Tag Archive | "competere"

Google Browser Chrome: i miei motivi per cui diventerà il primo Internet browser al mondo


 

Di oggi la notizia che il responsabile del progetto Chrome, progetto Google per un browser completamente integrato con il web, su Android verrà costantemente e continuamente aggiornato da oggi in poi e non possiamo non credergli quando vediamo che app Android come Google Maps ricevono aggiornamenti tutt’oggi su Froyo ma quello che puo’ succedere in futuro non lascia ben sperare alla concorrenza.

Se a oggi Google paga a Mozilla Foundation per ogni ricerca fatta sul suo motore di ricerca in Firefox qualcosa che le vale come l’84% di fonte di profitti che a sua volta puo’ investire per migliorare il browser della volpe in futuro questo potrebbe non succedere più  e vi propongo una serie di elementi a sostegno di quello che dico.

 

– Non c’è ne potrà esserci un negozio virtuale di applicazioni o estensioni che puo’ competere con il Chrome Web Store: il richiamo di Google è troppo forte, centinaia di migliaia di clienti che utilizzano Android poi si documentano e scelgono Chrome per il loro lavoro da pc Windows, Mac o Linux. Una comunità che potra visite e quindi inserzionisti che chiedono banner a generare un circolo virtuoso positivo per le casse di MV,

 

– Tutte le estensioni, applicazioni e funzioni presenti sul Chrome Web Store sono gratuite, non tutte sono verificate e certificate quindi fate sempre molta attenzione al numero di stelle e valutazioni come altre ancora sono piene di banner inutili ma se sapete scegliere bene il vostro ambiente browser da una sola finestra vi permetterà di avere sotto controllo mail, temperatura, orario, traduzione in un click sempre efficiente al 100%, controllo IP del sito internet visitato, ricerche su particolari negozi di apps, .. ecc. quello che vi consiglio è aprire la pagina e cercare, al 75% delle possibili esigenze c’è una app che risolve. E torno a ripetere che per avere tutte queste app non serve un telefonino da 600 Euro basta solo scaricare Google Chrome e avere una connessione a internet disponibile anche se di recente molte GApps (estensioni di app Google) funzionano persino senza questa esigenza.

 

 

– A livello grafico a oggi è il più pulito, chiaro per i principianti e semplice. Riconosco che gli preferisco Mozilla perchè per certi usi professionali non arriva come per esempio l’uso di un plug-in WordPress per il ridimensionamento immagini ma per il resto tiene testa a tutti,

 

– Contro IE9, Mozilla, Safari e Opera da solo ha vinto tre sfide su sette: avvio più veloce da sistema appena acceso, caricamento di una pagina da URL inserito a mano e caricamento di scripts Java.

Le altre: Caricamento da url in una nuova pagina e Benchmark DOM e CSS vinte da Opera (è da anni che da polvere alla concorrenza), ottimizzazione della memoria con carichi di lavoro come nove pagine aperte e nove pagine + estensioni vinte entrambe da Firefox.

fonte test

 

– Google è il re del web: credo sia una frase insindacabile, è tutto quello che produttori di smartphone e pc messi insieme non hanno a livello di conoscenze ed è il perno su cui fa forza perchè i nostri pc che paghiamo sono per la società il canale meno dispendioso a livello di denaro e sforzi per pubblicizzare i suoi servizi; finire su Google News per un blog è sinonimo di massimo livello qualitativo e ricchezza di contenuti anche cinque secondi dopo la pubblicazione, quello che potrebbe essere visto come “un avere senza dare nulla” diventa uno dei canali di visita più importanti

 

 

 

 

 

 

 

Post Originale: Google Browser Chrome: i miei motivi per cui diventerà il primo Internet browser al mondo su http://www.CellularMagazine.it


Continua la lettura dell’articolo su Blog Cellulari

Posted in Blog CellulariComments (0)

RIM dice di essere pronta alla concorrenza (ma la barca affonda)


C’è stata una certa ironia comica quando il CEO di Research in Motion Thorsten Heins ha annunciato a 2000 sviluppatori BlackBerry europei che la compagnia era pronta a competere. La ragione dell’ironia nasce, ovviamente, a seguito della perdita di grandi, anzi, grandissimi clienti enterprise come Halliburton e NOAA, dopo un trimestre di fallimenti e un anno in cui Research in Motion, da leader per le industrie, si è ridotta ad una macchietta incapace di rinnovarsi e competere con i due giganti del mercato smartphone: iOS e Android.

