Tag Archive | "genere"

Diskobolos, un divertente arcade game che metterà a dura prova le vostre abilità


Diskobolos è un gioco rilasciato recentemente su App Store con forti elementi arcade che, grazie alle sue meccaniche, riuscirà a mettere in difficoltà le nostre abilità, spingendoci ad impegnarci sempre di più.

Diskobolos (AppStore Link)
DiskobolosConquering Bytes OGCategoria: Giochi

Su App Store di certo non si può dire che manchino i giochi, soprattutto visto il continuo rilascio di nuovi titoli in grado di divertire i giocatori, sempre in cerca di qualcosa che possa offrire una nuova esperienza. In quest’occasione vi parliamo di Diskobolos, un titolo per iOS sviluppato da Conquering Bytes, che si caratterizza per forti elementi arcade in cui il nostro scopo sarà quello di ottenere, come accade in questo genere di titoli, il punteggio più alto possibile per dimostrare le proprie abilità. La grafica vettoriale del gioco riprende a sua volta la semplicità ed i colori tipici dei giochi appartenenti al genere arcade, differenziandolo rispetto al panorama di titoli presenti sull’App Store.

Lo scopo del giocatore in Diskobolos è quello di sparare dei dischi a insetti bionici che si spostano su schermo ad una velocità sempre maggiore, comportando così un progressivo aumento nella difficoltà. Le meccaniche di gameplay sono diverse ed infatti dischi potranno essere fatti rimbalzare sui lati dello schermo, ma a disposizione avremo anche degli oggetti che consentiranno di ribaltare le sorti della partita. Per quanto riguarda il punteggio, inoltre, sono disponibili dei buchi neri che permetteranno di farlo aumentare sempre di più.

Trattandosi di un gioco arcade con oggetti che si spostano continuamente e a velocità diverse sullo schermo, Diskobolos richiederà da parte nostra una particolare attenzione alla strategia da adottare, obbligandoci a sfruttare i nostri riflessi. Il gioco include 50 complesse missioni che spingeranno il giocatore a cambiare continuamente strategia, anche per sbloccare nuovi obiettivi; per avere una maggiore varietà nel gameplay potremo fare affidamento su diversi oggetti, quali Power Disks, Slow Motion ed altri ancora, che potranno aiutarci a gestire al meglio le situazioni particolarmente rischiose e frenetiche. Per personalizzare lo stile di gioco, infine, Diskobolos offrirà al giocatore la possibilità di usare fino a 4 perks per rendere ogni partita unica.

Diskobolos è disponibile su App Store in una versione universale, ottimizzata sia per iPhone che iPad, al prezzo di 0,79€.


Continua la lettura dell’articolo su Iphone Italia

Posted in IphoneComments (0)

Considerazioni sul riacquisto di AudioBeats del 25% delle azioni vendute l’anno scorso a htc per metà prezzo


CellularMagazine.it

 

Inizio a spiegare da quanto successo nel 2011: Audio-Beats by Dr.Dre vende il 51% del valore delle sue azioni e quindi concedere il pacchetto di maggioranza e controllo dell’azienda a HTC Corporation per un esborso di 300 milioni di dollari a favore dell’americana, subito hanno iniziato a arrivare nel settore mobile smartphone come htc Sensation Xe, Xl, la famiglia One che integrato nella ui proprietaria Sense nelle rispettive diverse versioni (tra cui la 4, notizia di ulteriore approdonfimento) con questa caratteristica hardware e in parte software.

 

Notizia del primo trimestre fiscale abbassa a due cifre le vendite del produttore nel mondo, in europa e nel nostro paese; htc sembra voler continuare a puntare su Beats tanto che inizia a creare un programma di certificazione con i particolari e qualitativamente migliori produttori di casse acustiche al mondo iniziando con Pioneer Electronics (notizia dedicata) in modo da essere la prima che un domani nelle confezioni di casse audio di qualsiasi genere e dimensioni partendo da quello domestico a quello nelle macchine degli appassionati avrà il suo logo accanto a quello per iPhone e iPod Touch che nella concezione di tutti sono i player musicali per cui l’industria automobilistica ha riservato un canale speciale.

 

Di ieri le dichiarazioni ufficiali in comunicato stampa che AudioBeats per metà dei trecento milioni di Dollari che ritornano a htc riavrà il 25% del valore dell’azienda per poterla controllare, espandere e valorizzare più di quanto htc che è notoriamente impegnata in altro potrebbe fare.

