzione agli Stati Uniti, dove vengono rilasciati sempre il primo venerdì del mese, ma non trascurare la zona euro e il Giappone.
Fonte: tuttoforex.net

 I dati sulloccupazione incidono sui mercati finanziari

Continua la lettura dell’articolo su Dove Investire

Posted in Dove InvestireComments (0)

iPhone 4S: Apple sospende le vendite in Cina


iPhone 4S: Apple sospende le vendite in Cina su: iPhone 5

Avere un iDevice Apple ormai è diventata talmente tanto una moda che la gente si picchia, letteralmente, per accaparrarsi un iPhone 4S.

La vicenda, alquanto bizzarra, è accaduta in Cina. Qui la casa produttrice di Cupertino si è vista costretta a sospendere le vendite di iPhone 4S. Ma andiamo per gradi e vediamo che è successo. Migliaia Continua a Leggere
Continua la lettura dell’articolo su Iphone-5.it

Posted in Iphone-5.itComments (0)

Conseguenze alle dimissioni di Berlusconi


Il premier Silvio Berlusconi ha lasciato il Quirinale dove ha rassegnato le dimissioni ed è rientrato a palazzo Grazioli. Il premier è stato contestando per strada da centinaia di cittadini scesi in strada a Roma. Un’orchestrina ha suonato per festeggiare cantando l’Alleluja di Handel. Domani il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, avvierà le consultazioni.

Silvio Berlusconi è rientrato a palazzo Grazioli dopo l’incontro al Quirinale dove ha rassegnato le dimissioni da presidente del Consiglio.

Silvio Berlusconi ha lasciato il Quirinale dopo aver rassegnato le dimissioni nelle mani del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. Il presidente del Consiglio ha lasciato il Colle da una uscita secondaria.

Il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, lasciando Palazzo Grazioli in auto, di fronte ad alcune persone in attesa che contestavano, ha risposto facendo il gesto delle corna e del dito medio ai manifestanti.

Lancio di monete in piazza del Quirinale, monete da 10 e 20 centesimi. Il presidente del Consiglio è appena arrivato al Colle e c’è molta gente in piazza. La gente urla slogan diversi, sventola bandiere tricolori e mette in bella mostra manifesti. “E’ arrivata la tua ultima orgia“, recita uno di questi.

Si è appena concluso l’ufficio di presidenza del Pdl a Palazzo Grazioli. Tutti i ministri e dirigenti del partito hanno lasciato via del Plebiscito accompagnati da pesanti contestazioni: “Andate a casa, andate a casa”, è uno degli slogan così come sono in molti a gridare: “Buffoni, buffoni”.

Il premier Silvio Berlusconi è arrivato al Quirinale per rassegnare le dimissioni. La folla, che ha aspettato l’arrivo del presidente del Consiglio uscente, è riuscita a occupare via del Quirinale impedendo il passaggio delle auto. La polizia è intervenuto per riaprire il passaggio. Al momento la situazione è tornata sotto controllo.

E’ qualcosa che mi amareggia profondamente“. Così il premier Silvio Berlusconi, contestato dopo il Consiglio dei ministri a Palazzo Chigi e prima dell’ufficio di presidenza a Palazzo Grazioli, si rivolge ad alcuni esponenti del partito durante l’ufficio di presidenza e prima di salire al Colle per rassegnare le dimissioni.

Scontri di cori tra i fan e i contestatori del premier, Silvio Berlusconi, fuori da palazzo Grazioli, dove è in corso l’ufficio di presidenza del Popolo della libertà. I supporter del Cavaliere hanno risposto intonando l’inno di Mameli al ‘Bella ciao’ dei contestatori. Alcuni, tra i contestatori, sono stati identificati dalle forze dell’ordine.

Il premier Silvio Berlusconi è rientrato a palazzo Grazioli accolto dai suoi sostenitori: “Silvio, Silvio!”; “libertà, libertà!”: questi i cori che hanno convinto il presidente del Consiglio ad affacciarsi dal cancello salutando a braccia alzate i suoi supporter. “Eroe di libertà, lotta per noi!” e “c’è solo un presidente” recitano due striscioni tenuti da numerose persone, che stavano aspettando il premier dietro la barriera, composta da una decina di fioriere, posta a protezione del portone d’ingresso. “Siamo qui per dire al nostro presidente che, nonostante il momento, l’Italia più giovane è con lui – afferma una ragazza – le sue dimissioni sono per noi una pugnalata”.

“Tutti a San Vittore”, “vai a casa”, hanno gridato più un centinaio di persone assiepate dietro le transenne di piazza Colonna mentre era in corso il consiglio dei Ministri a palazzo Chigi. La protesta dura da ore e a farne le spese è stato il Guardasigilli Francesco Nitto Palma che al termine del Consiglio dei ministri è uscito a piedi dall’ingresso principale ed è stato “assediato” da tv e stampa, mentre gli gridavano “buffone, buffone”.

Il ministro delle Pari opportunità Mara Carfagna, entrando poco fa a palazzo Grazioli, risponde con un sguardo di sfida al grido “era ora, vai a casa”. Il ministro aveva risposto diplomaticamente scendendo dall’auto: “stiamo andando a casa”. Pronta la replica dell’altra donna: “sì, però adesso restaci”.