Continua a leggere: RIM dice di essere pronta alla concorrenza (ma la barca affonda) (…)

RIM dice di essere pronta alla concorrenza (ma la barca affonda), pubblicato su iPhoner il 14/02/2012

© Lorenzo Paletti per iPhoner, 2012. | Commenta! |
Tag: blackberry, iPhone, rim, samsung


Continua la lettura dell’articolo su iPhoner

Posted in iPhonerComments (0)

Apple contro Samsung? Questione di “linee”


Samsung o Apple? iOS o Android? Domande a cui ognuno di voi risponderà in maniera diversa, adducendo le proprie tesi, ma c’è qualcuno che ne fa una questione di “linee”.

Il blog minimallyminimal.com ha esaminato in maniera particolare le differenze tra due modi di pensare e di intendere il mondo mobile, quello di Apple da una parte e quello di Samsung/Android dall’altra.

Nell’interessante post , l’autore fa notare come nell’ultimo anno Android abbia superato l’iPhone in termini di vendite, ma è pur vero che Apple rimane leader indiscussa per quanto concerne i profitti.

Ho sempre classificato gli utenti Android in due categorie” dice l’autore “i nerd e chi vuole spendere poco. La cosa triste per Android è che i nerd sono la minoranza. La maggior parte delle persone è alla ricerca dello smartphone più economico e Android offre molte di queste scelte. E questo è uno dei motivi per i quali Android vende di più, ma ha minori profitti. Se si esamina il mercato, quindi, si scopre che Android vende più prodotti, Apple guadagna molto di più e che Android ha tantissimi produttori che usano il sistema operativo, mentre iOS è distribuito solo da Apple”.

Da una parte, quindi, i dispositivi iOS:

Dall’altra quella del maggiore competitor, Samung:

Questi in alto sono tutti i telefoni cellulari Samsung venduti negli Stati Uniti. E Samsung è solo uno dei tanti produttori che vendono terminali Android. “Certo” si legge nell’articolo “nella foto vi sono anche terminali non Android, ma tale immagine riesce comunque a far capire cosa devono fare le altre aziende per competere con Apple”.

L’autore ritiene che un prodotto semplice, mirato e potente e una linea concentrata su pochi dispositivi sia un bene per l’azienda e per i consumatori. E voi, cosa ne pensate?

Continua la lettura dell’articolo su Iphone Italia

Posted in IphoneComments (0)

Windows Phone, cambiano i requisiti ma non la sostanza


Microsoft cambia strategia di mercato e con il suo nuovo Windows Phone strizza l’occhio hai sistemi hardware degli Smartphone meno evoluti per quanto riguarda le dotazioni di “serie”.

Secondo un documento “segreto” trapelato in modo “furtivo” la Microsoft avrebbe eliminato dai requisiti hardware minimi la necessità della fotocamera, in questo modo il suo sistema operativo per Smartphone non avrà più la necessità di una fotocamera anteriore e una posteriore.

Il livello di qualità del software Windows Phone non è cambiato, si è deciso solo di aggredire un mercato più ampio, magari per quanto riguarda la vendita nei paesi emergenti che hanno la necessità di un prodotto a basso costo.

La dotazione minima richiesta per quanto riguarda Windows Phone ora è la seguente:

• Pulsanti Start, Search e Back
• Display WVGA 800×480
• Schermo multitouch capacitivo
• connettività tramite rete mobile o Wi-Fi
• Minimo 256MB di RAM e 8GB di memoria interna
• A-GPS
• Accelerometro

Le funzioni per l’utilizzo della fotocamera naturalmente rimangono integrate nel software, ma diventano una dotazione opzionale non necessaria, la scelta sembra essere stata dettata dal poter competere con il rivale Android (Apple è ancora lontana) in maniera più agguerrita.

Post Originale: Windows Phone, cambiano i requisiti ma non la sostanza su http://www.CellularMagazine.it


Continua la lettura dell’articolo su Blog Cellulari

Posted in Blog CellulariComments (0)

65 queries in 0,403 seconds.