Alla taiwanese rimane il 26% e l’esclusiva della tecnologia sui dispositivi mobili, ora però è tutto da vedere come Beats Electronics LLC riuscirà a rendere sempre più famosa e dare pregio al brand e a tutti i prodotti che offre che vanno dalle cuffie, auricolari, speaker e vestiti: le potenzialità ci sono tutte e per prodotti con una qualità vicino alla perfezione non c’è crisi ma ci sono tanti investimenti da fare per aprire negozi nelle principali città di tutto il mondo, capire se Nike con la sua divisione Running è un rivale o un potenziale partner cruciale per avvicinare il mercato di coloro che acquistano scarpe per la corsa insieme a player audio, valutare la concorrenza, …

 

 

Una partnership con Apple che, diciamocelo onestamente, le cuffie non sono granchè a livello estetico e non hanno grandi tecnologie hardware dietro sembra improbabile ma perchè no? Se si spendono 599 Euro per un iPhone e si vuole un suono perfetto altri 200 per l’ultimo modello di cuffie Beats dovrebbero essere uno scherzo e tornando al produttore htc potrà solo giovarne in positivo .

 

Come abbiamo visto nel 2011 tutto è iniziato e sono tate tante le notizie anche sconvolgenti, vedremo come si evolverà la situazione con orecchio da appassionati di tecnologia.

 

Post Originale: Considerazioni sul riacquisto di AudioBeats del 25% delle azioni vendute l’anno scorso a htc per metà prezzo su http://www.CellularMagazine.it


Continua la lettura dell’articolo su Blog Cellulari

Posted in Blog CellulariComments (0)

Apple chiude i siti web che offrivano l’accesso alle beta di iOS in cambio di denaro


Nel mese scorso Andy Baio scriveva un’interessante storia per Wired raccontando il mondo in cui migliaia di persone vendevano l’accesso alle beta di iOS ad una lunga schiera di utenti non sviluppatori. In questi giorni è stato notato che Apple ha iniziato a chiudere tutti quei siti web in cui si trattavano tali argomenti.

Nel corso di giugno Andy Baio scriveva una storia sulla rivista Wired in cui descriveva dettagliatamente il mondo che si celava alle spalle dell’accesso alle versioni beta del sistema operativo iOS. In genere l’accesso a tali release è concesso solamente agli utenti che hanno registrato il proprio UDID (Unique Device Identifier) come sviluppatori, ovvero hanno pagato una somma di 99$ all’anno. Oltre naturalmente al device registrato, l’azienda di Cupertino offre l’opportunità di collegare anche altri 100 dispositivi provvisori, pagando la cifra una sola volta.

Come indicato, il costo per un normale sviluppatore è di 99$, tuttavia i siti in cui si vendeva l’accesso alle versioni beta offrivano il servizio ad un prezzo compreso nel range dei 10$. Leggendo l’articolo di Baio troviamo:

Per un piccolo sviluppatore le attivazioni non autorizzate potrebbero essere un business veramente redditizio, tanto che varrebbe la pena correre i rischi del caso. Leggendo i vari siti elencati è possibile visualizzare la lunga coda di persone in attesa dell’attivazione, ma sopratutto trovate un elenco di tutti i device attivati, ben 2’300 nell’ultima settimana.

Al costo di 8,99$ per ogni attivazione, i 23 sviluppatori, pagando solamente 2’277 dollari, sono riusciti a raggiungere un fatturato da 20’600 dollari. Leggendo la loro homepage è possibile notare che oltre 19’000 dispositivi sono stati attivati sino ad ora e che le attivazioni possono essere rinnovate ogni anno a costo zero, ricordando infatti che l’account sviluppatore ha durata annuale.

In seguito alla pubblicazione dell’articolo di Baio, la maggior parte dei siti web citati dallo stesso (che qui omettiamo per vari motivi) hanno misteriosamente iniziato a chiudere, tanto che molte persone si sono domandate se effettivamente alle spalle di tutto questo non vi fosse altro che Apple.

Incuriositi da tale situazione, i ragazzi di MacStories hanno iniziato ad investigare e sono riusciti a contattare un proprietario di uno dei suddetti portali web citati nell’articolo di Baio. L’utente (che per ovvie ragioni ha preferito restare anonimo) ha confermato che il sito è stato chiuso in seguito ad una denuncia da parte di Apple per violazione del copyright.

