Archive | Immobili

La ristrutturazione con manutenzione straordinaria

spese

manutenzione straordinaria di un edificio

La manutenzione straordinaria di un edificio abitativo rientra nella classifica delle opere edilizie minori: comprende gli interventi di consolidamento, e il rinnovamento o la completa sostituzione di parti della struttura. Queste parti possono anche essere parti della struttura cosiddette portanti. Ad esempio le solette e le architravi, oltre ai muri di sostegno.

Nella manutenzione straordinaria rientrano opere per la realizzazione di servizi igenici e di servizi tecnologici, e le opere di modificazione dell’assetto distributivo.

 

In questa categoria, inoltre, rientrano gli interventi sulle facciate dei fabbricati e la creazione di cortile, giardini o di verde pensile e verticale, oltre alle opere riguardo la portineria. Queste sono le opere effettuate su aree al servizio di un edificio.

Nella stessa tipologia rientra anche la trasformazione delle singole unità immobiliari in più unità immobiliari.

 

Per realizzare interventi di manutenzione straordinaria, occorre presentare uno specifico progetto edilizio che deve essere allegato ad una domanda di autorizzazione edilizia o ad una denuncia di inizio attività.

L’autorizzazione edilizia può essere ottenuta anche con il silenzio- assenso, entro 90 giorni dalla presentazione della domanda.


Continua la lettura dell’articolo su Mutuonews

Posted in Mutuonews0 Comments

Mutuo aperto, le caratteristiche di quello di Veneto Banca

Il mutuo aperto di Veneto Banca è un finanziamento immobiliare ipotecario che l’istituto di credito mette a disposizione in ognuna delle proprie filiali, consentendo così alla propria clientela di poter effettuare operazioni di acquisto, di costruzione o di ristrutturazione immobiliare ad uso residenziale, o ancora dar seguito a transazioni di rinegoziazione di un mutuo già in corso di ammortamento presso la stessa banca.

Ma quali le caratteristiche e le particolarità di questo mutuo? La principale distinzione tra questa e altre forme di finanziamento consiste nella possibilità di poter fissare un tasso di interesse per il primo anno, scegliendo poi, a partire dal secondo anno, quale forma tecnica utilizzare in applicazione al proprio capitale mutuato (in sintesi, l’applicazione di un tasso fisso o quella di un tasso variabile).
Continua a leggere: Mutuo aperto, le caratteristiche di quello di Veneto Banca (…)

Mutuo aperto, le caratteristiche di quello di Veneto Banca, pubblicato su Io Compro Casa il 29/09/2011

© Roberto per Io Compro Casa, 2011. | Commenta! |
Tag: mutuo aperto, veneto banca


Continua la lettura dell’articolo su Io Compro Casa

Posted in Io Compro Casa0 Comments

Assicurazione condominio, la polizza casa di Banca Carige

La polizza Casa Insieme, disponibile in tutte le filiali di Banca Carige, come intuibile è un prodotto assicurativo studiato da Carige Assicurazioni, disponibile in tutte le agenzie dell’istituto di credito, e rivolto alla clientela che desideri cercare la totale sicurezza durante l’utilizzo della propria abitazione, con protezione da una vasta serie di imprevisti e di inconvenienti che potrebbero irrompere nella vita di tutti i giorni, rovinando la serenità della clientela stessa e danneggiando il patrimonio personale e familiare.

Tra le principali caratteristiche di questa polizza, la possibilità di personalizzare il contratto abbinando a piacimento le varie coperture assicurative, che saranno rese disponibili mediante l’inclusione o l’esclusione di sei soluzioni modulari, rappresentative di veri e propri componenti che il cliente di Banca Carige potrà modellare a piacimento andando pertanto a costruire un contratto gestibile in maniera specifica e profonda.
Continua a leggere: Assicurazione condominio, la polizza casa di Banca Carige (…)

Assicurazione condominio, la polizza casa di Banca Carige, pubblicato su Io Compro Casa il 19/09/2011

© Roberto per Io Compro Casa, 2011. | Commenta! |
Tag: all risks, assicurazione, assicurazione condominio, responsabilità civile


Continua la lettura dell’articolo su Io Compro Casa

Posted in Io Compro Casa0 Comments

La Camera approva la manovra finanziaria

La Camera approva la manovra finanziariaDopo l’approvazione al Senato, oggi, alla Camera, con 316 sì e 302 no, è stata approvata la manovra finanziaria delineata dal Governo a metà agosto.

Tra mille turbolenze interne alla maggioranza, con l’opposizione che ha duramente criticato la manovra e le associazioni dei consumatori molto perplesse, il decreto finalizzato ad ottenere il pareggio di bilancio è legge.

