Tag Archive | "compreso"

Apple chiude i siti web che offrivano l’accesso alle beta di iOS in cambio di denaro


Nel mese scorso Andy Baio scriveva un’interessante storia per Wired raccontando il mondo in cui migliaia di persone vendevano l’accesso alle beta di iOS ad una lunga schiera di utenti non sviluppatori. In questi giorni è stato notato che Apple ha iniziato a chiudere tutti quei siti web in cui si trattavano tali argomenti.

Nel corso di giugno Andy Baio scriveva una storia sulla rivista Wired in cui descriveva dettagliatamente il mondo che si celava alle spalle dell’accesso alle versioni beta del sistema operativo iOS. In genere l’accesso a tali release è concesso solamente agli utenti che hanno registrato il proprio UDID (Unique Device Identifier) come sviluppatori, ovvero hanno pagato una somma di 99$ all’anno. Oltre naturalmente al device registrato, l’azienda di Cupertino offre l’opportunità di collegare anche altri 100 dispositivi provvisori, pagando la cifra una sola volta.

Come indicato, il costo per un normale sviluppatore è di 99$, tuttavia i siti in cui si vendeva l’accesso alle versioni beta offrivano il servizio ad un prezzo compreso nel range dei 10$. Leggendo l’articolo di Baio troviamo:

Per un piccolo sviluppatore le attivazioni non autorizzate potrebbero essere un business veramente redditizio, tanto che varrebbe la pena correre i rischi del caso. Leggendo i vari siti elencati è possibile visualizzare la lunga coda di persone in attesa dell’attivazione, ma sopratutto trovate un elenco di tutti i device attivati, ben 2’300 nell’ultima settimana.

Al costo di 8,99$ per ogni attivazione, i 23 sviluppatori, pagando solamente 2’277 dollari, sono riusciti a raggiungere un fatturato da 20’600 dollari. Leggendo la loro homepage è possibile notare che oltre 19’000 dispositivi sono stati attivati sino ad ora e che le attivazioni possono essere rinnovate ogni anno a costo zero, ricordando infatti che l’account sviluppatore ha durata annuale.

In seguito alla pubblicazione dell’articolo di Baio, la maggior parte dei siti web citati dallo stesso (che qui omettiamo per vari motivi) hanno misteriosamente iniziato a chiudere, tanto che molte persone si sono domandate se effettivamente alle spalle di tutto questo non vi fosse altro che Apple.

Incuriositi da tale situazione, i ragazzi di MacStories hanno iniziato ad investigare e sono riusciti a contattare un proprietario di uno dei suddetti portali web citati nell’articolo di Baio. L’utente (che per ovvie ragioni ha preferito restare anonimo) ha confermato che il sito è stato chiuso in seguito ad una denuncia da parte di Apple per violazione del copyright.

Nella mail inviata alla redazione di MacStories, il proprietario del sito afferma di aver guadagnato all’incirca 75’000 dollari dal momento in cui Apple ha rilasciato la prima beta di iOS 6 per gli sviluppatori. Leggendo la mail inviata, lo stesso crede che “ i nostri servizi non hanno in nessun modo infranto le linee guida per iOS 6″, allo stesso modo afferma che la chiusura del sito non li fermerà, infatti sono già pronti ad avviare una nuova realtà attraverso un differente dominio web.

Contattando altri siti, i ragazzi di MacStories non sono stati molto fortunati, nello specifico hanno ricevuto una sola risposta con un “no comment” e “l’articolo di Wired ha causato la fine del nostro sito”.

A quanto pare, nel momento in cui Wired ha pubblicato il proprio articolo, Apple si è finalmente decisa di avviare azioni legali per chiudere al più presto tutti i portali coinvolti nel traffico illegale della vendita di UDID. Già lo scorso anno l’azienda di Cupertino aveva chiuso diversi account per sviluppatori in quanto avevano venduto i propri slot UDID ad altri utenti, la stessa Apple ci ricorda che “distribuzioni non autorizzate sono proibite e potrebbero essere perseguite a norma di legge”.

