Tag Archive | "CEO"

Le componenti del nuovo iPhone in un video. Analogie e differenze con i modelli precedenti


CellularMagazine.it

Si fanno sempre più insistenti i rumors sul nuovo melafonino di Cupertino, impropriamente, forse, chiamato iPhone 5. In questi giorni sono comparse numerose immagini circa la componentistica interna di cui dovrebbe essere dotato, con un focus all’hardware che, per evoluzione, si differenzia da quello attualmente presente su iPhone 4S.

Abbiamo deciso di proporvi il video realizzato dalla redazione di SmartPhoneMedic dove vengono mostrate queste differenze. Si inizia dalla comparazione del vano SIM dell’iPhone 4S, con quello del prossimo, che si riduce di qualche millimetro consentendo un maggiore risparmio all’interno della scocca.

Gli altri protagonisti sono il pulsante d’accensione, i tasti del volume (Up e Down) e lo switch laterale. Questi, rispetto ai modelli precedenti, saranno di un colore diverso, leggermente più scuro del grigio ai quali siamo stati abituati da Apple.

Nel filmato, infine, c’è spazio anche per il pulsante Home, che si lascia alle spalle i bordi arrotondati, per accoglierne di nuovi, e squadrati. Una scelta prettamente estetica, almeno lo immaginiamo noi, che probabilmente è stata accoppiata alla nuova dimensione del display.

Naturalmente, non essendo in possesso di informazioni ufficiale, è bene specificare che questi componenti potrebbero non essere quelli del nuovo iPhone. Non ci resta allora che attendere la presentazione di Tim Cook, CEO di Apple, la cui data non è stata ancora diffusa, ma che secondo varie fonti sarà il 12 Settembre.

Di seguito il filmato illustrativo

Clicca qui per vedere il video incorporato.

Post Originale: Le componenti del nuovo iPhone in un video. Analogie e differenze con i modelli precedenti su http://www.CellularMagazine.it


Continua la lettura dell’articolo su Blog Cellulari

Posted in Blog CellulariComments (0)

24 agosto 2011, Steve Jobs lascia il ruolo di CEO: cosa è cambiato in un anno di Tim Cook?


Il 24 agosto 2011 Steve Jobs comunicò ufficialmente la sua decisione di lasciare il ruolo di CEO in Apple e di passare il testimone al suo collaboratore più fedele, Tim Cook. La decisione fu presa a causa delle sue condizioni di salute che, di lì a qualche settimana, si sarebbero ulteriormente aggravate fino a provocarne il decesso. E’ passato già un anno da quel giorno, con Tim Cook alla guida di quella che ad oggi è diventata una delle aziende più capitalizzate della storia.

Tim Cook fece subito sapere che l’eredità di Steve Jobs sarebbe rimasta in Apple per sempre, perchè il suo “DNA” era presente in ogni angolo del quartier generale di Apple. Tutti i collaboratori e i dipendenti conoscono quello che Steve Jobs vuole e Tim Cook ha fatto e continuerà a fare di tutto per rimanere su questa strada. Logicamente, però, qualcosa è cambiato. Apple ha raggiunto traguardi ancora più storici rispetto a quelli ottenuti sotto la guida di Steve Jobs, grazie non solo all’eredità da lui lasciata, ma anche da una serie di scelte amministrative prese dallo stesso Cook.

Chi pensava ad un crollo delle azioni di Apple dopo la morte di Steve Jobs di è infatti dovuto ricredere, in quanto Apple ha raggiunto cifre storiche mai ottenute in passato. Questo aspetto ha comprovato che l’azienda è forte anche senza Steve Jobs e che gli investitori nutrono molta fiducia nell’operato di Tim Cook. E’ pur vero che un anno è un tempo troppo breve per dare giudizi definitivi, anche perchè tutti i prodotti presentati da Apple nel 2012, e tutti quelli che presenterà da qui a 2-3 anni, sono stati quanto meno visionati e approvati da Steve Jobs, in quanto il ciclo di produzione di un dispositivo ha almeno 3 anni.