Vediamo brevemente i punti salienti di questa legge:

  1. Trasparenza sui redditi, i Comuni potranno pubblicare sui loro siti internet le dichiarazioni dei redditi senza far menzione del nome e del cognome del contribuente in modo da avere un termometro che misuri il benessere di una comunità;
  2. Condono del 2002, in quell’anno c’è stato un condono finalizzato a regolarizzare la posizione fiscale dei contribuenti, molti dei quali pagarono solo la prima rata, l’obiettivo è far pagare a questi contribuenti le rate mancanti, questa operazione porterà nelle casse dello Stato circa un miliardo di euro;
  3. Ires e società fittizie, per le cosiddette società di comodo, l’Ires salirà al 10,5 %, per tutte le altre imprese, vi sarà una sorta di minimum tax, una tassa minima da pagare a prescindere da quanto dichiarato;
  4. Portare capitali all’estero, è prevista un’imposta di bolla del 2 % per chi porta capitali all’estero;
  5. Pensioni e donne, dal 2014 scatterà il piano che prevede l’adeguamento dell’età pensionabile delle lavoratrici private a quello delle lavoratrici di enti pubblici, l’adeguamento sarà graduale con inizio nel 2014 fino al 2026;
  6. Robin tax ai comuni, a fronte dei tagli previsti agli enti locali, la legge prevede che i Comuni possano introdurre una nuova tassa;
  7. Farmacie e liberalizzazioni, resta il numero chiuso per questi esercizi commerciali.

Per chi volesse approfondire il testo di legge, si rimanda al sito internet del quotidiano La Repubblica.


Continua la lettura dell’articolo su Mutuonews

Posted in Mutuonews0 Comments

Costruzioni immobiliari, crollo del mercato newyorkese

New York, uno dei simboli del mercato immobiliare statunitense, sta fronteggiando in questi mesi una difficilissima crisi. Nell’area metropolitana della città, infatti, le nuove costruzioni di immobili sono calate di quasi 40 punti percentuali durante la prima metà dell’anno rispetto a quanto fu riscontrato durante lo stesso periodo dello scorso anno dall’analisi periodica effettuata dal New York Building Congress.

Stando ai dati forniti dal Congresso, infatti, nei primi sei mesi del 2011 sarebbero in fase di sviluppo alcuni progetti per un totale di circa 6,4 miliardi di dollari, in forte ribasso rispetto ai 10,6 miliardi di dollari di controvalore dello scorso anno. Il dato riguarda sia gli elementi costruttivi commerciali, sia i progetti relativi al settore pubblico, e pertanto i ponti, le strade, i sistemi infrastrutturali di gestione delle acque, e così via.
Continua a leggere: Costruzioni immobiliari, crollo del mercato newyorkese (…)

Costruzioni immobiliari, crollo del mercato newyorkese, pubblicato su Io Compro Casa il 29/08/2011

© Roberto per Io Compro Casa, 2011. | Commenta! |
Tag: stati uniti


Continua la lettura dell’articolo su Io Compro Casa

Posted in Io Compro Casa0 Comments

L’incubo default

finanzaSono mesi che sentiamo ripetere in continuazione questa parola, la spiegazione non sempre viene data in modo puntuale, molte volte ci si limita a dire che il Paese X rischia il default, una sorta di collasso economico che evidenzia l’impossibilità dello Stato di far fronte alle spese.

Poche settimane fa l’incubo default si è addensato sugli Usa, come non ricordare le immagini di Obama, che nel suo studio ovale, con i suoi più stretti collaboratori, cerca di risolvere il problema, di diradare le nubi; poi la parola si è estesa anche sulle economie dei Paesi europei, l’incubo è sempre lì, in agguato.

Oggi, da il quotidiano Il Sole 24 ore, apprendiamo cosa ne pensano 4 premi Nobel per l’economia sull’argomento.

Un articolo molto interessante perchè leggere le opinioni di esperti del settore, significa cogliere sfumature importanti ed infatti, Prescott, di fronte alla domanda sul default, asserisce che ci saranno situazioni di insolvenza, che almeno un default si verificherà.

Pissarides, invece, tra il serio e il faceto, afferma che ci sono molti modi per avere un default senza default ed evidenzia la particolare gravità della situazione economica mondiale.

Stiglitz guarda oltre, c’è vita oltre il default come testimonia l’esperienza politica ed economica dell’Argentina; l’unico ad essere sicuro che non ci siano pericoli è Diamond, per lo studioso l’economia americana rimane solida.