In conclusione al lunghissimo discorso, un fatto è particolarmente sorprendente, a quanto pare infatti uno dei più popolari siti web da cui è possibile acquistare l’accesso alle beta di iOS risulta essere ancora online. Tuttavia la pagina dalla quale è possibile accedere all’elenco di richieste in sospeso è offline e lo stesso si può dire dell’altro portale a cui gli stessi proprietari si appoggiano.

Ricordate comunque che vendere l’accesso alle beta di iOS è una pratica assolutamente illegale.

[via]


Continua la lettura dell’articolo su Iphone Italia

Posted in IphoneComments (0)

Google play versione americana, con privilegi di ROOT il noleggio è bloccato .. in attesa di soluzioni da XDA


 

 

In settimana abbiamo visto tutti, con più o meno stupore, l’aggiornamento di Android Market verso Google play che integrerà altri servizi come il noleggio di film (si spera entro la fine dell’anno) e l’acquisto di libri da legare a Google Books; in America pero’ Google fornisce già da un periodo compreso tra sei mesi e un anno questi ulteriori possibilità in Android Market e l’aggiornamento a Play ha portato il problema di blocco per coloro che hanno rootato l’Android.

 

Non mi viene nessun motivo logico per questa scelta, la possibilità di videoregistrare da schermo sì esiste ma è un motivo troppo “piccolo” per poter imporre una decisione così invasiva; inoltre tempo fa durante il primo lancio dei film o serie televisive a noleggio su Android Market Google fece la stessa cosa ma la comunità di sviluppatori XDA impiegò meno di due mesi per proporre un soluzione che aggirasse con un programma che mascherava il root il blocco e sicuramente anche questa volta succederà la stessa cosa.

 

Rootare il proprio dispositivo è sì una procedura che fa perdere la garanzia e non sempre è facile (ve lo dico da persona che l’ha fatto ma avendo solo Mac è tutto più difficile perchè tutto è pensato per Windows e Linux), pero’ è una operazione per cui ognuno si prende la responsabilità di farlo e non fa male a nessuno .. rootare l’Android per il 99% delle persone non è un modo per by-passare  sistemi di blocco per proxy esteri e avere a bassissimi costi quello che un utente italiano non puo’ avere; vi propongo un paio di esempi attinenti: vi è mai capitato di leggere in qualche video YouTube “ci dispiace ma il video non è disponibile nel vostro paese” o ancora “Amazon Appstore non è disponibile nel tuo paese” bhe anche a noi dispiace ma dato che internet è un bene dell’umanità (da dichiarazione Unesco) e bloccarvi l’accesso è qualcosa che solo i governi possono fare a livello pratico non c’è reato nè dolo nè danno.

 

 

Ma guardiamo cosa dice la finestra dei film affittati su Google Play per uno smartphone rootato:

 

la possibilità di vedere il film noleggiato da web invece che da smartphone è a dir poco invitante, è possibile farlo anche in questo modo e non solo da smartphone, ma manca una spiegazione adeguata del perchè anche se sicuramente nelle condizioni iniziali del contratto di utilizzo c’è scritto questo tipo di limitazione.

 

Post Originale: Google play versione americana, con privilegi di ROOT il noleggio è bloccato .. in attesa di soluzioni da XDA su http://www.CellularMagazine.it


Continua la lettura dell’articolo su Blog Cellulari

Posted in Blog CellulariComments (0)

Omeopatia ed integratori alimentari in aiuto degli sciatori


omeopatia integratori alimentari aiuto sciatoriL’omeopatia può essere molto importante per i numerosi sciatori che in questi giorni stanno solcando le quanto mai innevate montagne nostrane e d’oltralpe. Come? I medicinali omeopatici in molti sport, sci compreso, aiutano a supportare e superare più rapidamente l’affaticamento muscolare (tipico di chi svolge un allenamento pre-sciistico o di chi invece non lo fa e passa direttamente dalla quotidiana inerzia alle piste), ma sono anche utili in caso di traumi, ematomi, crampi e distorsioni, sempre dietro l’angolo, quando si svolge una qualunque attività sportiva. Quali farmaci omeopatici dunque da mettere in valigia o usare prima di partire?