Nella mail inviata alla redazione di MacStories, il proprietario del sito afferma di aver guadagnato all’incirca 75’000 dollari dal momento in cui Apple ha rilasciato la prima beta di iOS 6 per gli sviluppatori. Leggendo la mail inviata, lo stesso crede che “ i nostri servizi non hanno in nessun modo infranto le linee guida per iOS 6″, allo stesso modo afferma che la chiusura del sito non li fermerà, infatti sono già pronti ad avviare una nuova realtà attraverso un differente dominio web.

Contattando altri siti, i ragazzi di MacStories non sono stati molto fortunati, nello specifico hanno ricevuto una sola risposta con un “no comment” e “l’articolo di Wired ha causato la fine del nostro sito”.

A quanto pare, nel momento in cui Wired ha pubblicato il proprio articolo, Apple si è finalmente decisa di avviare azioni legali per chiudere al più presto tutti i portali coinvolti nel traffico illegale della vendita di UDID. Già lo scorso anno l’azienda di Cupertino aveva chiuso diversi account per sviluppatori in quanto avevano venduto i propri slot UDID ad altri utenti, la stessa Apple ci ricorda che “distribuzioni non autorizzate sono proibite e potrebbero essere perseguite a norma di legge”.

In conclusione al lunghissimo discorso, un fatto è particolarmente sorprendente, a quanto pare infatti uno dei più popolari siti web da cui è possibile acquistare l’accesso alle beta di iOS risulta essere ancora online. Tuttavia la pagina dalla quale è possibile accedere all’elenco di richieste in sospeso è offline e lo stesso si può dire dell’altro portale a cui gli stessi proprietari si appoggiano.

Ricordate comunque che vendere l’accesso alle beta di iOS è una pratica assolutamente illegale.

[via]


Continua la lettura dell’articolo su Iphone Italia

Posted in IphoneComments (0)

Il Nuovo iPhone 5 come una carta di credito


Il Nuovo iPhone 5 come una carta di credito su: iPhone 5

Il Nuovo iPhone 5 come una carta di creditoLe novità dedicate ad iPhone 5 non finiscono, infatti, dopo aver scoperto che sarà arricchito di funzionalità innovative e di un display più grande, scopriamo che con il nuovo iPhone 5 sarà possibile pagare.

Quindi possiamo pensare a questo dispositivo come se fosse a tutti gli effetti una carta di credito. Tutto questo sarà possibile grazie all’integrazione di un chip presente nello smartphone che potrà essere utilizzato per acquistare online qualsiasi cosa. La tecnologia NFC integrata nel sistema permetterà di effettuare acquisti avvicinando il cellulare al POS presente nel punto vendita del commerciante.

Inoltre questo sistema è collegato alla rete peer-to-peer realizzati dal contatto tra i due dispositivi. Già introdotto in alcuni smartphone di ultima generazione, tra cui i dispositivi Android e BlackBerry, il sistema verrà ora esteso anche ai cellulari di casa Cupertino. Che ne pensate? Siete felici di questa novità?

Apple ha pensato proprio a tutto, infatti, con la presentazione di iOs 5, propone anche l’applicazione Passbook. Si tratta di uno strumento che permette di gestire coupon e biglietti di vario genere ed è stata realizzata anche per gestire velocemente un portaolio digitale basato sulla tecnologa NFC.

Che cosa desiderare di meglio?

Continua la lettura dell’articolo su Iphone-5.it

Posted in Iphone-5.itComments (0)

Rumors sul nome ufficiale: iPhone 5, iPhone 2012 o Nuovo iPhone?


Rumors sul nome ufficiale: iPhone 5, iPhone 2012 o Nuovo iPhone? su: iPhone 5

Non passa giorno in cui iPhone 5 sia al centro delle notizie online, infatti, dopo video e indiscrezioni di ogni genere, dobbiamo parlavi di una nuova apparizione.

Questa volta l’iPhone mostrato è in versione bianca, un render molto caratteristico che secondo gli esperti del settore si chiamerà iPhone 2012. Quindi il nome ufficiale del nuovo smartphone Apple non è stato ancora deciso? Analizzando del dettaglio l’immagine di questo nuovo render, ci accorgiamo che il display è decisamente grande e questo fa pensare all’integrazione di  una fotocamera migliore.