Da un punto di vista amministrativo, Tim Cook ha paradossalmente migliorato la società: i canali di distribuzione sono stati tutti rivisti e migliorati, i rapporti con le aziende di produzione (Foxconn in primis) sono stati resi ancora più solidi, l’azienda ha ottenuto importanti risultati nel rispetto dell’ambiente (basti pensare all’utlizzo massiccio dei pannelli solari nelle nuove costruzioni a Cupertino) e delle condizioni di lavoro in Cina, i dipendenti hanno ottenuto più benefit e Apple ha dato ancora più importanza alla beneficenza.  Tim Cook ha anche spinto per una maggiore trasparenza dell’azienda, pubblicando ad esempio gli elenchi di tutti i fornitori e consentendo le indagini della FLA nelle fabbriche della Foxconn.

Grandi differenze, invece, si sono viste nei Keynote: lì manca la mano geniale di Steve Jobs, ma Tim Cook ne è consapevole ed infatti ha organizzato eventi di presentazione meno teatrali e più “tecnici”. Di sicuro gli osservatori si annoiano di più, ma la sostanza non cambia.

Non sono certo mancati aspetti negativi, come alcune dichiarazioni di dipendenti Apple Store non proprio felici, pubblicità che non sono piaciute a molti utenti e prodotti alquanto criticati (soprattutto se si parla di Mac Pro).

La guida di Tim Cook appare molto più pragmatica e funzionale, ma meno geniale rispetto a quella di Steve Jobs. La sostanza, dicevamo, non dovrebbe cambiare, perchè in seno ad Apple vi sono altri “geni” in grado di creare per anni dispositivi interessanti: basti fare i nomi di Jon Ive e Forstall.

Insomma, Apple è meno Steve Jobs e più Apple. Basterà?

 

 

 

 


Continua la lettura dell’articolo su Iphone Italia

Posted in IphoneComments (0)

iPhone 5 in pericolo dalla concorrenza agguerrita


iPhone 5 in pericolo dalla concorrenza agguerrita su: iPhone 5

iPhone 5 in pericolo dalla concorrenza agguerritaSi parla ogni giorno dell’ uscita del Nuovo iPhone 5 (prevista per il mese di ottobre).  A quanto pare il nuovo Melafonino dovrà vedersela con una concorrenza agguerrita lanciata da Samsung.

Oltre al nuovo smartphone Galaxy S3, si parla anche di un dispositivo chiamato Samsung Galaxy Note 2. Ovviamente le sorprese per iPhone 5 potrebbero essere sempre dietro l’angolo, secondo il CEO di Phone Review, lo smartphone Apple non farà tempo a uscire che dovrà vedersela anche con la vendita del Samsung Galaxy S4.

Secondo l’esperto, il nuovo modello dell’ azienda sudcoreana potrebbe uscire a soli 5 mesi dal precedente, con importanti novità come il tanto chiacchierato schermo flessibile. Le indiscrezioni in questo settore sono innumerevoli, quindi bisogna prendere queste notizie con le pinze.

Di certo iPhone 5 sta attirando numerose attenzioni su di sé, di contro molti produttori potrebbero scegliere la stagione autunnale per lanciare i loro dispositivi più interessanti in commercio.

La sfida sta per aver inizio, vedremo se Apple avrà ancora la meglio contro la sua eterna rivale Samsung.

Continua la lettura dell’articolo su Iphone-5.it

Posted in Iphone-5.itComments (0)

Stéphane Richard di Orange: “ho paura che il prossimo iPhone non sarà 4G”


In un’intervista concessa a Chaine Techno a Marsiglia, durante il lancio della rete 4G da parte dell’operatore Orange, Stéphane Richard, direttore generale dell’azienda, ha esposto le sue perplessità riguardo l’arrivo di un iPhone dotato di connettività 4G.

Secondo Stéphane Richard, l’iPhone di sesta generazione non supporterà la rete 4G, o quanto meno non sarà compatibile con le frequenze francesi che sono state lanciate proprio in questi giorni. Secondo Richard, il prossimo iPhone “avrà un 4G americano che sfortunatamente non utilizza le stesse bande di frequenza francesi”.

Durante un recente meeting con Tim Cook, CEO di Apple, Richard avrebbe fatto notare l’importanza per gli utenti europei di poter utilizzare uno smartphone 4G LTE: “Ho detto a Tim Cook che per noi europei sarebbe importante avere un iPhone 4G LTE, penso che abbia capito e condiviso. Se avremo un iPhone 4G LTE a fine anno? Non posso esserne certo, ma sono un po’ più sicuro che quest’ultimo possa essere disponibile nei mesi successivi”.

