Categoria | Economic blog

Sintesi della giornata finanziaria: 06 maggio 2011

ws_Gadgets_&_Books_1152x864.jpgAzioni Italia

BPM (EUR : 2,266): gli analisti di Standard & Poor’s nel confermare i rating “A-” long term e “A-2” short term della Banca Popolare di Milano hanno portato l’outlook da “negativo” a “stabile”. Credem (EUR : 4,56): la società Standard & Poor’s ha confermato i rating long term (A-) e short term (A-2) di Credito Emiliano, ribadendo l’outlook a ‘stabile’. Iren (EUR : 1,37): ha svalutato per 13,7 miliardi di Euro la propria partecipazione in Delmi, holding a monte della catena di controllo di Edison (di cui detiene il 15%), in linea con quanto fatto dagli altri soci di Foro Buonaparte, Électricité de France e A2A. Italcementi (EUR : 7,24): la società del gruppo, Ciments Français, ha chiuso i primi tre mesi 2011 con ricavi in crescita a 972,6 milioni di Euro (+7% rispetto al 1Q10), mentre il risultato operativo si è attestato a 56,8  milioni (-7,1%). Il risultato netto consolidato è salito a quota 142,1 milioni di Euro rispetto ai 28,1  milioni del 1Q10. La società precisa in una nota che l’andamento dei risultati del gruppo per il 2011 dovrebbe riflettere le tendenze positive riscontrate in India, Tailandia e Marocco che dovrebbero compensare la diminuzione dei risultati in Egitto, considerata la situazione politica del paese. Recordati (EUR : 7,23): ha chiuso il primo trimestre con un utile netto di 31,4 milioni di Euro, +4,8 rispetto ai 30 milioni registrati nel 1Q10. Salgono anche i ricavi che, con un +6,4%, si portano a 197,8 milioni. Per l’intero 2011 la società prevede registrare ricavi per circa 750 milioni di Euro, un utile operativo di 160 milioni e un utile netto di 110 milioni. Snai (EUR : 2,42): sta per acquistare Cogetech e New game, società che operano nella raccolta delle scommesse sportive e nel commercio dei giochi in un’operazione di totali 141 milioni di Euro di cui 67 milioni saranno corrisposti attraverso una nuova emissione di azioni Snai a 2,45 Euro.

Macro – Consumo: la fiducia sulla situazione italiana a dodici mesi registra una lieve ripresa dopo la contrazione del mese scorso. Il settore Elettronica di consumo appare in diminuzione; nonostante il trend negativo è infatti interessante notare  che le previsioni d’acquisto sono migliori del dato di aprile del 2010. Nella telefonia le previsioni di spesa massima sono in lieve crescita (183 Euro), mentre quelle del comparto informatico sono in lieve calo (538 Euro). Anche il comparto Elettrodomestici è in

Continua la lettura dell’articolo a questo indirizzo

   

ATTENZIONE:

Questo blog viene aggiornato senza alcuna periodicità e NON rappresenta quindi una testata giornalistica. Pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Tutti gli articoli di questo sito vengono pubblicati automaticamente tramite aggregazione di feed RSS, pertanto per qualsiasi questione legata ad essi si rimanda completamente al sito della fonte. Il webmaster non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Ogni lettore deve considerarsi responsabile e autonomo per i rischi legati all'uso che fa delle informazioni contenute in queste pagine. Gli articoli proposti hanno come unico scopo quello di fornire informazioni.Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di avvisare tramite la sezione contatti per la loro immediata rimozione.


Leave a Reply

52 queries in 0,388 seconds.