Il retro del dispositivo, come più volte accennato è in alluminio e questo permette di offrire una forma più elegante. Sono altre le caratteristiche che saltano all’occhio, come una griglia per l’uscita audio più ampia rispetto a quella integrata nella versione attuale. la posizione in basso del jack per l’uscita audio. Inoltre, si può notare anche il posizionamento centrale della fotocamera FaceTime. Troppa attesa nei confronti del nuovo iPhone e di conseguenza i fan hanno acceso la loro fantasia.

Un render piuttosto realistico del prossimo oggetto dei desideri di ogni appassionati di tecnologia che si rispetti.

Non ci resta che rinnovare l’appuntamento giornaliero con le news relative al futuro iPhone.

Continua la lettura dell’articolo su Iphone-5.it

Posted in Iphone-5.itComments (0)

Apple dovrà difendersi dalle accuse in merito al tracciamento degli utenti


Un giudice distrettuale statunitense ha deciso che la denuncia a carico di Apple per aver permesso ai networks di tracciare gli utenti potrà andare avanti e la compagnia dovrà difendersi dalle accuse.

La decisione è stata comunicata dal giudice distrettuale Lucy Koh, attualmente impegnata nella supervisione di 19 dispute nazionali relative ad Apple; stando a quanto affermato dal giudice le persone in possesso di un iDevice potranno procedere con la denuncia rivolta all’azienda californiana. Questa disputa è a tutti gli effetti la seconda versione di una prima denuncia inizialmente respinta dal tribunale che, nel 2011, affermò il fatto che Apple avesse volontariamente violato la privacy dei consumatori permettendo ai networks e alle applicazioni di tracciare l’attività di iPhone ed iPad.

All’interno della nuova denuncia i querelanti chiedono un risarcimento per danni in merito al presumibile spazio di archiviazione e banda perduti a causa del tracciamento delle attività. Apple rimane attualmente l’unico imputato in quanto le accuse rivolte a compagnie quali AdMarval Inc, Admob Inc, Flurry Inc e Google sono state respinte.

La nuova versione della denuncia adotta un approccio differente verso il tracciamento dei dispositivi iOS e si tratta presumibilmente dell’ultima occasione per i querelanti di ottenere un risarcimento per danni, in quanto il giudice Koh già in passato ha respinto due accuse in merito alla violazione dei diritti sulla privacy dei consumatori. Lo “scandalo” intorno ad Apple ha avuto inizio in seguito alla scoperta, effettuata da alcuni ricercatori nel 2011, del fatto che le fotografie con dati geografici potessero essere usate per tracciare effettivamente gli spostamenti degli utenti, suscitando l’immediato interesse degli ufficiali governativi degli Stati Uniti.

I querelanti a questo punto hanno deciso di utilizzare le dichiarazioni di Apple in merito alla protezione della privacy dei propri utenti per affermare il fatto che l’iPhone, e quindi anche iOS, sia stato progettato per consentire ai networks pubblicitari di raccoglier dati personali mascherati come applicazioni gratuite, quindi senza che l’utente ne fosse al corrente. Il punto principale della denuncia è l’UDID, un numero identificativo unico appartenente a ciascun dispositivo che può essere usate dalle agenzie per tracciare l’attività degli utenti tra le varie applicazioni e, nonostante Apple abbia ufficialmente iniziato a respingere applicazioni che ne fanno uso, diverse altre sono tutt’ora presenti su App Store. Qui di seguito un estratto di un documento mostrato al tribunale:

Le informazioni raccolte dall’imputato includono gli indirizzi e localizzazione dei querelanti; lo unique device identifier (“UDID”); il genere, età, codice postale e fuso orario dell’utente; ed informazioni specifiche delle applicazioni quali funzioni utilizzate dal querelante. Queste pratiche hanno permesso all’imputato di acquisire dettagli sui consumatori e di tracciare i consumatori in modo ripetuto, attraverso numerose applicazioni tracciando l’accesso ad apps da diversi dispositivi.

Non è chiaro quali conseguenze avrà questa denuncia sull’ecosistema mobile e soprattutto sui network pubblicitari, ma per saperlo basterà attendere fino a settembre, mese in cui avrà inizio il processo.