Ovviamente sono solo indiscrezioni, ma appaiono ben motivate soprattutto viste le limitazioni tecniche che in questo momento impediscono una diffusione su larga scala dei prodotti 4G nei Paesi dell’Europa, ovviamente Italia inclusa.

Via – iPhoneAddict


Continua la lettura dell’articolo su Iphone Italia

Posted in IphoneComments (0)

Tim Cook: “Odio le cause legali, preferisco scendere a patti”


Durante la conference call tenuta ieri da Apple, il CEO della copmagnia Tim Cook ha risposto a una domanda riguardo le attuali cause legali che stanno impegnando Cupertino […]


Continua la lettura dell’articolo su iPhoner

Posted in iPhonerComments (0)

Gli operatori europei delusi dalla serie Lumia di Nokia: “Non può competere con iPhone e Android”


Direttamente dagli operatori europei arriva una stangata per Nokia e la sua serie Lumia, vera punta di diamante della società finlandese che tatto ha investito su questi smartphone e sull’accordo per avere Windows Phone. Molti degli operatori telefonici del Vecchio Continente, infatti, sono rimasti delusi dal Lumia e ritengono che non possa competere con iPhone e Android.

Il dirigente di un importante carrier europeo ha detto, testuali parole, che “nessuno entra in un nostro negozio e chiede un telefonino Windows Phone. Se il Lumia avesse Android come sistema operativo sarebbe più facile venderlo”. Insomma, parole negative anche per il sistema operativo di Microsoft che, dati alla mano, stenta a decollare sul mercato.

Tra l’altro, altri dirigenti di carrier europei si sono detti ben felici di avere un’alternativa ai costosi prezzi imposti da Apple per l’iPhone e ai servizi di Google troppo avidi di banda, ma al momento questa alternativa non può essere il Lumia di Nokia.

Si tratta, dicono sempre gli operatori telefonici, di smartphone difficili da vendere, sia per la mancanza di innovazione, sia per il budget ridotto che Nokia ha investito nel marketing. In conclusione, “Nokia e Microsoft sono sfidanti e necessitano di aggredire il mercato o con un prodotto realmente innovativo e impattante, o con un’ampio investimento in termini di marketing, per generare domanda nella clientela. Al momento non hanno fatto nulla di tutto ciò.”

[via]

 


Continua la lettura dell’articolo su Iphone Italia

Posted in IphoneComments (0)

Alle 15 di oggi Apple terrà una conferenza per discutere del suo utile da 100 miliardi di dollari


La sera (in Italia) di lunedì 19 marzo, Apple terrà una conferenza per rendere noti al pubblico alcuni piani relativi a come la società intende spendere i 100 miliardi di saldo presenti nelle sue casse.

La conferenza inizierà alle ore 9 a.m. ET, le 15 in Italia, e sarà concentrata sulle modalità che intende utilizzare Apple per investire il suo utile da oltre 100 miliardi di dollari. Apple ha comunicato l’evento in questi minuti, a meno di 24 ore dall’evento.

La conferenza vedrà gli interventi del CEO di Apple Tim cook e del Chief Financial Officer Peter Oppenheimer. Dal comunicato di presentazione, veniamo a sapere che nella conferenza Apple “renderà note le decisioni prese in seno alla società circa l’utilizzo del proprio saldo”. Si tratterà, quindi, di un appuntamento importante per gli investitori e gli azionisti, che finalmente potranno conoscere meglio quali sono le strategie future della società.

Noi seguiremo la conferenza, in modo da tenervi aggiornati su tutte le novità.

 


Continua la lettura dell’articolo su Iphone Italia

Posted in IphoneComments (0)

Tim Cook: Siri in italiano entro il 2012


Il nuovo CEO di Apple ha ripreso a rispondere alle email e lo ha fatto proprio con un nostro connazionale, che si lamentava dell’assenza della lingua italiana in Siri.