Continua a leggere: Omeopatia ed integratori alimentari in aiuto degli sciatori (…)

Omeopatia ed integratori alimentari in aiuto degli sciatori, pubblicato su MedicinaLive il 26/02/2012

© Cinzia Due per MedicinaLive, 2012. | Commenta! |
Tag: Medicinali omeopatici, omeopatia, prevenzione, sciare in buona forma


Continua la lettura dell’articolo su Medicina Live

Posted in Medicina LiveComments (0)

PesoBambino, l’app per archiviare le misurazioni di peso dei propri figli


PesoBambino è una nuova applicazione che ti permette di tenere traccia della crescita dei tuoi figli e di confrontarne i valori con le tabelle biometriche ufficiali dell’OMS. Oltre a ciò, l’app consente anche di conoscere il percentile di appartenenza per ogni parametro dell’Organizzazione Mondiale della Salute.

 


Per ogni bambino è possibile inserire i dati anagrafici (nome, cognome, sesso e data di nascita) e una fotografia. Quando effettuiamo una misurazione con bilance apposite, possiamo inserire manualmente i dati nelle apposite schede, composta dalle seguenti voci:

• data
• peso
• altezza/lunghezza
• circonferenza testa
• circonferenza braccio
• movimenti (scelta tra i 6 movimenti “traguardo”)
• fotografia
• una nota generica

Ogni misurazione può essere modificata o cancellata, ed è anche possibile esportare in formato CSV i dati archiviati. Dall’elenco delle misurazioni si può quindi avere un immediato riscontro sul percentile di appartenza e, quindi, sapere se la crescita del bambino procede con il giusto ritmo.Infatti, per ogni misurazione viene calcolato il percentile per ciascun parametro (15 percentili da 0,1° a 99,9°), compreso il percentile del rapporto tra peso ed altezza.

Le misurazioni inserite possono essere analizzate con dei grafici che analizzano i parametri su peso, altezza, circonferenza testa, circonferenza braccio e rapporto peso-altezza. Su ogni grafico vengono riportate in colore rosso le misurazione ed le curve di riferimento dei principali percentili: 1°, 5°, 10°, 25°, 50°, 75°, 90°, 95°, 99°. Inoltre, è anche possibile filtrare la visualizzazione dei parametri in base alle date di inizio e di fine scelte dall’utente.
Oltre la visualizzazione a schermo si può creare un report biometrico in Pdf che permette la condivisione via email o stampa (funzione Airprint) con, per esempio, il tuo pediatra.
Nel grafico sono riportate le seguenti informazioni:

• dati anagrafici
• grafici: altezza, peso, circonferenza testa, circonferenza braccio, rapporto peso-altezza
• elenco di tutte le misurazioni con indicazione dei percentili

L’applicazione è dotata di un file manager per i file Pdf in modo da avere rapido accesso ai report già creati. Inoltre, se hai inserito le foto dei tuoi bambini, è possibile creare un report fotografico in Pdf che ti permetterà di vedere i bambini alle diverse età.

Se invece desideri proteggere la privacy, puoi impostare una password all’avvio.

PesoBambino risulta essere una buona applicazione per archiviare e soprattutto condividere le misurazioni del peso effettuate ai propri bambini. Si può facilmente creare un PDF da presentare al pediatra oppure conservare i dati sul computer tramite archivio CSV.

L’app è disponibile al prezzo di 0,79€.


Continua la lettura dell’articolo su Iphone Italia

Posted in IphoneComments (0)

iPhoneItalia AppSale: oggi in offerta esclusiva “SXHO”


Continua la nostra nuova iniziativa denominata “iPhoneItalia AppSale” con la quale, periodicamente, metteremo in offerta esclusiva applicazioni italiane presenti su AppStore. Oggi è il turno dell’applicazione “SXHO”.