[via]


Continua la lettura dell’articolo su Iphone Italia

Posted in IphoneComments (0)

Mal di schiena, i rimedi omeopatici più efficaci


mal di schiena rimedi omeopatici

Il mal di schiena è un disturbo particolarmente diffuso, si stima che in Italia ne soffrano oltre 15 milioni di persone. Le cause possono essere diverse, dalla postura scorretta a un’eccessiva tensione muscolare dovuta a stress psicofisico, ma non sono da escludere la sedentarietà, l’umidità, gli sforzi eccessivi e l’obesità. Il dolore, in genere localizzato al basso dorso, è provocato essenzialmente dalla degenerazione e dalla fuoriuscita del disco intervertebrale, che ha il compito di impedire alle vertebre di entrare in frizione tra di loro.

Continua a leggere: Mal di schiena, i rimedi omeopatici più efficaci (…)

Mal di schiena, i rimedi omeopatici più efficaci, pubblicato su MedicinaLive il 18/03/2012

© Tiziana F per MedicinaLive, 2012. | Commenta! |
Tag: mal di schiena, rimedi omeopatici


Continua la lettura dell’articolo su Medicina Live

Posted in Medicina LiveComments (0)

Telit presenta nuovi moduli wirless dalla grandezza di 795mm^2 per prodotti di ogni genere


Telit Wirless Solution, azienda tedesca con sede a Hannover, leader in tutto il mondo nella fornitura di moduli e servizi machine-to-machine (M2M) ha annunciato oggi una nuova famiglia di moduli wireless, la gamma xE910 dal form unificato e particolarmente compatto, sono interoperabili su qualsiasi rete cellulare regionale, riuscendo a garantire così una copertura globale per le applicazioni M2M e i dispositivi per l’elettronica di consumo a costi particolarmente convenienti in tutto il mondo.

 

Con un ingombro di soli 795mm2 e dimensioni totali pari a 28,2 x 28,2 x 2,2 mm, il design della famiglia Telit xE910 consente ai clienti di scegliere fra tecnologie cellulari globali o regionali e in base alla posizione e a requisiti specifici di un’applicazione, sia per quanto riguarda le tariffe dati che i costi ottimali di gestione del modulo. Supporta le tecnologie cellulari GSM/GPRS, UMTS/HSPA+ e CDMA/EV-DO, la famiglia xE910 consente alle applicazioni di essere aggiornate facilmente, come ad esempio, in caso di migrazione da rete 2G a 3.5G, pur mantenendo il core design di un’applicazione o un dispositivo durante tutto il suo ciclo di vita.

 

Il primo modulo lanciato da Telit nel form factor LGA, l’HE910, è stato riprogettato per includere nove nuove varianti globali e regionali:, tra le quali:


•          Tre varianti ad alto throughput (HSPA+) 5.76/21.0 penta-band (800/850/900/AWS/1900/2100 MHz) per il mercato globale;

•          Tre varianti regionali, con un throughput più basso (HSPA+) 5.76/7.2 three-band (850/900/2100 MHz) per le aree EMEA, APAC e Sud America;

•          Tre varianti regionali, un throughput più basso (HSPA +) 5.76/7.2 three-band (850/1900/AWS) per il mercato nordamericano.

 

 

Progettato per mobile computing, la telematics in-car, i PDA, gli e-reader, i tablet, e dispositivi mobile per la sanità, il nuovo HE910 consente ai clienti di selezionare specifiche funzioni come: solo dati, dati e voce, dati/GPS, voce/GPS o dati/voce/GPS. Inoltre, il modulo offre una diffusa copertura 2G quad band GPRS e EDGE class 33 nonché opzioni Rx diversity, rendendolo il modulo wireless più funzionale di qualsiasi prodotto della stessa misura presente attualmente sul mercato.

 

 

Il comunicato prosegue con la testimonianza di una azienda  che l’ha scelto:

 

 

“Abbiamo scelto l’HE910 di Telit per la nostra telecamera EyeSee GSM per uso domestico e aziendale, dato che il modulo ha una delle più elevate velocità di caricamento dati disponibile sul mercato”, ha commentato Jiri Meloun, CEO of JABLOCOM. “Abbiamo inoltre apprezzato le differenti versioni regionali e di rete del modulo che con ottime probabilità ci permetterà di incorporarlo in un altro prodotto JABLOCOM nel futuro prossimo”


Con sede in Repubblice Ceca, JABLOCOM è un consolidato provider di prodotti innovativi per la sicurezza e le telecomunicazioni per gli operatori GSM e con clienti in più di 20 paesi. La telecamera EyeSee GSM è un dispositivo semplice e intelligente che ha già protetto molti appartamenti e uffici in Europa.

