Categoria | Tecnologia e Ambiente

Come fare un curriculum vitae vincente, indicazioni dello psicologo

fare curriculum

Molte persone, pur avendo grandi capacità e delle notevoli competenze, presentano un curriculum vitae che le penalizza e le fa sembrare parte della massa che ogni giorno spedisce qua e là CV a pioggia alle varie aziende.
Come valorizzarsi? Come vendere il proprio prodotto:se stessi? Ecco come fare un curriculum vitae vincente seguendo alcune indicazioni su basi psicoanalitiche. I curriculum vitae scritti seguendo le indicazioni riportate nei paragrafi che seguono hanno più probabilità di impressionare i selezionatori e di farvi convocare per un colloquio di lavoro.

Come fare curriculum vitae vincente, 7 trucchi per creare cv efficaci

1) Mettetevi nei panni del candidato

Il CV non deve essere incentrato su di voi, su tutto ciò che di interessante e importante avete fatto (potrebbe non interessare all’azienda) ma su una figura che soddisfi pienamente le esigenze dell’azienda.
Molti candidati fanno l’errore di spedire a tutti lo stesso cv; niente di più sbagliato! Il CV va riformulato di volta in volta a seconda dell’offerta di lavoro per cui vi state candidando. Tramite il cv le aziende devono comprendere il contributo che solo voi potete apportare a quella specifica azienda.

  • Il profilo: chi sta cercando l’azienda?
  • Le richieste : che cosa sta cercando? Quali competenze?

Su queste basi, mettete in evidenza le competenze più significative che avete, l’esperienza che avete acquisito in relazione a quel preciso profilo che si richiede.

Il focus di un CV vincente deve essere sempre puntato su ‘cosa sta chiedendo l’azienda’,su cosa ha bisogno.
Pertanto dovrete imparare ad analizzare l’annuncio di lavoro con questa ottica; insomma dovete mettervi nei panni del selezionatore.
Come fare? È semplice, basta cercare sul web notizie dell’azienda per cui vi candidate e visitare il suo sito. Neanche immaginate quante informazioni può darvi il web, se cercate bene. Tutte informazioni utili ad aggiustare la vostra comunicazione affinché il destinatario le apprezzi al meglio! Perciò, forza, avanti con le ricerche online!
Chi legge i CV impiega pochi minuti per decidere se vale la pena chiamarvi per un colloquio o lasciar perdere per questo il vostro CV deve mostrare ad una occhiata rapida se voi avete quello che a loro serve.

2) Cosa scrivere? Non tutto!

Non appesantite il vostro CV con informazioni inutili che distraggono l’attenzione.
Il vostro CV deve mettere in luce i risultati che avete raggiunto non le mansioni che avete svolto.
Il vostro CV deve guardare avanti non indietro
Se fate la cronistoria della vostra vita lavorativa, elencando le ‘date’ storiche come se fosse una pagina di un libro di storia, rischiate di risultare noiosi.
Ricordate: il vostro punto di vista non è il loro. Se andate fieri per aver fatto tante esperienze lavorative potrebbe risultare una cosa negativa per l’azienda.
Per catturare l’attenzione metti nel vostro CV quello che è rilevante e che può interessare l’azienda che sta selezionando.Il vostro obiettivo è ottenere il colloquio.

3) Evidenziate il vostro contributo professionale

Come vi ho spiegato nel paragrafo precedente, alle aziende non interessa per quante aziende hai lavorato, anzi! Quello che può attirare l’interesse del selezionatore in maniera tangibile è il vostro valore professionale cioè i contributi che avete dato,i risultati che avete ottenuto
Esempio di curriculum vitae:
ho aumentato..ho fatto guadagnare..ho fatto risparmiare…ho ampliato….
traducete in numeri, percentuali i vostri risultati! Questo susciterà interesse e farà aumentare le probabilità di venir chiamato per un colloqui odi lavoro

Cos’altro può far suscitare l’interesse del selezionatore?
So fare xxx per produrre risultati come per esempio: ottimizzare l’efficienza,aumentare la produttività,migliorare il custode service,sviluppare un programma per….ecc ed ecc.

4) Come scrivere un curriculum vitae

  • Deve elencare in primis i fatti importanti.
  • Deve essere grammaticalmente corretto,senza errori di battitura: controllate con attenzione ogni parola, la punteggiatura.
  • Deve avere una grafica efficace: fate leggere il vostro CV ad un esperto per renderlo scorrevole,chiaro,efficace. Non date per scontato che sia perfetto!
  • Impostate i paragrafi, gli elenchi in modo che siano facilmente leggibili
  • Mettete in evidenza in grassetto le parole chiave: inserite parole chiave in modo che il cv sia facilmente rintracciabile durante le ricerche nei database delle aziende o delle società di selezione
  • Apponete la firma autografa alla fine del CV

5) Lettera di accompagnamento

Scrivete sempre la lettera di accompagnamento. Come nei rapporti interpersonali, anche l’azienda da “conquistare” vuole sentirsi unica….ed è proprio lì che desiderate stare.

6) Interessi intelligenti

Nel curriculum vitae si possono indicare i propri interessi. La cosa è facoltativa, non obbligatoria. Se decidete di indicarli, citate solo hobby che ben si sposano con le caratteristiche dell’azienda. Insomma scegliete tra le tue passioni quelle che eventualmente possono essere funzionali alla vostra candidatura.

7) Immagine on-line”

Dopo il boom dei social network degli ultimi anni le aziende si sono adattate ai tempi e spesso; in fase di valutazione, affiancano il cv con una ricerca on-line.
Attualmente (Spon, 2010) più di 500.000 persone usano Facebook ed è emerso che molti datori di lavoro consultano questi network per valutare i candidati ancora prima dell’intervista di selezione. Un’indagine del 2006 di ExecuNet su 100 responsabili della selezione del personale ha indicato che il 77% di loro usava questi network quando facevano lo screening delle richieste dei candidati dalla lista sulla base di queste info on-line.

Questa prima impressione on-line (e.Impression) del candidato può condurli addirittura ad eliminarlo dalla lista delle convocazioni, come emerge dal CareerBuilder.com (2006) dove si vede che su 1.50 responsabili della selezione, il 12% usava l’e.Impression ed il 63% di loro ha effettivamente eliminato i candidati sulla base delle informazioni scoperte tramite questi network.

NOTA BENE:
Non dimenticate di inserire nel cv la dichiarazione liberatoria sulla privacy; è obbligatorio. Se non la inserite, l’azienda non può trattare i vostri dati personali. Questo significa che, con tutta probabilità, il vostro curriculum vitae sarà cestinato.
La frase da inserire nel documento è la seguente: “Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/2003”.


loading…

Feed enhanced by Better Feed from Ozh

The post Come fare un curriculum vitae vincente, indicazioni dello psicologo appeared first on Tecnologia e Ambiente.


Continua la lettura dell’articolo su Tecnologia e Ambiente

   

ATTENZIONE:

Questo blog viene aggiornato senza alcuna periodicità e NON rappresenta quindi una testata giornalistica. Pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Tutti gli articoli di questo sito vengono pubblicati automaticamente tramite aggregazione di feed RSS, pertanto per qualsiasi questione legata ad essi si rimanda completamente al sito della fonte. Il webmaster non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Ogni lettore deve considerarsi responsabile e autonomo per i rischi legati all'uso che fa delle informazioni contenute in queste pagine. Gli articoli proposti hanno come unico scopo quello di fornire informazioni.Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di avvisare tramite la sezione contatti per la loro immediata rimozione.


Leave a Reply

105 queries in 0,474 seconds.