Il ministro del Welfare Maurizio Sacconi, entrando nella residenza romana di Silvio Berlusconi, ha risposto al coro “buffone, te ne devi andare” alzando il dito medio.

Urla e fischi dalla folla accalcata davanti a Palazzo Chigi, contro il ministro per le Politiche alla gioventù Giorgia Meloni. Il ministro è uscito tra la folla a Piazza Colonna ed è stata aggredita verbalmente dai cittadini, molti dei quali urlavano “vai a fare anche tu il bunga bunga”.

Momenti di tensione in via del Corso, a pochi metri da Palazzo Chigi, mentre era in corso il Consiglio dei ministri. Alcuni militanti di Forza Nuova sventolando le loro bandiere si sono aggregati ai manifestanti e hanno urlato contro il governo, e in particolare contro Berlusconi, il ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, e il leader della Lega Nord, Umberto Bossi. Immediatamente sono stati contestati dai manifestanti, che gli urlavano “fascisti, fascisti”, chiedendo alle forze dell’ordine di allontanarli. Dopo l’intervento della polizia, tutto è tornato alla normalità.
Fonte: tgcom.mediaset.it

 Conseguenze alle dimissioni di Berlusconi

Continua la lettura dell’articolo su Dove Investire

Posted in Dove InvestireComments (0)

Cosa serve per richiedere un mutuo o un finanziamento casa


Spesso la gente si spaventa di fronte ai documenti necessari per chiedere un mutuo casa sia per acquisto che per ristrutturazione . In realtà non c’e’ nulla di complicato.

Per richiedere ad una banca un mutuo o un finanziamento casa occorre avere dei requisiti in termini di affidabilità (precedenti finanziamenti regolarmente rimborsati, non avere protesti ne’ atti pregiudizievoli etc.) e di ‘capacita’ di credito’ (reddito adeguato etc.).

Aggiungiamo che a monte di questo ci dovrebbe essere un’idea di massima di quello che può essere l’ammontare del mutuo necessario e la sua presumibile durata.

Detto questo c’e’ una serie di documenti che occorre presentare per consentire alla Banca di predisporre una adeguata ed esauriente istruttoria per la concessione del mutuo.

Essi sono:

MODULO DOMANDA PER CHIEDERE UN MUTUO
Da compilare su modello prestampato dalla Banca

DOCUMENTI DI NATURA ANAGRAFICA PER CHIEDERE UN MUTUO
– Per una persona fisica
Documento d’identità valido
Codice fiscale
Certificato di nascita, di matrimonio
Stato di famiglia
e, per cittadini Extracomunitari
Permesso di soggiorno e passaporto

DOCUMENTAZIONE REDDITUALE PER CHIEDERE UN MUTUO
– Per un lavoratore dipendente
Dichiarazione del Datore di Lavoro da cui risulti la data di assunzione
Ultime tre buste paga
Cud
– Per un lavoratore autonomo
Ultima dichiarazione dei redditi
Documentazione comprovante inizio attività (iscrizione camera di commercio o partita iva)
Per una società
Atto costitutivo
Iscrizione alla Camera di Commercio
Bilancio o situazione patrimoniale aggiornata

DOCUMENTAZIONE IMMOBILIARE PER CHIEDERE UN MUTUO
– Per immobili usati
Proposta o compromesso o copia preliminare di compravendita
Atto di provenienza dell’immobile
Nota di trascrizione
Visura Piantina catastale
– Per immobili nuovi
Proposta o compromesso o copia preliminare di compravendita
Licenza di costruzione
Abitabilità

 Cosa serve per richiedere un mutuo o un finanziamento casa

Continua la lettura dell’articolo su Dove Investire

Posted in Dove InvestireComments (0)

Nessuno aggiorna più Wikipedia


  Di certo tutti conoscete Wikipedia, famoso servizio online, conosciuto per l’infinità di pagine e di informazioni che ci si possono trovare. Un enciclopedia gigantesca portata avanti semplicemente dalla gente e dalla voglia di informazione. Grazie a questi ingredienti Wikipedia è diventato un pezzo importante di Internet, dove si può trovare di tutto. Molti di […]
Continua la lettura dell’articolo su MondohiTech.info

Posted in MondohiTech.infoComments (0)

Raccolta differenziata difficile per gli anziani


Un servizio de Il Tempo edizione Roma(qui un altro articolo) ha parlato dei cassonetti della spazzatura rotti, sporchi e puzzolenti, e gli anziani fanno fatica a gettare i rifiuti, tanto che a volte li lasciano a terra. Il comune ha promesso migliaia di nuovi contenitori più adeguati. Ma se quei soldi fossero stati utilizzati diversamente? 

La gente deve sapere che anche nel Lazio la
Continua la lettura dell’articolo su Eco della Terra

Posted in Eco della TerraComments (0)

Scoperto Spider Truman


Giusto poco tempo fa avevamo parlato di quell’uomo che licenziato da Montecitorio decise dopo quindici anni di onorato servizio di cominciare a svelare tutti i segreti e  quindi i privilegi di cui questa Casta(che sarebbero i politici di Montecitorio) usufruisce. Negli ultimi giorni ha riscontrato molto successo fra la gente che lo ha seguito con […]
Continua la lettura dell’articolo su MondohiTech.info

Posted in MondohiTech.infoComments (0)

67 queries in 0,560 seconds.