Tag Archive | "frutto"

Viaggi in treno gratis in Calabria verso il mare


viaggi treno gratis 2012 calabria mare.jpg

In Calabria i giovani possono fino al prossimo 31 agosto del 2012 salire in treno gratis verso le località balneari. A darne notizia è stato il Gruppo Ferrovie dello Stato nel far presente come l’iniziativa, a favore degli under 18, sia frutto di un accordo tra Trenitalia e la Regione Calabria, e come per viaggiare gratis ai giovani venga concessa un’apposita card. I treni dove si viaggia gratis in treno sono quelli riconoscibili da una speciale livrea.

Continua a leggere Viaggi in treno gratis in Calabria verso il mare…

Commenta »


Continua la lettura dell’articolo su Tutto Forex

Posted in Blog o SfereComments (0)

iSung Galaxy V: una fusione di iPhone e Galaxy S III


Cosa succederebbe se si dovessero unire i due smartphone più interessanti di quest’anno? Come sarebbe un telefono frutto dell’unione tra un Samsung Galaxy S III e un iPhone di nuova generazione? A rispondere a questa domanda ci pensa TechRadar, che pubblica un video di un dispositivo che fa proprio questo. Continua a leggere: iSung Galaxy […]


Continua la lettura dell’articolo su iPhoner

Posted in iPhonerComments (0)

Google Maps 3D e offline? Bello ma guardiamo anche i problemi e il rovescio della medaglia


CellularMagazine.it

 

Di recente si è parlato di Google Maps su tre diversi versanti: in iOS perchè Apple a questo punto non può più permettersi di dipendere da un servizio concorrente e dalla sesta versione del suo sistema operativo mobile potremo vedere dei cambiamenti frutto del lavoro di anni precedenti a oggi, il secondo: in settimana il sito web di Maps è andato offline per permettere a Google di caricare nuove mappe in tre dimensioni per posti dove prima non erano disponibili e il terzo che vorrei trattare in questo articolo sono le mappe 3D complete e offline.

Non fraintendete lo spirito positivo con cui guardo questo tipo di notizia, fa piacere e la trovo molto buona anche io non sono di certo dalla parte degli operatori che sui piani dati sopratutto all’inizio hanno lucrato all’inverosimile fino a poi tranquillizzarsi ma ci sono una serie di problemi per cui Maps Offline potrebbe creare disequilibri incolmabili nel mercato e potrebbe costringere Google a fare dietro front oltre a altri punti che vi spiegherò nel mio articolo.

 

Già una azienda francese di nome Bottin Cartographes a febraio di quest’anno ha fatto causa contro Google quando sul mobile venne introdotta per la prima volta il download di porzioni di mappe da consultare offline, il problema non è il fatto che intraprese una azione legale per posizione dominante del mercato ma il successo di tale azione legale.

Il problema per chi non riuscisse a arrivarci a logica sta nel fatto che per offrire un software tutti sostengono dei costi, ma se tu lo offri gratis e hai comunque introiti pubblicitari io che chiedo qualcosa per farti fruire del mio sistema di navigazione non riesco più a vendere e tu diventi monopolista almeno per quanto riguarda il mercato privato, per l’ambito business è tutta un’altra cosa.

 

L’ostacolo più grande secondo me saranno le alleanze e depositi di denuncie in tutti i tribunali dei paesi in cui Google farà questo passo non solo da una società singola ma da grandi nomi insieme in modo da essere compatti e poter pagare gli avvocati migliori.

 

E’ già successo con Google News circa tre anni fa una centralizzazione di un settore della comunicazione, allora gli editori italiani definirono Google “il pidocchio della Silicon Valley” ma bene o male dato che potrava visite ai loro giornali online hanno iniziato a tollerare e lo fanno tutt’ora, infatti loro non ricevono certo soldi o entrate a eccezione di qualche click su banner; figuriamoci appunto con colossi come Navigon, Garmin o altre insieme cosa potrebbe succedere.

 

 

Ci sono poi un’altra serie di piccoli/medi problemi di carattere tecnico, se tutte le mappe del mondo da Google Maps fossero disponibili offline ci vorrebbero nella migliore delle ipotesi 10 GB di spazio libero nella memoria interna o su SD per permettere al GPS* di posizionare offline il terminale su contenuti già scaricati e elaborare percorsi andando a caricare ancora di più il processore e la batteria riducendo la qualità e durata della vita del dispositivo.