L’intervento che forse è una sintesi di tutte le posizioni e fotografa bene la realtà è in quella lapidaria frase di Pissirides: ci sono molti modi per avere un default senza default.


Continua la lettura dell’articolo su Mutuonews

Posted in Mutuonews0 Comments

Mutui casa e tagli alle agevolazioni fiscali

Le due manovre finanziarie del Governo di centrodestra, lacrime e sangue, rischiano di abbattersi pesantemente anche su uno dei beni preferiti dagli italiani, la casa. A regime, infatti, c’è il rischio serio che entrino in vigore tagli a tutto campo ed a tutto spiano sulle agevolazioni fiscali. Certo, ancora si attende il via libera, da parte del Parlamento, dell’ultimissima manovra finanziaria da 45 miliardi di euro, già Decreto e per la quale si attende solo la conversione definitiva in Legge dello Stato. Il taglio delle agevolazioni fiscali, che dovrebbe essere all’incirca pari al 20%, rischia come sopra accennato di abbattersi sulla casa, ed in particolare sulla deducibilità degli interessi passivi pagati dalle famiglie sui mutui per l’acquisto della prima casa ad uso residenziale.

Continua a leggere: Mutui casa e tagli alle agevolazioni fiscali (…)

Mutui casa e tagli alle agevolazioni fiscali, pubblicato su MutuOk il 19/08/2011

© Fil per MutuOk, 2011. | Commenta! |
Tag: agevolazioni di mutuo, detrazioni fiscali mutui


Continua la lettura dell’articolo su MutuOk

Posted in MutuOk0 Comments

Detrazioni e deduzioni sulla casa: col taglio pagano i più deboli

E’ arrivato il no secco da parte del Sicet, il Sindacato Inquilini Casa e Territorio, alla manovra finanziaria triennale di correzione dei conti pubblici. Questo perché le misure inserite, a partire dal taglio lineare delle detrazioni e delle deduzioni fiscali, andranno tanto per cambiare a colpire la parte più debole del Paese. Secondo il Sindacato Inquilini Casa e Territorio, in accordo con una nota emessa nei giorni scorsi, al posto di quanto inserito nella manovra sarebbero invece necessarie delle misure che garantissero maggiore equità. Per quanto riguarda il fisco, tra l’altro, il Sicet ha colto anche l’occasione per ricordare come il Governo abbia regalato 1,5 miliardi di euro alla proprietà immobiliare andando ad introdurre l’imposta sostitutiva sui redditi da locazione, ovverosia la cosiddetta cedolare secca sugli affitti.

Continua a leggere: Detrazioni e deduzioni sulla casa: col taglio pagano i più deboli (…)

Detrazioni e deduzioni sulla casa: col taglio pagano i più deboli, pubblicato su Io Compro Casa il 04/08/2011

© Fil per Io Compro Casa, 2011. | Commenta! |
Tag: detrazione affitti, detrazioni prima casa, imposte sulla casa


Continua la lettura dell’articolo su Io Compro Casa

Posted in Io Compro Casa0 Comments

Debito Usa: trovato l’accordo

crisi usa“Abbiamo evitato il default”, queste le parole di Obama, che con soddisfazione annuncia un accordo di massima tra democratici e repubblicani che porterà il Congresso a varare tutta una serie di misure che Obama ritiene necessarie per l’economia americana.

Sembra una notizia positiva, il Presidente è sorridente e proprio sotto un profilo musicale, l’espressione abbiamo evitato un default, suona bene, porta sicurezza anche se non sapiamo, per ipotesi, cosa voglia significare questo termine.

Il defalt può voler significare molte cose per cui onde evitare di addentrarci in tecnicismi inutili, rimaniamo ancorati al suo significato letterale: default tradotto in italiano significa insolvenza, già questa parola suona più familiare, sappiamo tutti cosa sia l’insolvenza, è uno status che conosciamo, è l’incapacità di far fronte a delle spese; se il default fosse un’espressione da applicare, per esempio alla situazione economica di una famiglia, potremmo dedurre che quel nucleo non ha la capacità economica di far fronte alle spese necessarie per vivere.

Caspita! E’ quindi una situazione molto grave, uno dei Paesi più potenti è a rischio insolvenza, ha le casse vuote e non può far fronte alle proprie esigenze.

Le parole hanno un senso e un peso e prima di capire quali sono le misure che Obama reputa capaci di evitare il default, dobbiamo prestare la massima attenzione, che in questi giorni, l’America ha rischiato il collasso, solo dopo aver metabolizzato questo concetto possiamo passare ad altro.

Detto questo, il Congresso provvederà nelle prossime a varare una misura indispensabile, quale?