Un nuovo membro della famiglia xE910 è il modulo Telit GE910 quad-band (GSM/GPRS: 850/900/1800/1900 MHz) progettato per applicazioni M2M con un più basso throughput, ideali nel tracking dei beni, per il monitoraggio industriale remoto, la lettura metrica e molto altro. Un aggiornamento del DE910 EV-DO e un nuovo modulo CE910 1xRTT dedicato ai mercati CDMA saranno lanciati entro il Q3 2012, completando la famiglia Telit xE910.

 

 

 

Sul sito di Telit è disponibile un Forum di supporto tecnico per fornire ai clienti risposte ed assistenza grazie al Telit Technical Team in qualsiasi momento. Inoltre, il Forum è aperto ed è un vero e proprio database di conoscenze tecniche per l’intera comunità M2M. http://www.telit.com/en/services/technical-forum.php



Post Originale: Telit presenta nuovi moduli wirless dalla grandezza di 795mm^2 per prodotti di ogni genere su http://www.CellularMagazine.it


Continua la lettura dell’articolo su Blog Cellulari

Posted in Blog CellulariComments (0)

iUnlock: nuove animazioni per la schermata di sblocco


Non vi piace la solita animazione di sblocco per vostro iPhone. Per fortuna c’è il jailbreak e c’è Cydia, che permette, attraverso un semplice teak chiamato iUnlock, di personalizzare le animazioni di sblocco del proprio iPhone con nuovi suoni ed effetti video. iUnlock può essere scaricato da Cydia, direttamente dalla repo BigBoss, e viene venduto a 1,99 dollari. Il tweak include anche (e questo non è solito per questo genere di software) una versione di prova della durata di tre giorni che permette agli utenti di testare il software prima di spendere i propri risparmi.

Continua a leggere: iUnlock: nuove animazioni per la schermata di sblocco (…)

iUnlock: nuove animazioni per la schermata di sblocco, pubblicato su iPhoner il 23/02/2012

© Lorenzo Paletti per iPhoner, 2012. | Commenta! |
Tag: Cydia, iOS 5, Jailbreak, tweak


Continua la lettura dell’articolo su iPhoner

Posted in iPhonerComments (0)

Un iPhone 5 Water Block?


Un iPhone 5 Water Block? su: iPhone 5

Sul prossimo iPhone di casa Apple se ne dicono davvero tantissime. Ogni giorno basta aprire una qualsiasi pagina internet che si occupi di tecnologia e si leggono così tanti rumors che raccapezzarsi risulta davvero difficile.

L’ultima notizia vede un iPhone 5, ma anche il Galaxy S III suo diretto concorrente, dotati di tecnologia Water Block. Si tratterebbe, quindi, di un iDevice resistente all’acqua. Come potrebbe essere possibile una cosa del genere? In pratica i chip interni dovrebbero essere rivestiti da uno strato di spray isolante.

In questo modo, pur facendo un bel tuffo nell’acqua, questo melafonino non dovrebbe subire danni. Inoltre, se si utilizzasse uno spray isolante non verrebbe in alcun modo compromesso lo spessore del telefono stesso. La tecnologia Water Block è stata brevettata da un’azienda che si chiama Liquipel, che fa sapere che non protegge solo dall’acqua e dai liquidi in generale, ma serve anche per l’umidità.

Sarebbe una bella notizia per gli utenti più sbadati che non dovranno più correre il rischio di distruggere un iPhone a causa della loro disattenzione. Come ogni volta che si parla di un rumor che riguarda un device Apple, ricordiamo che la casa di Cupertino non ha confermato né smentito la notizia.

Per quello si dovrà attendere l’uscita dello stesso.

Continua la lettura dell’articolo su Iphone-5.it

Posted in Iphone-5.itComments (0)

Appstore: le App gratuite della settimana myRevenue, G.U.N.