Ho messo un asterisco accanto a GPS perchè ci sono smartphone e tablet che hanno l’A-GPS e non quel tipo di antenna di posizionamento e per loro una versione di Google Maps offline non servirebbe a niente perchè per il tracciato della posizione hanno bisogno di pacchetti dati da rete wirless. A questo proposito invito i lettori a consultare la scheda tecnica del loro smartphone per sapere quale dei due hanno.

 

Poi che Google Maps arrivi e faccia tutti contenti per molti sarà qualcosa di positivo per risparmiare qualcosina sul piano del proprio operatore e ci mancherebbe che questo non sia così, ma credo che vedere il rovescio della medaglia sia sempre un bene; vi ricordo che i commenti sono tutti per voi e servono a ampliare anche il mio punto di vista oltre al vostro.

 

Post Originale: Google Maps 3D e offline? Bello ma guardiamo anche i problemi e il rovescio della medaglia su http://www.CellularMagazine.it


Continua la lettura dell’articolo su Blog Cellulari

Posted in Blog CellulariComments (0)

Samsung: possibile evoluzione del sistema scocca hardware e software da Galaxy SIII


 

In queste settimane in rete sono girate tantissime fotografie di quello che potrebbe essere il futuro modello della linea S di Galaxy che con milioni di modelli venduti tra il primo e il secondo, una ottima scelta di marketing e hardware frutto del know how Samsung è insieme ai modelli Nexus una delle novità che ogni anno gli appassionati aspettano.

 

Vorrei provare insieme a voi a notare dei particolari a livello di design esteriore e, dove necessario, paragonarlo con altri modelli. Partiamo da quella che è la zona tasti di un Galaxy SII, niente che non possiate aver già visto:

 

 

essendo un modello uscito con Gingerbread la versione europea (quella americana non ce l’ha e lo stesso vale per Note) nella scocca frontale inferiore ha un bottone e accanto i virtuali indietro e menù, Google per Ice Cream Sandwich per modelli che lo presenteranno come versione di s.o. iniziale ha imposto che il bottone menù non ci debba essere e quì è iniziato a nascere il problema. Vediamo come, dalla fantomatica foto di SIII Samsung ha risolto:

 

 

1- Niente bottone fisico,

2- nessun bottone nemmeno virtuale,

3- home, indietro e la funzione per vedere le apps aperte in memoria (e quì si vedono le differenze vere tra s.o., pensate che per vederle in iOS serve tenere premuto per qualche secondo l’unico bottone sulla scocca) e chiuderle con un tocco per orizzontale.

 

 

Lo stile delle tre icone è quello tipico di TouchWiz ormai prossima alla versione 5.0, vediamo un paragone tra le tre sopra nella versione smartphone e quelle dello screenshots sotto in Galaxy Tab:

 

 

 

 

la quarta da sinistra serve per prendere screenshots, negli smartphone invece si prende con tasto volume giù + centrale oppure indietro più centrale avendo avuto sia un top di gamma che un modello normale li ho sempre presi così. Proviamo ora a fare un paragone con un Android 4.0.3 versione modificata da Asus su Padfone:

 

 

 

 

 

la differenza tra SIII versione rumor e Asus è dovuta anche al fatto che nel primo si è in menù mentre nel secondo in home, indietro e apps in memoria sono in posizione invertita ma se in Samsung e Asus hanno fatto le cose bene quella barra si puo’ abbassare con i privilegi di root come attualmente si puo’ fare con HoneyComb semplicemente introducendo un offset di valore negativo in Y.