La risposta è molto semplice, pensate ad una famiglia che non ha soldi per provvedere ai suoi bisogni, come si comporta?

Stringe la cinghia e fa debiti, semplice! Ed è proprio quello che farà l’America, il Congresso, infatti, si appresta ad aumentare il tetto del debito pubblico, vi sarà l’emissione di nuovi titoli pubblici ed un forte ridimensionamento della spesa pubblica.

Rischio default passato, le Borse reagiscono positivamente alla notizia e poi si vedrà.

Come andrà a finire?


Continua la lettura dell’articolo su Mutuonews

Posted in Mutuonews0 Comments

Dispo Maxx di BHW

Dispo Maxx non è proprio un mutuo ma più un piano di risparmio ed ha un doppio obiettivo: ottenere un mutuo vantaggioso a tasso fisso e costruire un capitale al riparo da rischi.

Con la sottoscrizione del contratto di Risparmio edilizio, il Cliente si garantisce il tasso del suo futuro mutuo.  L’ammontare e la durata del risparmio si trovano così in congruo rapporto con l’importo del mutuo desiderato, il contratto viene assegnato. Il capitale accantonato viene poi restituito al Cliente ed il mutuo viene messo a disposizione.

Il tasso del mutuo sarà in base alla scelta, al 3,75%* fisso, al 2,90%* fisso o, addirittura, all’ 1,90%* fisso, in base al periodo più o meno lungo dei versamenti di risparmio effettuati.

Sul risparmio accumulato BHW riconosce un tasso annuo lordo dell’1%.


Continua la lettura dell’articolo su Mutuonews

Posted in Mutuonews0 Comments

Mutuo in Discesa Carife

Un mutuo fondiario destinato ai soli clienti privati che acquistano immobili residenziali a fronte di importi erogabili fino all’80% del valore dell’immobile, e durate di 20, 25 oppure 30 anni. Sono queste le principali caratteristiche del “Mutuo in Discesa“, un finanziamento ipotecario ideato dalla Carife, Cassa di Risparmio di Ferrara, rimborsabile a rate mensili. La caratteristica interessante del prodotto è quella per cui lo spread del mutuo tende a scendere ogni quattro anni a patto di essere in regola con i pagamenti, che il finanziamento ipotecario mantenga l’intestazione originaria, e che l’addebito delle rate avvenga in automatico su un conto corrente aperto presso una filiale della Cassa di Risparmio di Ferrara. Il Mutuo in Discesa di Carife può essere stipulato solo per immobili ad uso residenziale a fronte del piano di ammortamento che è quello classico, ovverosia alla francese, con rata composta da una quota capitale e da una quota interessi; inoltre, è obbligatoria con il Mutuo in Discesa Carife la stipula di una polizza a copertura del rischio di incendio e scoppio dell’immobile.

Continua a leggere: Mutuo in Discesa Carife (…)

Mutuo in Discesa Carife, pubblicato su MutuOk il 25/07/2011

© Fil per MutuOk, 2011. | Commenta! |
Tag: Cassa di risparmio di Ferrara, domanda mutui ipotecari, interessi mutuo tasso variabile


Continua la lettura dell’articolo su MutuOk

Posted in MutuOk0 Comments

Mutuo per surroga con preammortamento da Poste Italiane

Il mutuo per surroga, con preammortamento, di Poste Italiane, è un finanziamento immobiliare che la clientela degli uffici postali può utilizzare per dar seguito a un’operazione di trasferimento del mutuo in corso di regolare ammortamento in un’altra banca, trasferendo tale esposizione debitoria all’interno delle strutture di Poste Italiane, e cercando in tal modo di sfruttare margini di rinegoziazione delle condizioni economiche di riferimento.

In particolar modo, sottoscrivendo questo particolare prodotto di finanziamento, il cliente di Poste Italiane potrà sfruttare un periodo iniziale caratterizzato dalla presenza di una fase di preammortamento, nella quale il cliente pagherà rate di importo molto contenuto rispetto all’ordinario, poiché contraddistinte dalla presenza della sola quota interessi, con rinvio delle quote capitale.
Continua a leggere: Mutuo per surroga con preammortamento da Poste Italiane (…)

Mutuo per surroga con preammortamento da Poste Italiane, pubblicato su Io Compro Casa il 25/07/2011

© Roberto per Io Compro Casa, 2011. | Commenta! |
Tag: poste italiane, preammortamento, surroga mutuo


Continua la lettura dell’articolo su Io Compro Casa

Posted in Io Compro Casa0 Comments

Pagina 1 di 41234
123 queries in 0,544 seconds.