Abbiamo deciso di attivare questo nuovo servizio per dare un’ulteriore vetrina in prima pagina a tutti gli sviluppatori italiani che vorranno aderire a questa iniziativa. Periodicamente, quindi, un’applicazione italiana farà parte della nuova rubrica “iPhoneItalia App Sale“, con pubblicazione sulle nostre pagine e riferimenti sulla scheda ufficiale presente su App Store.

L’applicazione di oggi è “SXHO” che passa da 2,99 a 0,79€ per alcuni giorni.

Sxho è l’innovativa app dell’omonimo romanzo di Pablo Palazzi, presentato in anteprima al salone internazionale del libro di Torino 2011.
Con l’app di Sxho potrai vivere in modo assolutamente appassionante l’intricata vicenda del protagonista alle prese con un complotto che sembra gradualmente avvolgere il mondo intero, fino a attirare nella sua tela persino il lettore stesso.


Appena uscito nelle librerie, Sxho ha già attratto l’attenzione dei più quotati critici letterari per l’originalità della trama e dello stile narrativo, che riportano alle suggestive atmosfere di David Lynch ma anche ai labirinti mentali di Kafka.
Con la app di Sxho potrai avere, oltre al libro, tutto un mondo di contenuti in più.

Con Sxho puoi:

-Leggere tutto il libro, suddiviso per capitoli e paragrafi, sfogliando ogni pagina con un immediato menu a scroll e salvare quelle che vuoi con i segnalibri.
-Guardare il suggestivo trailer o rivedere le immagini dei singoli capitoli ogni volta che vuoi.
-Svelare i volti dei protagonisti e scoprire i loro punti di vista paralleli all’interno della storia.
-Accedere alla sezione “Ambienti” per inoltrarti, in qualunque momento, nella topografia dei luoghi del racconto per scoprire cosa li lega gli uni agli altri.
-Decidere lo sfondo, la luminosità, i caratteri della pagina.
-Interagire con la storia: disseminate lungo tutto il romanzo troverai delle pagine particolari in cui vedrai apparire il menu per interagire. Dimostra di aver individuato e compreso, più e prima degli altri lettori, ciò che è vero e ciò che fa parte delle subdole suggestioni, e pubblica le tue risposte: per i più perspicaci ci saranno molte sorprese!

 

Continua la lettura dell’articolo su Iphone Italia

Posted in IphoneComments (0)

Guida all’investitore


Rischio e rendimento sono indissolubilmente connessi. Non aspettatevi alti rendimenti senza alto rischio, oppure sicurezza senza bassi rendimenti. Più a lungo viene detenuto un asset rischioso e più basse sono le possibilità che dia un rendimento deludente. Nel lungo periodo, infatti, il rendimento tenderà a convergere verso un valore medio, che per un asset rischioso sarà più elevato che per un asset meno rischioso.

Il grado di rischio di un asset o di un portafoglio può essere misurato, anche se si tratta di un’operazione problematica, che dovrà essere meglio discussa. Normalmente il rischio viene definito come volatilità del prezzo dell’asset, espressa in termini di deviazione standard, una misura statistica della variabilità di una serie di dati attorno alla sua media.

Il comportamento di portafogli di asset diversi Nel costruire un portafoglio è decisivo considerare il grado di correlazione tra gli asset. Va cioè compreso se gli asset tendono a muoversi assieme, nella stessa direzione, in direzione contraria, o se sono indipendenti tra loro. Minore è la correlazione, meglio è.

Diversificare il portafoglio tra asset non correlati porta a ridurre il rischio e ad aumentare i rendimenti. Ma per catturare questo maggiore rendimento è necessario ribilanciare periodicamente il portafoglio.

Posted in Investire OnlineComments (0)

Qual è il prezzo giusto da pagare per una casa?


Quando si è alla ricerca della prima casa sono tante le domande che ci si pone: come si valuta? Qual è il prezzo giusto da pagare? Sto facendo un buon affare?