 

 

 

Passiamo ora alla parte superiore della scocca di Galaxy SII e III versione foto rubata, lo specifico sempre perchè non vorrei che qualcuno iniziasse a leggere da quì. Partiamo dal primo con la versione 4.0.3 ICS:

 

 

 

e subito il secondo:

 

 

Note:

 

– a livello grafico/software: come per Galaxy Note v4.0.3 (vedi foto) i colori scelti per batteria, orario, ricezione e altro di sistema sono verde e bianco e non l’azzurro della Google Pure Experience ICS,

 

– a livello hardware: sensore di prossimità spostato da in alto a sinistra a in alto a destra

– sensore di luminosità in alto a sinistra per SIII,

– da Galaxy Nexus Samsung ha capito l’importanza di un led luminoso di notifica oppure che è semplice integrarlo nell’hardware (personalmente pensando che sia molto importante ho scritto un articolo dedicato solo a questa particolarità), a oggi in i9100 è possibile avere una funzione simile o con privilegi di amministratore e mod che retro-illuminano lo schermo oppure con app da play.

 

 

Post Originale: Samsung: possibile evoluzione del sistema scocca hardware e software da Galaxy SIII su http://www.CellularMagazine.it


Continua la lettura dell’articolo su Blog Cellulari

Posted in Blog CellulariComments (0)

Telecom Italia e TIM anche sul social network Pinterest


 

TIM e il gruppo proprietario Telecom Italia hanno deciso di aprire ben quattro account per altrettanti servizi agli utenti anche sul social network Pinterest per poter confermare ancora di più la loro presenza nei servizi social, e a quanto pare questo essendo orientato a servizi di interessi alla persona non poteva mancare dopo Twitter (link diretto) e Facebook (link diretto). Vi invito a dare una occhiata all’home-page direttamente quì: http://pinterest.com/, già dalla presentazione e aspetto grafico fa capire la qualità del lavoro per crearlo e dalla lingua dei commenti l’orientamento internazionale dato che Telecom è una multinazionale un motivo in più per non mancare.

 

 

Se anche voi siete iscritti vi lascio i riferimenti precisi:

 

  • Telecom Italia dedicato al tema “Io Amo Internet”
  • Cubovision, cinema e mondo dello spettacolo
  • Cubomusica, musica e musicisti
  • TIM, pin sul mondo della telefonia mobile e di Internet mobile

 

Il nome del progetto è Digital Curation, il comunicato prosegue con i motivi della scelta:

 

La scelta di utilizzare Pinterest, social network che ha superato in tempo record quota 10 milioni di utenti registrati, è frutto della costante attenzione del Gruppo verso gli interessi degli utenti. Telecom Italia conferma di credere nel valore della Rete come piattaforma creativa e collaborativa e in un dialogo sempre più aperto con il Paese, il mercato e la Rete.

 

Post Originale: Telecom Italia e TIM anche sul social network Pinterest su http://www.CellularMagazine.it


Continua la lettura dell’articolo su Blog Cellulari

Posted in Blog CellulariComments (0)

Case in affitto e di proprietà, mantenerle è un lusso


case 2012 affitto proprieta.jpg

Se mantenere un’auto è sempre di più un lusso a causa dei rincari dei costi di utilizzo e di mantenimento, lo stesso dicasi anche per il bene più amato dagli italiani, la casa. Non a caso per il 2012, rispetto allo scorso anno, aumentano i costi per la casa sia per chi vive in affitto, sia per chi di una o più case è proprietario. Un’indagine della Federconsumatori al riguardo rivela come i costi 2012 per chi ha una casa di proprietà aumenteranno del 13% mentre per chi vive in affitto gli aumenti medi saranno pari al 5%. In entrambi i casi, quindi, gli aumenti tanto per cambiare saranno superiori all’inflazione. La stangata a carico di chi ha una casa di proprietà è anche frutto delle manovre finanziarie ed in particolare del gran ritorno, indigesto peraltro, dell’ici sulla prima casa attraverso la nuova imposta immobiliare denominata Imu.

Continua a leggere Case in affitto e di proprietà, mantenerle è un lusso…

Commenta »


Continua la lettura dell’articolo su Tutto Forex

Posted in Blog o SfereComments (0)

Influenza A, virus sempre più resistente al Tamiflu


La notizia non è tra le più confortanti del momento: l’influenza A H1N1 non è ancora del tutto scomparsa (anche quest’anno nella vaccinazione antinfluenzale, è stata presa in considerazione), ma soprattutto sembra essere diventata resistente all‘oseltamivir (Tamiflu-Roche), uno degli antivirali finora maggiormente utilizzati per combatterla sia a livello preventivo che di cura. A delineare questo dato un articolo in uscita sul prossimo numero della rivista scientifica New England Journal of Medicine, redatto da alcuni specialisti dell’Oms (Organizzazione Mondiale della Sanità). I casi di resistenza evidenziati, sono frutto del sistema di sorveglianza contro l’influenza e fanno rifererimento alla stagione influenzale attuale, che in Australia si è appena conclusa.