Michele, l’utente italiano che ha inviato l’email a Tim Cook, ha scritto:

Continua a leggere: Tim Cook: Siri in italiano entro il 2012 (…)

Tim Cook: Siri in italiano entro il 2012, pubblicato su iPhoner il 10/03/2012

© Alessandro Moretti per iPhoner, 2012. | Commenta! |
Tag: Apple, email, siri, Tim Cook


Continua la lettura dell’articolo su iPhoner

Posted in iPhonerComments (0)

Telit presenta nuovi moduli wirless dalla grandezza di 795mm^2 per prodotti di ogni genere


Telit Wirless Solution, azienda tedesca con sede a Hannover, leader in tutto il mondo nella fornitura di moduli e servizi machine-to-machine (M2M) ha annunciato oggi una nuova famiglia di moduli wireless, la gamma xE910 dal form unificato e particolarmente compatto, sono interoperabili su qualsiasi rete cellulare regionale, riuscendo a garantire così una copertura globale per le applicazioni M2M e i dispositivi per l’elettronica di consumo a costi particolarmente convenienti in tutto il mondo.

 

Con un ingombro di soli 795mm2 e dimensioni totali pari a 28,2 x 28,2 x 2,2 mm, il design della famiglia Telit xE910 consente ai clienti di scegliere fra tecnologie cellulari globali o regionali e in base alla posizione e a requisiti specifici di un’applicazione, sia per quanto riguarda le tariffe dati che i costi ottimali di gestione del modulo. Supporta le tecnologie cellulari GSM/GPRS, UMTS/HSPA+ e CDMA/EV-DO, la famiglia xE910 consente alle applicazioni di essere aggiornate facilmente, come ad esempio, in caso di migrazione da rete 2G a 3.5G, pur mantenendo il core design di un’applicazione o un dispositivo durante tutto il suo ciclo di vita.

 

Il primo modulo lanciato da Telit nel form factor LGA, l’HE910, è stato riprogettato per includere nove nuove varianti globali e regionali:, tra le quali:


•          Tre varianti ad alto throughput (HSPA+) 5.76/21.0 penta-band (800/850/900/AWS/1900/2100 MHz) per il mercato globale;

•          Tre varianti regionali, con un throughput più basso (HSPA+) 5.76/7.2 three-band (850/900/2100 MHz) per le aree EMEA, APAC e Sud America;

•          Tre varianti regionali, un throughput più basso (HSPA +) 5.76/7.2 three-band (850/1900/AWS) per il mercato nordamericano.

 

 

Progettato per mobile computing, la telematics in-car, i PDA, gli e-reader, i tablet, e dispositivi mobile per la sanità, il nuovo HE910 consente ai clienti di selezionare specifiche funzioni come: solo dati, dati e voce, dati/GPS, voce/GPS o dati/voce/GPS. Inoltre, il modulo offre una diffusa copertura 2G quad band GPRS e EDGE class 33 nonché opzioni Rx diversity, rendendolo il modulo wireless più funzionale di qualsiasi prodotto della stessa misura presente attualmente sul mercato.

 

 

Il comunicato prosegue con la testimonianza di una azienda  che l’ha scelto:

 

 

“Abbiamo scelto l’HE910 di Telit per la nostra telecamera EyeSee GSM per uso domestico e aziendale, dato che il modulo ha una delle più elevate velocità di caricamento dati disponibile sul mercato”, ha commentato Jiri Meloun, CEO of JABLOCOM. “Abbiamo inoltre apprezzato le differenti versioni regionali e di rete del modulo che con ottime probabilità ci permetterà di incorporarlo in un altro prodotto JABLOCOM nel futuro prossimo”


Con sede in Repubblice Ceca, JABLOCOM è un consolidato provider di prodotti innovativi per la sicurezza e le telecomunicazioni per gli operatori GSM e con clienti in più di 20 paesi. La telecamera EyeSee GSM è un dispositivo semplice e intelligente che ha già protetto molti appartamenti e uffici in Europa.

Un nuovo membro della famiglia xE910 è il modulo Telit GE910 quad-band (GSM/GPRS: 850/900/1800/1900 MHz) progettato per applicazioni M2M con un più basso throughput, ideali nel tracking dei beni, per il monitoraggio industriale remoto, la lettura metrica e molto altro. Un aggiornamento del DE910 EV-DO e un nuovo modulo CE910 1xRTT dedicato ai mercati CDMA saranno lanciati entro il Q3 2012, completando la famiglia Telit xE910.