Valutiamo inanzi tutto come si calcola il valore commerciale di un appartamento per abitazione.
Teniamo presente che stimare il valore di una casa non è una cosa tanto semplice; se essa viene eseguita con rigore è un’operazione complessa e densa di valutazioni e di calcoli, ed è bene che venga riservata alla competenza di tecnici del settore. E d’altra parte se non è svolta con rigore e professionalità perde molto della sua utilità.

Procediamo in questo ordine;
Il prezzo di una abitazione si calcola moltiplicando il valore medio del metro quadro di zona, per il numero dei metri quadri commerciali totali.
La scelta del metro quadro come termine di riferimento e di paragone è senz’altro molto più precisa del vano, che semmai può essere indicativo degli ambienti che costituiscono un’abitazione, ma nulla di più. A vani più o meno grandi corrispondono evidentemente superfici differenti, e quindi da valutare diversamente.

I “metri quadri commerciali” totali sono la somma delle superfici di:
a) murature: calcolate al 100 % se esterne, cioè non confinanti con altre proprietà dello stesso fabbricato; al 50 % se di confine con altri appartamenti o con le parti comuni del Condominio (vano scala, ascensore, etc.);
b) superficie interna (compreso la superficie calpestabile, ma anche quella dei muri di divisione e dei tramezzi interni), calcolata al 100 %;
c) terrazzi, balconi e logge, ognuno con i parametri percentuali individuati dal tecnico;
d) tutte le pertinenze: giardini, cantine, box auto, calcolate con differenti percentuali a seconda del tipo, dell’estensione e di altre considerazioni significative.

Le pertinenze sono tutte quelle attinenti la proprietà principale (l’appartamento vero e proprio), che fanno parte della proprietà, e che quasi sempre vanno acquistate e vendute in uno con l’abitazione stessa.
Ad esempio i box auto acquisiti o costruiti con i finanziamenti della Legge Tognoli, vanno venduti insieme all’abitazione di cui sono pertinenza, e non separatamente.

I parametri percentuali da applicare ai punti c) e d) sono scelti dal tecnico a suo giudizio, anche se in letteratura variano da un minimo ad un massimo.

Facciamo un esempio: per il parcheggio delle auto di proprietà dei Condomini, si fa distinzione tra: Posto auto scoperto (valore percentuale della sua superficie da 0,35 a 1,00), Posto auto coperto (da 0,50 a 1,00) e Box (da 0.60 a 2,00). Ovviamente il tecnico dovrà usare valori alti nel caso di difficoltà di parcheggio nella zona. Così pure una terrazza in zona periferica, e senza un gran vista, avrà un valore inferiore ad un’altra, magari di minori dimensioni, ma situata nel centro antico o storico della città.
Dopo aver parametrato così le superfici dei vari ambienti che, con diversa destinazione, costituiscono la nostra agognata proprietà, la loro somma costituisce la superficie commerciale totale che andrà poi moltiplicata per il valore del metro quadro commerciale di zona per giungere finalmente al valore dell’immobile che desideriamo acquistare.
Fonte: blog.immobiliare-italia.it

 Qual è il prezzo giusto da pagare per una casa?

Continua la lettura dell’articolo su Dove Investire

Posted in Dove InvestireComments (0)

Come scegliere un consulente per affidare i miei risparmi


Se devo affidare i miei risparmi e dare ascolto nelle mie scelte di investimento a un consulente le condizioni per cui io posso fidarmi sono generate dalla sensazione che il mio interlocutore sappia fare tecnicamente il suo mestiere.

Ma anche che il mio interlocutore mi ascolti in profondità, ovvero sembri interessato a comprendere veramente i fatti ma anche le emozioni, i miei punti di vista e le mie profonde motivazioni e mi dimostri di aver compreso le mie ragioni.