Continua a leggere: Influenza A, virus sempre più resistente al Tamiflu (…)

Influenza A, virus sempre più resistente al Tamiflu, pubblicato su MedicinaLive il 29/12/2011

© Cinzia Due per MedicinaLive, 2011. | Commenta! |
Tag: influenza, tamiflu, virus influenza


Continua la lettura dell’articolo su Medicina Live

Posted in Medicina LiveComments (0)

Poste Italiane: multa milionaria Antitrust


Mano pesante, pesantissima, dell’Autorità Garante per la Concorrenza ed il Mercato a carico del Gruppo Poste Italiane. In materia di servizi postali, infatti, l’Antitrust ha inflitto una sanzione record, pari ad oltre 39 milioni di euro, per l’esattezza 39.377.489 euro, citando l’abuso di posizione dominante. Secondo l’Authority Poste Italiane ha ostacolato lo sviluppo dei  liberalizzati a valore aggiunto, ed in particolare ha implementato delle azioni e delle condotte finalizzate in sostanza a tagliare fuori dal mercato i concorrenti sia dai servizi di notifica tramite messo, sia da quelli di recapito a data e ora certa. La multa è frutto della conclusione di un’istruttoria che era scattata in base ad una denuncia presentata da TNT. Nell’ambito di questi comportamenti anticoncorrenziali, l’Antitrust in una nota parla dell’applicazione di “prezzi predatori” possibili in quanto il Gruppo Poste Italiane ha sfruttato il proprio potere sul mercato.

Continua a leggere Poste Italiane: multa milionaria Antitrust…

Commenta »


Continua la lettura dell’articolo su Tutto Forex

Posted in Blog o SfereComments (0)

Vodafone apre il nuovo canale dedicato nell’Android Market



A partire da oggi, sarà possibile accedere al nuovo canale Vodafone su Android Market. Si tratta del primo canale nel suo genere in Europa ed offre ai Clienti un’ampia gamma di servizi Vodafone aggiornati regolarmente, oltre ad applicazioni su notizie, sport, informazioni e giochi.

I contenuti del nuovo canale sono frutto di partnership siglate a livello globale e locale, spesso su base esclusiva, gratuita o scontata, e possono essere utilizzati da tutti i Clienti che possiedono uno smartphone Vodafone con sistema operativo Android.

Il canale sarà simile a quello visto sui terminali Sony Ericsson e HTC ma specifico per l’operatore e disponibile solo sui device attualmente a listino Vodafone e con sim Vodafone.

“Assieme a Google™, Vodafone ha consentito ai clienti di avere a disposizione in modo facile e immediato le applicazioni essenziali di cui hanno bisogno” – ha dichiarato Lee Epting, Direttore Content Services di Vodafone Group. “In tutto il mondo – ha proseguito Epting – sono quasi 75 milioni i clienti Vodafone che utilizzano regolarmente l’Internet mobile, e noi siamo impegnati ad offrire loro la migliore esperienza possibile. Questa attenzione posta sulla qualità rispetto alla quantità aiuta a tenere fede a tale impegno.”

Il nuovo canale di Vodafone è attivo in Italia, Regno Unito, Germania, Olanda e Spagna, e vi si può accedere tramite la Vodafone tab sulla homepage di Android Market in modo simile a come vedete nell’immagine che abbiamo creato.


