Tag Archive | "credono"

Le borse crollano. E’ il momento per investire sui nostri titoli di Stato


Le borse europee continuano a perdere punti però questo potrebbe essere il momento migliore per investire sui nostri titoli di Stato.

Se non si ha paura di un crack totale del paese, infatti, unico caso in cui lo Stato non onorerebbe il proprio debito, questo è un ottimo momento per investire in titoli poiché ora costano poco e rendono molto.

Questa situazione si è venuta a creare a causa del debito pubblico perché l’Italia, per finanziare i propri debiti verso gli altri paesi ha bisogno di liquidità e la può ottenere solo pagando di più gli investitori che credono nel rilancio dell’economia.

Ma vediamo più nel dettaglio la situazione caso per caso.

Trattando di Btp, in base a quella che è anche la personale propensione al rischio, si potrebbe arrivare a prendere in considerazione l’ipotesi di mettere nel proprio portafoglio titoli delle obbligazioni statali per un carico di circa il 15% della totalità di investimenti, secondo quanto consiglia anche Angelo Drusiani, gestore obbligazionario di Banca Albertini Syz.

Questo perché potrebbe esserci un ulteriore calo del loro valore che, in caso di non forte propensione al rischio e di scarsa disponibilità economica nel medio termine, potrebbe generare ulteriore panico nell’investitore medio; altrimenti, in caso di buona propensione al rischio e di buona disponibilità economica, una simile operazione potrebbe portare soddisfazioni in termini di guadagno visto che in ultima analisi un Btp rendeva il 7,2% e ci saranno diverse aste per Btp quinquennali a partire da lunedì 14 novembre.

Posted in Investire OnlineComments (0)

Secondo Verizon, Windows Phone sarà il terzo ecosistema


Nonostante le scarse vendite registrate finora, il gestore americano Verizon sembra credere nel sistema operativo Windows Phone di Microsoft. Nel corso del Goldman Sachs Comminacopia conference, Lowell McAdam, CEO di Verizon, ha espresso la sua opinione su quale piattaforma diventerà il terzo maggior ecosistema. McAdam ha confermato quello che credono anche gli altri operatori di telefonia mobile in USA, ossia che i sistemi operativi principali diventeranno tre. Ad inizio anno i più diffusi erano iOS di Apple, Android di Google, Symbian di Nokia, BlackBerry di RIM e WebOS di HP. Allo stato attuale, Nokia punterà su Windows Phone ed HP ha abbandonato WebOS. "Nei prossimi 12 mesi inizierà ad emergere un terzo ecosistema" ha detto McAdam. "A mio parere la battaglia sarà tra RIM e Microsoft, e credo che Microsoft ne uscirà vittoriosa.

Categoria: Android


Continua la lettura dell’articolo su Telefonino.net

Posted in Telefonino.netComments (0)

Investire in un immobile per far fruttare meglio i propri risparmi


Per investimenti di medio taglio e per chi ha deciso di investire in un immobile è consigliabile acquistare piccoli appartamenti.

Appartamenti sui 40 metri quadri, magari arredati, per darli in locazione a persone singole o coppie giovani, in maniera tale da ottenere il massimo rendimento.
Un bilocale è solitamente un appartamento transitorio che si libera mediamente in un paio di anni. Liberandosi, dà l’opportunità di aggiornare il canone, se il mercato lo permette, ma dalI’altra richiede un minimo di impegno in termini di gestione: eventuali riparazioni, la ricerca di un altro inquilino e così via.

Di solito, è più conveniente l’acquisto del nuovo. La vetustà degli immobili obbliga, spesso, a tirare fuori ingenti somme per ristrutturazioni e/o sostituzioni fatte dal condominio, a titolo di spese straordinarie. Questi costi vanno calcoIati in diminuzione del reddito che si ottiene dalle locazioni.
Per la zona geograficamente più conveniente ci sono alcuni ragionamenti da fare. Normalmente i clienti credono che sia assolutamente meglio acquistare in pieno centro, perché “si loca a prezzi alti e con più facilità”.

Abbiamo sentito molte volte la frase “chi ha i soldi li ha sempre, anche in tempo di crisi”, e quindi si pensa che i canoni di locazione in centro, anche se molto alti, non temano mai la crisi, ma questo non è sempre cosÌ scontato.

Facciamo due esempi di investimento e mettiamoli a confronto.

a) Acquisto nel quadrilatero di Milano un bilocale, 40 mq a 15 mila euro al mq, cioè 600 mila euro, e penso di ricavarne il 5%, 2.500 euro al mese. Riesco a locare l’appartamento per un anno, poi mi rimane vuoto per un po’, poi forse ritrovo un inquilino e, spesso, pur di occuparlo, sono costretto ad abbassare il prezzo.
Facendo una media non riuscirò mai a prendere il 5% sperato.
In questo momento, infatti, anche se in pieno centro, molti bilocali sono sfitti. I canoni alti, normalmente, sono pagati solo dalIe grandi aziende per i propri dirigenti. Ma, in tempi di crisi come questi, in cui i tagli dei benefit sono alI’ordine del giorno, spesso recedono dai contratti e tanti immobili rimangono sfitti.

b) Acquisto in comuni vicini a Milano un bilocale nuovo, 40 mq a 2.500 euro al mq, cioè a IOO mila euro, e vorrei ugualmente percepire il 5%, cioè meno di 420 euro al mese. Riesco a locare con estrema facilità: quando l’inquilino se ne va, ne trovo facilmente un altro.
Inoltre, con 600 mila euro, qui compro sei bilocali. Se da un Iato ho un impegno di gestione maggiore, dalI’altro Iato divido il rischio.
È difficile che non mi paghino sei inquilini su sei, mentre se ne ho solo uno, può succedere.
Fonte: investimenti-sicuri.it

Continua la lettura dell’articolo su Dove Investire

Posted in Dove InvestireComments (0)

43 queries in 0,379 seconds.