Inoltre deve suggerire idee e soluzioni che, pur basaste sulle sue competenze mi diano la sensazione di essere state proposte onestamente perché utili per me e non invece perché meramente strumentali al raggiungimento di un suo scopo (vendermi qualcosa), ovvero deve dare la sensazione di porre il perseguimento dell’interesse del cliente come condizione imprescindibile per lui anche quando, contemporaneamente, persegua il suo.

Infine deve essere interessato anche a ciò che accade dopo, ovvero che cerchi un feed-back a posteriori, dando conferma di un suo vero e duraturo interesse. E il punto è proprio tutto qui: perché il mio interlocutore possa dimostrarmi queste cose c’è bisogno di tempo.
Fonte: iononcicascopiu.it

 Come scegliere un consulente per affidare i miei risparmi

Continua la lettura dell’articolo su Dove Investire

Posted in Dove InvestireComments (0)

La crisi economica fa crescere concorsi, scommesse e poker on line


Non ci sono proprio dubbi, il poker online è un vero successo in Italia. A testimoniarlo ci sono i numeri secondo i quali nel 2010 sono stati disputati in rete oltre 100 milioni di tornei.
Il picco si è toccato a gennaio del corrente anno quando gli italiani hanno puntato sui tavoli verdi virtuali 288,5 milioni di euro.

Ogni giocatore spende in media per una partita a poker circa 6 euro. In inverno le giocate al poker on line sono più numerose rispetto all’estate: nel primo caso gli italiani giocano mediamente oltre 9 milioni di euro al giorno mentre d’estate 8 milioni di euro. I giorni preferiti per giocare a poker online sono quelli del week-end ed in particolare l’orario compreso tra le 19,00 e l’una di notte.

Fin qui i numeri che sono stati forniti dall’Agicos, l’Agenzia giornalistica concorsi e scommesse. Ma le cifre si sa possono solo essere segnali di un fenomeno che poi va interpretato.
E allora mi chiedo e chiedo a voi: si tratta del segnale di una grande passione oppure del fatto che molti, sentendosi alle strette con la crisi economica, si buttano nel gioco d’azzardo per trovare una possibile soluzione?
Da sempre si sa che scommettere può essere tanto un divertimento quanto una pericolosa dipendenza.

Confidando nel buon senso di tutti, l’unico suggerimento che mi sento quindi di dare riguarda invece i metodi di pagamento: spesso infatti per il poker online viene richiesta la carte di credito e carte prepagate.
Occhio dunque alle truffe, e cercate di utilizzare sempre siti di comprovata regolarità e autorevolezza.
Fonte: ditascanostra.it

Continua la lettura dell’articolo su Dove Investire

Posted in Dove InvestireComments (0)

Addio diabete. Arriva la cura della matematica


La nuova cura per il diabete è a base di matematica

Combattere il diabete è ora possibile, e la cura al diabete arriva alla medicina, tramite l’aiuto della matematica. In questi giorni si è tenuto il congresso “European Association for the Study of Diabetes” a Lisbona dove hanno partecipato i maggiori diabetologi del mondo, compreso il presidente dell’associazione AMD (Associazione Medici Diabetologi) il quale ha dichiarato che per effettuare una terapia personalizzata sono necessari prima dei calcoli a monte.
Continua a leggere: Addio diabete. Arriva la cura della matematica (…)

Addio diabete. Arriva la cura della matematica, pubblicato su MedicinaLive il 26/09/2011

© mister per MedicinaLive, 2011. | Commenta! |
Tag: diabete


Continua la lettura dell’articolo su Medicina Live

Posted in Medicina LiveComments (0)

Prova Borsa per le banche italiane promosse agli stress test



Come reagirà la Borsa di fronte ai segnali positivi che riguardano il settore bancario? Le banche italiane sono solide sotto il profilo patrimoniale e sono in grado di affrontare eventuali scenari di crisi sui mercati internazionali, secondo i risultati degli stress test condotti dall’Autorità bancaria europea (Eba).