Continua la lettura dell’articolo su HDblog.it

Posted in HDblog.itComments (0)

Stand-by a consumo zero grazie a un chip!


stand-by, preaccensione, elettrodomestici

Ideato in Giappone un chip intelligente che azzera i consumi dello stand-by di televisori ed apparecchi elettronici

Vi siete mai chiesti cosa succede al vostro televisore quando lo spegnete col telecomando e ve ne andate a dormire? Semplice: continua a consumare elettricità, come tutti gli apparecchi elettronici lasciati in modalità stand-by (ovvero col pallino luminoso acceso). Una vera e propria “emorragia energetica”, che presto potrebbe finalmente essere arrestata grazie a un’invenzione dei ricercatori giapponesi della Tohoku University: un chip “intelligente” in grado di azzerare i consumi degli elettrodomestici in stand-by, la modalità di preaccensione.
L’innovativo congegno, frutto di una ricerca commissionata (e sponsorizzata) dalla Nec Corporation, si basa sull’uso di particolari magneti e, soprattutto, dei cosiddetti “spintronics”, che consentono, ad apparecchio non in funzione, di memorizzare informazioni negli spin degli elettroni e non più negli elettroni stessi. In questo modo, il chip ad alta efficienza energetica riesce, quando serve, a riavviare in tempi rapidi il dispositivo in stand-by senza spendere energia. Il consumo maggiore delle apparecchiature elettriche in preaccensione, infatti, dipende proprio dalla necessità di tenere in memoria una serie di dati indispensabili per il riavvio immediato del sistema, un’operazione che al momento richiede appunto il dispendio di corrente elettrica.
Le potenzialità del chip “azzera-consumi” sono enormi, a partire naturalmente dalle applicazioni domestiche. Secondo le stime, infatti, in Europa gli apparecchi elettronici in stand-by sono responsabili in media del 10% del consumo elettrico di una “casa tipo”. Ancora più interessanti, almeno dal punto di vista quantitativo, le prospettive di risparmio in determinati settori professionali. La stessa Nec, ad esempio, calcola che nei centri di elaborazione dati, dove il ricorso allo stand-by è molto frequente, si potrebbe ridurre i consumi di energia addirittura del 25%.
Una vera e propria rivoluzione, insomma. Per vedere all’opera questo “chip delle meraviglie”, però, dovremo aspettare ancora diversi anni: il congegno, infatti, non sarà sul mercato prima del 2015. Nel frattempo, il consiglio è sempre lo stesso: per risparmiare energia, oltre a seguire i consigli di un nostro recente articolo su come risparmiare sulla bolletta elettrica, ricordatevi di spegnere il televisore prima di andare a letto (ma anche il decoder digitale, il lettore dvd, lo stereo, etc) direttamente col tastino presente sull’apparecchio, oppure, in alternativa, procuratevi delle “ciabatte” provviste di interruttore, in modo da arrestare l’erogazione di corrente.
Se poi volete rendere la vostra vita più sana, oltre che più sostenibile, uscite a fare due passi, invece di guardare la tv.

Silvana Santo

Continua la lettura dell’articolo su Yes.life

Posted in Yes.lifeComments (0)

Facebook e Skype arrivano i primi frutti


Da tempo si vocifera un integrazione di Skype in Facebook, di fatto però queste voci praticamente non hanno dato alla luce nessun frutto, se non oggi.

Come sapete la versione di Facebook per iPad tarda ad arrivare, e dopo due anni, personalmente dubito che arrivi mai.
Anche quella per iPhone non è delle migliori, oltre la lettura delle notizie stesse, le notifiche non funzionano praticamente mai, di fatto Facebook dovrebbe mettersi seriamente al lavoro.

Una soluzione per usare la chat di Facebook su iPad, potrebbe presto arrivare da Skype.
La versione 5.5 attualmente in beta permette di usare la chat di Facebook all’interno del medesimo software, separando correttamente la chat di Facebook da quella di Skype.
Tra le varie opzioni, è presente anche il famoso “mi piace” allo stato di un proprio contatto.

Skype indica il rilascio della versione come imminente, senza specificare alcuna data, e naturale quindi che la versione aggiornata di Skype per iPhone, iPad e Mac OSX arriverà in seguito come solitamente accade.
Non rimane che attendere, per capire se integrazione della chat all’interno di Facebook può funzionare correttamente.

Per iPad potrebbe essere certamente una buona soluzione, l’uso della chat su Skype e la navigazione sul sito stesso.

Voi che ne pensate, vi piace l’idea di questa unione ?

Continua la lettura dell’articolo su iPad News

Posted in iPad NewsComments (0)

120 queries in 0,542 seconds.