 

 

 

Sul sito di Telit è disponibile un Forum di supporto tecnico per fornire ai clienti risposte ed assistenza grazie al Telit Technical Team in qualsiasi momento. Inoltre, il Forum è aperto ed è un vero e proprio database di conoscenze tecniche per l’intera comunità M2M. http://www.telit.com/en/services/technical-forum.php



Post Originale: Telit presenta nuovi moduli wirless dalla grandezza di 795mm^2 per prodotti di ogni genere su http://www.CellularMagazine.it


Continua la lettura dell’articolo su Blog Cellulari

Posted in Blog CellulariComments (0)

RIM dice di essere pronta alla concorrenza (ma la barca affonda)


C’è stata una certa ironia comica quando il CEO di Research in Motion Thorsten Heins ha annunciato a 2000 sviluppatori BlackBerry europei che la compagnia era pronta a competere. La ragione dell’ironia nasce, ovviamente, a seguito della perdita di grandi, anzi, grandissimi clienti enterprise come Halliburton e NOAA, dopo un trimestre di fallimenti e un anno in cui Research in Motion, da leader per le industrie, si è ridotta ad una macchietta incapace di rinnovarsi e competere con i due giganti del mercato smartphone: iOS e Android.

Continua a leggere: RIM dice di essere pronta alla concorrenza (ma la barca affonda) (…)

RIM dice di essere pronta alla concorrenza (ma la barca affonda), pubblicato su iPhoner il 14/02/2012

© Lorenzo Paletti per iPhoner, 2012. | Commenta! |
Tag: blackberry, iPhone, rim, samsung


Continua la lettura dell’articolo su iPhoner

Posted in iPhonerComments (0)

Conferenza Stampa Apple


Qualche giorno fa si è tenuta una nuova conferenza stampa, dove Apple ha mostrato i risultati finanziari relativi all’ultimo trimestre fiscale. In quest’occasione, Tim Cook, il nuovo ceo Apple ha risposto alle domande dei giornalisti, su Siri e il suo poco essere poliglotta, la battaglia legale contro l’azienda coreana Samsung e i problemi sulla distribuzione in Thailandia, dovuti all’alluvione.

Ecco alcune delle sue dichiarazioni: “nel tempo verrà utilizzato da molte persone in modo sostanziale“.”Abbiamo speso un sacco di tempo, di soldi e di ricerca per presentare incredibili innovazioni… non ci piace quando qualcun altro se ne appropria. Purtroppo siamo stati costretti a prendere provvedimenti giudiziari per rimediare.” “Abbiamo diversi fornitori, ci sono molte fabbriche non utilizzabili, ed i tempi di recupero non sono noti. Non posso darvi un rendiconto preciso, ma è ciò di cui mi sto occupando. Ci sarà una carenza complessiva nel mercato delle unità disco, come influirà su Apple non ne sono sicuro.“.

Tre temi importanti per l’azienda di Cupertino, che forse ha pensato che tre lingue erano più che sufficienti per il suo ultimo modello con questa particolare funzione di intelligenza artificiale da un lato, dall’altro la diatriba con la Samsung per l’utilizzo di alcuni brevetti ed infine risolvere il problema in Thailandia.


Continua la lettura dell’articolo su iPhone Planet

Posted in iPhone PlanetComments (0)

iPhone 4S: la fotocamera è di SONY


Ci sono state diverse speculazioni riguardo la produzione delle fotocamere di iPhone 4S prima dell’annuncio di Apple. Ricorderete che nei mesi precedenti il lancio, il CEO di SONY Howard Stinger si era lasciato scappare un’importante informazione: la sua compagnia avrebbe prodotto le fotocamere per SONY. Un rapporto di giugno aveva invece sostenuto che sia SONY che Omnivion avevano ricevuto ordini per fotocamere da 8 megapixel.


Continua a leggere: iPhone 4S: la fotocamera è di SONY (…)

iPhone 4S: la fotocamera è di SONY, pubblicato su iPhoner il 15/10/2011

© Lorenzo Paletti per iPhoner, 2011. | Commenta! |
Tag: fotocamera, iPhone 4S, Sony


Continua la lettura dell’articolo su iPhoner

Posted in iPhonerComments (0)

Pagina 1 di 212
121 queries in 0,692 seconds.