Categoria | GreenStyle

Detrazione 55% per la riqualificazione energetica, dal 2012 nuovi incentivi

In occasione della fiera Solarexpo & Greenbuilding di Verona, sono stati forniti i dati sugli effetti della detrazione fiscale del 55% per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici. Secondo l’ENEA, in 4 anni di operatività sono state realizzate 1 milione di opere di riqualificazione energetica, il 71% delle quali concentrate tra il 2009 e il 2010.

I dati sono stati presentati in occasione di un convegno dedicato all’efficienza energetica, alle rinnovabili negli edifici e, in particolare, alla detrazione fiscale del 55%. Il responsabile dell’ENEA per il 55%, Giampaolo Valentini, si è così espresso:

In Italia il 35,2% dei consumi di energia totale dipendono dal settore residenziale e, di questi, almeno il 70% sono relativi al riscaldamento. Oggi le abitazioni italiane consumano 120-150 kWh/m2 all’anno, un livello ancora troppo alto che tuttavia con le attuali tecnologie e con le dovute accortezze costruttive, senza extra costi, potrebbe essere ridotto addirittura del 50%.

In particolare, secondo l’ENEA sarebbero stati realizzati soprattutto interventi relativi alla coibentazione, alla sostituzione degli infissi e, per quanto riguarda il risparmio energetico, alla sostituzione degli impianti termici. Il costo degli investimenti complessivi si aggirerebbe intorno agli 11,1 miliardi di euro, con una detrazione totale pari a circa 6,1 miliardi di euro.

L’intervento di Valentini si è quindi concluso rimarcando il ruolo chiave che la detrazione fiscale del 55% ha svolto in questi anni:

Secondo la mia opinione questo sistema incentivante è il più democratico perché coinvolge tutti, persone fisiche e aziende, e in questi anni ha permesso anche di accrescere nell’opinione pubblica la cultura ambientale e del risparmio energetico, oltre a creare occupazione e nuove imprese.

Molto probabilmente, la detrazione dovrebbe terminare il 31 dicembre 2011 e, nonostante sia stata ventilata la possibilità di un’ulteriore proroga, l’ipotesi più probabile è che a partire dal 2012 venga sostituita da nuovi incentivi determinati sulla base del valore economico dell’energia prodotta o risparmiata in edilizia.


Continua la lettura dell’articolo su GreenStyle

   

ATTENZIONE:

Questo blog viene aggiornato senza alcuna periodicità e NON rappresenta quindi una testata giornalistica. Pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Tutti gli articoli di questo sito vengono pubblicati automaticamente tramite aggregazione di feed RSS, pertanto per qualsiasi questione legata ad essi si rimanda completamente al sito della fonte. Il webmaster non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Ogni lettore deve considerarsi responsabile e autonomo per i rischi legati all'uso che fa delle informazioni contenute in queste pagine. Gli articoli proposti hanno come unico scopo quello di fornire informazioni.Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di avvisare tramite la sezione contatti per la loro immediata rimozione.


Leave a Reply

105 queries in 0,491 seconds.