Tag Archive | "foss"

Stati Uniti: Apple chiede un verdetto in proprio favore ed il giudice vieta i riferimenti a “2001: Odissea nello Spazio”


Nuovi sviluppi nell’ambito del processo attualmente in corso tra Apple e Samsung negli Stati Uniti. Secondo le ultime notizie pare infatti che Apple ritenga poco consona qualsiasi sanzione nei confronti di Samsung, chiedendo piuttosto un verdetto in suo favore. Sembra inoltre che il giudice Lucy Koh abbia vietato qualsiasi riferimento agli artwork di “2001: Odissea nello spazio”.

All’inizio di questa settimana ha fatto molto discutere la notizia secondo cui Samsung avesse rilasciato alla stampa alcuni elementi esclusi dal giudice Koh come prove da presentare al processo, attualmente in corso negli Stati Uniti. Il giudice è rimasto piuttosto perplesso dal comportamento del colosso sudcoreano ed anche Apple ha a sua volta risposto alla situazione depositando una lettera presso il tribunale affermando come qualsiasi multa non sia severa abbastanza per punire Samsung, chiedendo invece che venga emanato un verdetto in suo favore:

Samsung ha già ricevuto quattro sanzioni per abuso in questo caso. Più recentemente, Samsung è stata sanzionata per aver distrutto prove. La cattiva condotta nella disputa sembra parte della strategia di Samsung – e sanzioni limitate non hanno impedito a Samsung di adottare tale cattiva condotta. Ora, con moltissimo in palio, Samsung ha calcolato il rischio che qualsiasi sanzione derivata dalla sua influenza verso la giuria sia un prezzo che l’azienda è disposta a pagare.

FOSS Patents ha a sua volta analizzato la questione, riportando alcune delle richieste di Samsung: “Il rimedio idoneo per la cattiva condotta di Samsung è un verdetto che i brevetti relativi al design del telefono presentati da Apple siano validi e che siano stati violati”, negando quindi qualsiasi influenza deterrente che una sanzione potrebbe avere sul comportamento di Samsung, in netta violazione della legge e delle direttive del giudice Koh.

Apple ha comunque presentato una serie di sanzioni alternative, chiedendo al tribunale di istruire la giuria in merito alla grave condotta e, conseguentemente, riportare l’effettivo riscontro della violazione da parte di Samsung dei brevetti relativi al design di Apple e presenti nei suoi prodotti. Un’altra richiesta, invece, è che il giudice vieti al colosso sudcoreano di presentare qualsiasi prova che possa in qualche modo fare riferimento al design di Sony. Queste richieste, come affermato da FOSS Patents, potrebbero rappresentare un grave problema per Samsung:

Anche se il tribunale approvasse la richiesta di Apple di informare la giuria senza prendere in considerazione la seconda proposta, Samsung si troverebbe di fronte ad un grave problema. Apple ha già vinto un’inferenza negativa contro Samsung. La domanda è in che modo verrà percepita l’affidabilità di Samsung qualora la giuria venga messa a conoscenza di una nuova sanzione nei suoi confronti.

Le novità relative al processo tra i due colossi non finiscono qui ed infatti sembra che il giudice Koh abbia fornito alle due compagnie una tabella con le prove ammesse a processo. Secondo il report, qualsiasi artwork in riferimento a “2001: Odissea nello Spazio” di Stanley Kubrick, insieme alla serie TV “The Tomorrow People” sia severamente vietato. Già in occasione dell’appello all’ingiunzione preliminare Samsung presentò alcuni riferimenti a “Odissea nello Spazio” e “Tomorrow People”, ma tali riferimenti non saranno ammessi a processo.

[via 1, via 2]


Continua la lettura dell’articolo su Iphone Italia

Posted in IphoneComments (0)

ITC: Motorola non ha violato i brevetti Apple


Sembra che la International Trade Commission abbia ufficialmente posto fine ad una disputa legata durata un anno e mezzo tra Apple e Motorola, dichiarando quest’ultima innocente rispetto alle accuse di violazione dei brevetti dell’azienda californiana.

La commissione composta da sei membri a capo della International Trade Commission degli Stati Uniti ha comunicato di aver terminato una revisione parziale della precedente istanza confermando il verdetto del giudice amministrativo precedente il quale non aveva riscontrato alcuna violazione dei 3 brevetti Apple da parte di Motorola. Il processo ha avuto inizio nell’ottobre del 2010 quando la compagnia di Cupertino si rivolse alla International Trade Commission affermando come Motorola avesse presumibilmente violato 3 dei suoi brevetti per il multi-touch con gli smartphone Droid, Droid 2 e Droid X; nel gennaio successivo, tuttavia, ALJ dichiarò Motorola innocente delle suddette accuse.

La decisione della ITC risulta essere una revisione finale del verdetto di ALJ in seguito all’appello di Apple, e visto l’esito negativo, l’azienda potrà comunque rivolgersi alla Corte Federale, e come suggerito da Florian Mueller di FOSS Patents, con tutta probabilità è proprio quello che farà. Questi processi, sia quello con Motorola che con HTC, risultano essere di particolare importanza non solo per le compagnie interessate, ma anche per Google, in quanto l’esito di ciascuna disputa potrebbe influenzare in modo diretto il sistema operativo Android o l’acquisizione di Motorola da parte del colosso di Mountain View, per un costo stimato di 12.5 miliardi di dollari, che permetterebbe all’azienda di ottenere 25.000 brevetti, molti di cui inerenti a tecnologie wireless.

[via]


Continua la lettura dell’articolo su Iphone Italia

Posted in IphoneComments (0)

56 queries in 0,388 seconds.