Cari lettori di Cellular Magazine ho deciso di tenervi informati settimanalmente sulle novità gratuite della settimana presenti su Appstore, con brevi recensioni delle applicazioni e indicazione dei precedenti prezzi, tra le app troverete sicuramente quelle interessanti e quelle forse un pò superflue,Appstore per questa settimana tra quelle che vi segnalo un attenzione particolare va rivolta sicuramente a “myRevenue” e “G.U.N“, le app non rimangono gratuite per sempre quindi vi consiglio di seguire questa rubrica e di sbrigarvi a scaricarle.

iPhone:

Alcohology: 0,79€ -> gratis

L’app che vi insegnerà l’arte di preparare cocktails, con lei potete infatti avere a disposizione una grande quantità di alcool da mischiare per sperimentare e diventare dei veri e propri barman.

G.U.N: 0,79€-> gratis

Uno sparatutto in prima persona che sfruttando la tecnologia giroscopio rende veramente reale e divertente l’azione, avrete a disposizione armi di molti tipi, location ben fatte e nemici agguerriti, come dice la descrizione originale munitevi di sedia di ufficio con rotelle!!

myRevenue- Adsense: 0,79€-> gratis

Come avrete già capito questa app vi permette di tenere sotto controllo le statiche dei vostri guadagni percepiti con Adsense semplice e sicuramente molto utile per chi usa questo strumento Google, include molte funzioni statistiche.

iPhone ed iPad:

Aurum Blade 0,79€ -> gratis:

Una bella avventura in stile RPG con tanto di fantastiche ambientazioni un eroe che deve salvare il suo mondo e tutto ciò che ci si aspetta da questo tipo di game, per gli appassionati del genere sarà un piacere giocarci.

BeatPad 3,79€ -> gratis:

Un’applicazione che vi permetterà di creare della musica ovunque voi siate con molte funzionalità diversi suoni, da provare e sicuramente da avere se siete interessati al tipo di utility

iPad:

Weather Motion HD 0,79€ -> gratis:

Forse uno dei più bei meteo in tempo reale con foto e video in HD mostrandovi in tempo reale il tempo che fà nella vostra zona rappresentandolo in video, è disponibile anche in lingua italiana.

Fonte Appadvice.com

 

Post Originale: Appstore: le App gratuite della settimana myRevenue, G.U.N. su http://www.CellularMagazine.it


Continua la lettura dell’articolo su Blog Cellulari

Posted in Blog CellulariComments (0)

iPhoneItalia App Store Sales – 05 Febbraio 2012 – Applicazioni in offerta


Eccoci con il nostro consueto appuntamento dedicato alle migliori offerte presenti attualmente su App Store.

  • TestUrEnglishda 1,59€ a 0,79€.
    Grazie a delle funzionalità create appositamente per questo scopo, TestUrEnglish rappresenta un utilissimo strumento per cercare di migliorare la propria conoscenza dell’Inglese utilizzando anche meccaniche di interazione come il text-to-speech. Utilizzare l’applicazione è semplicissimo: non dovremo far altro che inserire o incollare parole o frasi in inglese (UK), ed ascoltare la loro reale pronuncia così da iniziare poi la verifica. Una volta inserita la frase potremo cliccare “Test” per iniziare il riconoscimento vocale. Al termine riceveremo un punteggio tra 0 e 100 che rappresenterà il voto della pronuncia del testo inserito. L’applicazione, attraverso un’altra importante funzione, memorizzerà lo stato della nostra pronuncia: potremo quindi visualizzare il livello attuale del nostro inglese parlato e sapere se la pronuncia migliorerà con il tempo.

  • Aurum Blade, da 0,79€ a gratis.
    Aurum Blade è un action-RPG con diverse armi d’attacco, magie ed incantesimi e controlli facili da utilizzare. Potremo esplorare e farci strada in diversi Dungeon leggendari per ottenere armi leggendarie. Ci sarà inoltre consentito di evocare mostri e creature così da supportare la nostra strategia di combattimento, e non appena avremo provato il nostro valore nel Blade Dungeon, potremo evocare dei Blade Monster, ancor più potenti, per un totale di 6 creature (Stone, Iron, Ice, Fire, Silver ed Aurum) che ci accompagneranno durante i nostri combattimenti. Ognuno ha stili di attacco e abilità diverse. Applicazione universale.

  • CamCam Pro, da 0,79€ a gratis.
    CamCam Pro è un’ottima applicazione fotografica che andrà ad offrirci diverse funzionalità aggiuntive durante lo scatto di fotografie mediante il nostro iPhone. Nota per la sua velocità di scatto, metterà a nostra disposizione features come l’anti-scossa e lo scatto differito; inoltre, potremo attivare lo scatto mediante l’utilizzo di un segnale vocale.