UniCredit, Intesa Sanpaolo, Monte dei Paschi di Siena, Banco Popolare e Ubi Banca – che insieme rappresentano il 62% del totale nel sistema bancario nazionale – hanno superato comodamente la soglia del 5% per il Core tier 1: in media il 7,3% secondo quanto comunicato dalla Banca d’Italia.

Significa che il patrimonio di questi istituti è sufficiente ad affrontare e superare nuove turbolenze legate al quadro macroeconomico mondiale. Lo stesso, purtroppo, non si può dire di altre 8 banche, sulle 91 che sono stato sottoposte a verifica: 5 banche spagnole, due greche e una austriaca hanno rivelato un patrimonio insufficiente, con un coefficiente inferiore al 5% proiettato nel 2011-2012.

Peraltro altri sette istituti di credito spagnoli hanno superato il test, ma con un dato compreso fra il 5 e il 6 per cento: un altro elemento di rischio per il settore creditizio iberico. In Irlanda, che recentemente è stata oggetto di un salvataggio internazionale, tutte e tre le banche testate hanno facilmente superato le prove.

Che cosa dovranno fare adesso le banche che sono state “rimandate” dall’Eba? Certamente rafforzare il patrimonio, come l’Eba ha chiesto alle Autorità nazionale di imporre agli istituti più fragili: la richiesta è di impostare piani di ricapitalizzazione entro il 15 ottobre e attuarli entro la fine dell’anno. Il punto, però, è che l’Eba non è in grado di imporre nulla, perché la vigilanza vera e propria spetta alle autorità nazionali.

Proprio questo lamenta Moody’s, che segnala anche un altro punto di debolezza: secondo l’agenzia di rating questi stress test non prenderebbero in considerazione l’ipotesi di un fallimento greco, altrimenti la carenza di patrimonializzazione dovrebbe essere più elevata dei soli 2,5 miliardi di euro complessivi calcolati dall’Eba. Ora si vedrà la reazione dei mercati.

Prova Borsa per le banche italiane promosse agli stress test é stato pubblicato su Finanzablog.it alle 11:50 di lunedì 18 luglio 2011.



Continua la lettura dell’articolo su Finanza Blog

Posted in Finanza BlogComments (0)

Jailbreak iPad 2: l’attesa è davvero finita!


Ci sono ottime notizie per i possessori di iPad 2 interessati al jailbreak untethered del proprio dispositivo. Dopo un’attesa durata mesi, a partire dal lancio sul mercato dell’iPad 2 fino ad oggi non era ancora stato rilasciato alcun tool in grado di eseguirne il jailbreak untethered, l’attesa può considerarsi davvero finita.

Comex, giovane hacker noto per aver sviluppato i due tool per il jailbreak più semplici e rapidi da usare (JailbreakMe e Sp1rit), ha finalmente rilasciato la nuova versione di JailbreakMe: JailbreakMe 3.0.

Questa nuova versione di JailbreakMe 3.0 è in grado di eseguire il jailbreak untethered di tutti i dispositivi aggiornati ad iOS 4.3.3, compreso l’iPad 2. Il giovane hacker, infatti, è riuscito a trovare una falla che consente di esguire il jailbreak untethered anche sui dispositivi con il nuovo processore di Apple, il processore A5.

Ricordo, infatti, che tutti i dispositivi precedenti all’iPad 2 contengono un exploit a livello hardware che ci permette di eseguire il jailbreak untethred, indipendentemente dalla versione del firmware. Con il rilascio dell’iPad 2, però, l’azienda di Cupertino ha corretto l’exploit utilizzato un nuovo processore.

Questo nuovo processore ha reso il lavoro degli hacker molto duro, ma finalmente gli hacker ci sono riusciti!

Per eseguire il jailbreak untethered dell’iPad 2 con iOS 4.3.3 basterà collegarsi al sito http://jailbreakme.com attraverso Safari Mobile direttamente dall’iPad 2.



Continua la lettura dell’articolo sul sito di SuPeRsVaGo

Posted in SuPeRsVaGoComments (0)

Pagina 1 di 212
72 queries in 0,474 seconds.