  • Download Them All, da 1,59€ a gratis.
    Grazie a quest’applicazione potremo, in tutta facilità, scaricare link di immagini, brani musicali e video contenuti in una pagina web. Al suo interno troveremo un vero e proprio web browser, insieme alla possibilità di immettere, copiare ed incollare l’URL che porta alla pagina e al contenuto di nostro interesse. Potremo toccare e tenere premuta un’immagine per avviare il download, e sarà presente il download automatico di qualsiasi file binario. Chi vorrà invece tornare e proseguire in seguito, potrà salvare la pagina corrente. Come ci si aspetterebbe da un’app del genere, inoltre, sarà presente un download manager.

  • Planet Buster, da 1,59€ a gratis.
    Planet Buster è un puzzle-matching game in cui dovremo far allineare diverse tipologie di pianeti così da far avviare reazioni a catena e rubare tutto l’oro rimasto. Potremo con tutta facilità muovere qualsiasi pianeta vorremo, facendo tuttavia attenzione al nostro forziere, in quanto ogni mossa costa un doblone d’oro, virtuale ovviamente. Dovremo risolvere 18 livelli sfida per sbloccare 6 armi diverse che potremo utilizzare per guadagnare e rubare ancor più oro o addirittura fermare temporaneamente il tempo. Avremo la possibilità di viaggiare in tutto l’universo sulla mappa del tesoro, visitare rivenditori alieni e acquistare rifornimenti per il nostro arsenale, ed infine, battere 48 diversi livelli. Applicazione universale.

  • Toast The Chicken, da 1,59€ a gratis.
    Toast The Chicken è un puzzle solving game molto interessante, in cui verremo posti al centro di scacchiere ben strutturate, con il compito di cuocere a puntino tanti gustosi polli. All’interno della scacchiera dovremo muovere il nostro piccolo personaggio tramite dei semplici slide a schermo, potendo all’occorrenza piazzare delle piccole fiammelle. Dopo aver appiccato il fuoco, dovremo allontanarci, potendo muovere il protagonista di una casella per volta. Contemporaneamente ai nostri spostamenti, la fiamma precedentemente appiccata avanzerà di una casella per volta. Ovviamente il nostro scopo sarà quello di cuocere i polli, ma evitare che la fiamma giunga a noi.

  • Dring, da 1,59€ a gratis.
    Dring è un’ottima applicazione che ci permetterà di personalizzare il nostro iPhone con la possibilità di creare suonerie personali direttamente dal dispositivo. Potremo, ovviamente, scegliere i brani direttamente dalla nostra libreria musicale o addirittura usare il microfono per registrare la nostra voce o suoni esterni per personalizzare ancor di più la soneria. Al suo interno, inoltre, troveremo la funzione Remix, che ci permetterà di mixare diversi brani in una singola suoneria.

  • Law & Order Legacies, da 2,39€ a gratis.
    In questo gioco di Telltale vestiremo i panni prima di un ispettore della polizia, poi di un avvocato nelle aule di tribunale, con lo scopo di indagare sui diversi crimini e scoprire il colpevole. Il titolo si caratterizza per la presenza di finali multipli che potranno cambiare in base alla nostra performance in tribunale, in cui dovremo decidere se patteggiare o se accusare di colpevolezza l’imputato, insieme ad un cast di personaggi noti come ad esempio Olivia Benson, Lennie Briscoe, Rey Curtis, Jack McCoy e molti altri. Applicazione universale.

  • The Lost City, da 1,59€ a 0,79€.
    Bellissimo punta e clicca dalla trama quasi surreale. La città davanti a te, avvolta dalla profonda nebbia della foresta, non può essere trovata in nessuna mappa. Non dovrebbe nemmeno esistere. Anche se è rimasta addormentata per molto tempo, senti un misterioso potere che inizia a scagliarsi dalle rovine attorno a te. Riuscirai a risolvere il mistero?

Nota:  i prezzi e le offerte indicate in questo articolo sono valide durante la scrittura dello stesso e per questo potrebbero subire variazioni nelle prossime ore.

Continua la lettura dell’articolo su Iphone Italia

Posted in IphoneComments (0)

Pagina 1 di 3123
92 queries in 2,109 seconds.